Articoli

Gabriel Medina Vince Pipe Masters e Titolo Mondiale

Ieri a Pipeline, Gabriel Medina ha coronato il suo sogno di diventare campione del mondo per la seconda volta e ha chiuso in bellezza vincendo anche il Pipe Masters in memoria di Andy Irons lasciando a Julian Wilson il secondo posto.

Anche se ha dimostrato di potercela fare, arrivando a un passo dal tanto agognato titolo mondiale, il sogno di Julian Wilson si è infranto non appena Medina ha messo piede in finale e, volenti o nolenti, il titolo se lo è meritato tutto, spingendo di cattiveria sull’acceleratore per tutta la gara e riuscendo a chiudere surfate che a quanto pare solo lui è riuscito a fare, con punteggi stratosferici.

Dopo aver fatto storia nel 2014 come primo brasiliano a vincere un titolo mondiale, Medina ha riscritto la storia per la seconda volta conquistando il secondo titolo ieri al Pipe Masters, dopo un inizio di stagione sotto tono, che ha cambiato direzione in modo radicale da metà anno, grazie alle due vittorie consecutive a Tahiti e al Surf Ranch.

 

Gabriel Medina al Billabong Pipe Masters Pipeline, Oahu, Hawaii. Foto WSL/Sloane

 

 

Nel 2014, l’allora ventenne Medina aveva vinto il titolo mondiale al termine di un’entusiasmante corsa durata tutto l’anno contro Mick Fanning (AUS), John John Florence (HAW) e Kelly Slater (USA). E’ anche l’anno in cui il fenomeno di Maresias ha chiuso la bocca alle critiche sulle sue attitudini di surf sulle onde grandi vincendo due degli eventi più prestigiosi a Fiji e Tahiti, concludendo la stagione con un secondo posto a Pipeline.

Con oltre 8 milioni di follower sui social media, Medina ha costruito una base di fan globale e dedicata, facendo crescere il profilo del surf professionale sia in Brasile che nel resto del mondo. La sua amicizia con la superstar del calcio Neymar Jr ha contribuito a elevare il suo profilo come atleta celebre e l’influenza di Medina nel suo paese continua a raggiungere nuove vette.

 

11X World Champion Kelly Slater (USA) è tornato in gran forma a Pipeline. Foto WSL

 

 

L’emergere del brasilian storm risale al 2011, quando un inedito gruppo di surfisti brasiliani composto da 7 persone ha fatto il roster del campionato, lo stesso anno in cui Medina, 17 anni, si è qualificato per la prima volta. Accedendo al tour d’élite solo a metà stagione, Medina è riuscito a conquistare subito due vittorie in occasione di un’anteprima di quello che sarebbe successo. Ci sono voluti altri due anni prima che il fenomeno trovasse il suo ritmo competitivo, vincendo il suo primo titolo mondiale nel 2014. Il suo successo ha ispirato il connazionale Adriano de Souza (BRA), che ha vinto il secondo titolo mondiale del Brasile nella stagione successiva. Nel 2018, Italo Ferreira, Filipe Toledo, Willian Cardoso e Medina sono stati nominati collettivamente responsabili di nove vittorie di eventi su 11, quest’anno, con Wilson che ha vinto gli altri due.

La finale del Pipe Master è stata uno scontro di proporzioni epiche tra i due più forti surfisti in campo, Medina e Wilson. Entrambi hanno surfato  sinistre e destre mettendo a segno punteggi altissimi, ma alla fine è stato Medina ad aggiudicarsi l’ultimo evento dell’anno, conquistato il prestigioso titolo del Billabong Pipe Masters per la prima volta nella sua carriera.

 

Julian Wilson (AUS) foto WSL

 

 

Una nota di merito se l’è guadagnata anche il pluricampione del mondo Kelly Slater, che finalmente ha rifatto la sua apparizione su un campo gara “vero” dopo numerose assenze per infortunio e ha tolto ogni dubbio sul fatto di essere ancora capace di spaccare su onde vere e impegnative.

Lo zio Kelly è arrivato fino alla semifinale contro Wilson, e il risultato a quanto pare lo ha motivato per poterlo rivedere il prossimo anno, presente a tempo pieno grazie a una wild card. “Sono piuttosto entusiasta di tornare a competere a tempo pieno l’anno prossimo” ha dichiarato Slater, “perché sono rimasto quasi un anno e mezzo a riposo, per ricaricare le batterie e farmi emozionare di nuovo.”

 

Julian Wilson (AUS) e Gabriel Medina (BRA)

 

 

Un altro brasiliano ha festeggiato ieri, Jesse Mendes non solo ha riguadagnato il suo posto nel CT 2019 ma ha anche vinto la Triple Crown grazie all’uscita di Jordy Smith in semifinale contro Medina. Mendes è il secondo brasiliano a vincere il prestigioso titolo dopo quello di Medina nel 2015.

All’inizio della giornata, Joel Parkinson (AUS) ha surfato l’ultima heat della sua carriera professionale nel Championship Tour, sconfitto da Yago Dora (BRA) e Wilson nel Round 4. Il 37enne australiano che ha conquistato il titolo mondiale nel 2012 , ha trascorso 18 stagioni tra i migliori surfisti del mondo e ha ricevuto numerosi riconoscimenti, essendo considerato il surfista più elegante del tour.

Nella gallery iniziale alcune delle tappe della carriera di Gabriel Medina.

 

 

 

Billabong Pipe Masters Final Results:

1 – Gabriel Medina (BRA) 18.34

2 – Julian Wilson (AUS) 16.70

Billabong Pipe Masters Semifinal Results:

SF 1: Gabriel Medina (BRA) 16.27 def. Jordy Smith (ZAF) 15.83

SF 2: Julian Wilson (AUS) 14.20 def. Kelly Slater (USA) 11.17

Billabong Pipe Masters Quarterfinal Results:

QF 1: Jordy Smith (ZAF) 13.16 def. Sebastian Zietz (HAW) 6.93

QF 2: Gabriel Medina (BRA) 19.43 def. Conner Coffin (USA) 14.26

QF 3: Kelly Slater (USA) 15.53 def. Yago Dora (BRA) 10.17

QF 4: Julian Wilson (AUS) 13.50 def. Joan Duru (FRA) 10.07

Billabong Pipe Masters Round 4 Results:

Heat 1: Jordy Smith (ZAF) 11.50, Conner Coffin (USA) 9.43, Ryan Callinan (AUS) 7.93

Heat 2: Gabriel Medina (BRA) 16.90, Sebastian Zietz (HAW) 11.93, Michel Bourez (PYF) 6.57 

Heat 3: Yago Dora (BRA) 15.97, Julian Wilson (AUS) 12.44, Joel Parkinson (AUS) 7.77

Heat 4: Joan Duru (FRA) 10.80, Kelly Slater (USA) 9.20, Jesse Mendes (BRA) 7.00

Men’s 2018 Jeep Leaderboard (after Billabong Pipe Masters):

1 – Gabriel Medina (BRA) – 62,490 points

2 – Julian Wilson (AUS) – 57,585 points

3 – Filipe Toledo (BRA) – 51,450 points

4 – Italo Ferreira (BRA) – 43,070 points

5 – Jordy Smith (ZAF) – 36,440 points

Final VANS Triple Crown of Surfing Top 5:

1 – Jesse Mendes (BRA) 

2 – Joel Parkinson (AUS) 

3 – Jordy Smith (ZAF) 

4 – Ezekiel Lau (HAW) 

5 – Joan Duru (FRA) 

Gabriel Medina’s 2018 WSL Championship Tour Results:

Quiksilver Pro Gold Coast – 13th

Rip Curl Pro Bells Beach – 3rd

Oi Rio Pro – 5th

Corona Bali Protected – 9th

Uluwatu CT – 5th

Corona Open J-Bay – 5th

Tahiti Pro Teahupo’o – 1st

Surf Ranch Pro – 1st

Quiksilver Pro France – 3rd

MEO Rip Curl Pro Portugal – 3rd

Billabong Pipe Masters – 1st

Gabriel Medina’s Championship Tour Career Rankings:

2018 – 1st

2017 – 2nd

2016 – 3rd

2015 – 3rd

2014 – 1st

2013 – 14th

2012 – 7th

2011 – 12th

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
2 × 5 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER