Focus onVideo

Edoardo Papa, Adriatic Lockdown

Abituato più agli spot oceanici che a quelli casalinghi, il lockdown ha costretto Edoardo Papa a frequentare i suoi home spot più del solito, facendogli riscoprire il piacere di surfare in famiglia.

L’emergenza covid19 che quest’anno ha colpito tutto il mondo, ha portato tutti noi a scoprire nuovi aspetti della vita e soprattutto a vivere per quasi due mesi nella terra d’origine e nelle proprie case.
Sicuramente, non è stato facile fermarsi ed aspettare che l’emergenza terminasse, ma come ogni brutto sogno, il risveglio regala momenti positivi e ci porta a scoprire cose che spesso abbiamo ignorato.

Anche per Edoardo Papa è stato così, il lockdown forzato lo ha costretto prima a scappare dal Marocco per rientrare in patria e poi a vivere per due mesi lontano dalle onde che da alcuni anni sono ormai un completamento della sua vita e tutt’ora caratterizzano le giornate della sua stagione sportiva.

Due mesi in casa ad allenarsi a secco, con collegamenti video con il suo preparatore Pablo Ayala dello staff FitSurf di Milano, e analisi video con l’allenatore della nazionale Italiana Yan Martin. Tutti i giorni, con l’obiettivo di dover riprendere quanto prima per tuffarsi nelle onde ed allenarsi al meglio!

Finalmente a Maggio termina il lockdown ma c’è una limitazione che rimane: nessuno può lasciare la regione di residenza e per Edoardo significa ancora rimanere a secco, perché la sua terra, benché ricca di bellezze naturalistiche di ogni genere, purtroppo non ha le onde che l’oceano regala quotidianamente!

Ma il mese di maggio del post lockdown, in Abruzzo, quest’anno ha regalato delle mareggiate inaspettate ed Edoardo ha surfato il mare della sua terra con l’entusiasmo di essere di nuovo libero e la felicità di stare fra amici con le onde di casa.

Una rarità, ma come tutte le cose rare, le emozioni sono molto più forti ci racconta Edoardo: “Ho avuto la fortuna di surfare nei mesi di maggio e giugno circa una o due volte a settimana nella mia terra, non potevo aspettarmi regalo più bello dopo mesi di lockdown, la qualità delle onde essendo in Adriatico non è comparabile all’oceano ma il divertimento non è certo mancato. Surfare per me è bellissimo e farlo vicino casa, con amici del posto è qualcosa di veramente speciale! Ora che sono tornato in oceano, dove mi alleno e mi diverto tantissimo, ogni tanto penso a quei giorni ricordandoli con molto piacere, nella speranza di rivivere quelle emozioni sulle onde davanti a casa. Un ringraziamento a mio padre per aver filmato quei momenti ed ad Alessandro Dotti per il bellissimo editing!” 

Clip girate fra Silvi marina, Ortona e Pescara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER