Category: Articoli

Articoli

Ambiente: ingv, mar tirreno si espande di 20 cm l’ anno

Nel cuore del Mar Tirreno, ad una latitudine che corrisponde all’ incirca a quella della citta’ di Cosenza, il fondo marino si e’ espanso al ritmo di circa 20 centimetri l’ anno: nuovo materiale e’ risalito dalle profondita’ della terra in un processo di generazione della crosta del tutto simile a quello che avviene nel mezzo dell’ oceano Atlantico e del Pacifico. E’ quanto emerge da uno studio compiuto dai ricercatori dell’ Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia pubblicato dalla rivista internazionale ‘Geology’ di settembre. ”Non volevamo credere ai nostri occhi, quando abbiamo ottenuto le prime immagini magnetiche del fondo del Tirreno – spiegano i tre ricercatori dell’ Ingv che si sono occupati dello studio – che ci hanno evidenziato questa velocita’ di espansione che e’ probabilmente la piu’ alta fra quelle osservate sul nostro Pianeta” La tecnica che ha portato alla scoperta consiste nella realizzazione di una mappa delle anomalie magnetiche, e di una sua successiva elaborazione. Questa analisi mette in evidenza le anomalie del campo magnetico terrestre provocate dalla particolare natura del sottosuolo. Per compilarle i ricercatori si avvalgono di speciali sensori magnetici posti su aerei, elicotteri o navi che indagano la zona da esplorare. I ricercatori dell’ Ingv si sono avvalsi anche di dati magnetici raccolti nel Tirreno meridionale sin dal 1965 ad oggi dallo stesso centro di ricerca ma anche dall’ Agip e da altre istituzioni ed universita’. Che il Mar Tirreno fosse soggetto a un processo di ‘oceanizzazione’, cioe’ di lentissima espansione, era noto da tempo ai geologi. Il fenomeno e’ iniziato ben dieci milioni di anni fa e con accelerazione e rallentamenti e’ andato avanti fino ai nostri tempi, accompagnato anche dalla nascita di vulcani sottomarini, dall’ apertura di fratture profonde e dalla rotazione in senso antiorario dell’ Appennino meridionale. ”Le nuove elaborazioni – osservano dall’ Ingv – non solo confermano che il fenomeno e’ avvenuto in tempi geologicamente recenti (circa 2 milioni di anni fa), ma anche che e’ avvenuto a velocita’ superiore al previsto, tanto da segnare il record mondiale delle velocita’ di espansione dei fondali oceanici”. La zona interessata dal fenomeno si trova a ridosso del piu’ grande vulcano europeo: il Marsili, un gigante sommerso ancora piu’ grande dell’ Etna (50 chilometri di lunghezza e 3000 metri di altezza). ”Li’, alla profondita’ di 3500 metri, c’ e’ la piana abissale su cui si e’ innalzato il Marsili meno di un milione di anni fa – rilevano dall’ Ingv – e da vari segnali sembra proprio che questo vulcano sia ancora attivo”. ”La ricerca assume anche una grande importanza per i suoi risvolti relativi alla prevenzione e alla previsione dei rischi sismico vulcanico e di maremoto – sottolinea il professore Enzo Boschi, presidente dell’ Ingv – infatti, in questa parte del Tirreno, oltre al Marsili, sorgono numerosi altri vulcani sottomarini (Palinuro, Glauco, Sisifo), e piu’ a Sud quelli emersi dell’ arcipelago delle Eolie e di Ustica. Il fondale del Tirreno inoltre e’ solcato da numerose faglie probabilmente sismogenetiche. Sono tutti validi motivi per dedicare tempo e risorse a questa parte del Tirreno”.

30Set
Articoli

Protest lancia il nuovo sito internet

Protest Boardwear è lieta di presentare il suo nuovo sito internet www.protest.eu dove sarà possibile trovare tutte le informazioni sulla collezione uomo/donna per l’inverno 2007, tante notizie...

27Set
Articoli

Ambiente: si e’ conclusa la campagna “il veliero dei delfini” con lo sbarco in s

La campagna 2006 “Il Veliero dei Delfini” si è conclusa con un viaggio sempre ricco di emozioni alla scoperta del mare nostrum e l’arrivo finale in Sardegna. Dopo gli avvistamenti di...

20Set
Articoli

Ambiente: pescespada velenoso allarme mediterraneo

E’ una nuova specialita’ offerta dal Mediterraneo: pesce spada condito con il ddt. A denunciare la presenza di inquinanti chimici in una delle prelibatezze del Mare Nostrum e’ uno studio...

12Set
Articoli

Quasi 300 surfisti riuniti ieri per l’estremo saluto al cacciatore di coccodrill

Quasi trecento surfisti si sono riuniti ieri al largo di Alexandra Headland, nel Queensland, Australia orientale, per dare l’estremo saluto in stile Hawaiano all’amico ed eroe locale Steve...

29Ago
Articoli

Precedenze in acqua: breve vademecum da tenere sempre a mente

Non occorre dropparsi su 10 piedi a Waimea per farsi male in acqua. Brutti incidenti possono capitare anche su piccole onde affollate nei nostri beach break, se non vengono rispettate le poche e semplici...

07Ago
Articoli

Il tahitiano manoa drollet addomestica un teahupoo terrificante

Lo scorso 28 luglio 2006, il Tahitiano Manoa Drollet, rinomato big wave surfer ha stabilito un nuovo record cavalcando quella che è stata ritenuta la più grande onda mai surfata nello spot più peso del...

27Lug
Articoli

Sardinian surf adventure: gli americani all’arrembaggio della sardegna

Pochi mesi fa il videomaker e fotografo Jon Steele è passato in Italia con un manipolo di surfisti americani. Accompagnato da Emiliano Cataldi, ormai punto di riferimento per gli ospiti stranieri che...

18Lug
Articoli

Website review: you tube

Mai nome è stato più appropriato per un sito dove puoi trovare ogni sorta di filmato, anche di surf! You Tube rappresenta il nuovo trend tra i siti che offrono contenuti video, proponendo migliaia di...

12Lug
Articoli

Free as a dog website review

E’ on line il nuovo sito interamente dedicato all’ultimo lavoro di Jack McCoy, Free As a Dog, il film basato sulla figura di Joel Parkinson che arriverà prossimamente in Italia il 4 agosto,...

29Giu
Articoli

Sconvolti da un discorso degli dei

Diario di un viaggio in Portogallo Di Sandro “Tortona” Maiorano Tra i mille impegni che non so gestire, l’unica cosa che ancora riesco ad organizzare è un surftrip. Per questa roba qui, di...

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER