Focus onNews

Alla Scoperta di Nazarè con Alessandro Marcianò

Nazarè è tornata di nuovo sotto i riflettori di tutto il mondo dopo la mega onda surfata da Hugo Vau a gennaio. Nei prossimi giorni seguiteci, Alessandro Marcianò ci accompagnerà alla scoperta dei segreti dell’onda portoghese.

La mareggiata del 17 gennaio, già consacrata come una delle più grosse mai surfate a Nazarè, ha dato un nuovo scossone alla piccola località portoghese facendola tornare prepotentemente sotto i riflettori dei media di tutto il mondo, di settore e non.

Durante quella mareggiata, Hugo Vau potrebbe avere infranto il mito dell’onda da 100 piedi e superato il record tuttora detenuto ufficialmente dal padrino di Nazarè, Garrett McNamara, con l’onda da 78 piedi surfata nel 2011. Le immagini di Hugo Vau dopo quel 17 gennaio hanno occupato i notiziari e i blog per diversi giorni e ancora se ne parla.

Nel frattempo, dal 2011 ad oggi, il record di G-Mac potrebbe essere già stato superato più volte, dallo stesso McNamara nel 2013, da Benjamin Sanchis nel 2014, anche l’onda di Francisco Porcella surfata l’anno scorso è piuttosto grossa, e poi ci sono altre belle surfate di rinomati big wave rider come Carlos Burle e in ultimo Hugo Vau, appunto. Ma prima dell’ufficialità potrebbe passare molto tempo se pensiamo che dal 2011, anno in cui Garrett McNamara ha surfato l’onda da 78 piedi, l’ufficialità da parte del Guinness World Record è arrivatas olo a marzo dell’anno scorso.

 

Alessandro Marcianò in un momento di riflessione prima di imbarcarsi sul jet ski durante un big day

 

In generale, potremmo dire che quasi ogni onda candidata all’XXL Ride of the Year o al Biggest Wave potrebbe essere l’onda da record, ma manca l’ufficialità e le speculazioni possono andare avanti per anni. Intanto, l’onda più recente tra quelle che stanno facendo parlare, è quella di Hugo Vau e ha scatenato un polverone tale che la località portoghese si è rianimata e movimentata, al punto che la compagnia di bandiera Tap Air Portugal, insieme a Rip Curl e all’Ente del Turismo portoghese, hanno organizzato un press trip capitanato da Alessandro Marcianò, a cui anche noi di Surfcorner parteciperemo, con lo scopo di farci conoscere meglio e da vicino quella che negli anni si è conquistata la reputazione come una delle onde più grandi al mondo.

Alessandro Marcianò è stato il primo surfista italiano ad aver surfato l’onda di Nazarè, grazie ad un mentore d’eccezione come Garrett McNamara. Ormai trascorre gran parte dell’anno nella località portoghese e a partire da oggi fino a venerdì sarà la guida d’eccezione che ci porterà a spasso per Nazarè fino sulla lineup per vedere da molto vicino lo spot di big wave più famoso al mondo.

Al momento le previsioni per il giorno di picco della swell sono ben lontane dal big 17 gennaio, e danno soltanto tra i 3.5 e i 5.5 metri, che, grazie a picchi di periodo di 18 secondi previsti per giovedì 22 e all’effetto imbuto del canalone di Nazarè, potrebbero riservare sorprese…

Rimanete aggiornati su Surfcorner e sul nostro Facebook e Instagram e se avete qualche curiosità da soddisfare fatecelo sapere scrivendo a redazione@surfcorner.it o inviandoci un messaggio diretto via Fb e Insta.

 

 

Alessandro Marcianò training in un giorno piccolo…

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 11 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER