ArticoliFocus on

Leonardo Fioravanti Riconquista il World Tour

Leonardo Fioravanti riscrive la storia del surf italiano per la seconda volta, riconfermando il suo posto nel WSL World Tour 2019 durante il Vans World Cup, al termine di una heat in cui ci ha lasciato col fiato sospeso.

In un’intervista all’inizio dell’anno aveva detto che non sarebbe stato difficile riqualificarsi, e l’ha fatto, confermandosi l’unico atleta italiano ad essersi qualificato per il World Tour nella storia del surf. Ma per farlo ci ha lasciato col fiato sospeso fino alla fine. La stagione infatti non era iniziata nel migliore dei modi e i risultati nei QS più importanti non erano quelli sperati.

La vittoria in Martinica con i 3000 punti non era ancora sufficiente e soltanto negli ultimi eventi dell’anno, Leonardo Fioravanti ha tirato fuori gli artigli per riprendersi il posto che gli appartiene nel Tour. Prima i quarti ad Ericeira poi le semifinali ad Haleiwa che lo proiettano nella top 10 e di fatto lo mettono in salvo, anche se tutto è ancora possibile.

Leo alla Vans World cup 2016, anno della sua prima qualificazione nel Tour

Al Vans World Cup gli bastava poco per consolidare il suo posto nel CT 2019, sapevamo che con 18650 punti Leo avrebbe matematicamente conquistato il suo posto nell’elite del surf mondiale, ma complice anche un errore della WSL durante la diretta, che prima della sua heat aveva dichiarato che Leo avrebbe dovuto passare la heat per qualificarsi, al termine dei quarti siamo rimasti tutti con l’amaro in bocca e il fiato sospeso.

Dopo aver surfato in modo impeccabile, mantenendo le prime posizioni della heat, un piccolo errore di scelta nei secondi finali della heat ha permesso agli avversari Jadson Andre eMatthew McGilliwray di approfittarne e scavalcarlo con due belle onde prese quasi sul suono della campana.

Fortunatamente la delusione è durata poco, e qualche minuto dopo Leonardo è riapparso in video davanti al microfono dell’intervistatore che si congratulava ufficialmente per la sua riconferma al WCT 2019. Era fatta!

 

 

 

Leonardo si è rialzato così, al termine di un anno un pò sottotono dal punto di vista dei risultati e, dopo aver puntato tutto sulle ultime gare hawaiane, è riuscito nell’impresa di riscrivere la storia del surf italiano per la seconda volta e tornare tra i big del surf internazionale.

Abbiamo aspettato un lungo anno, ma a partire dal prossimo marzo lo potremo rivedere titolare a tempo pieno e impegnato in tutte le tappe del World Tour insieme ai migliori al mondo.

Congratulazioni e in bocca al lupo Leo!

 

2018 WSL Qualifying Series Final Top 10:

1 – Kanoa Igarashi (JPN)

2 – Griffin Colapinto (USA)

3 – Seth Moniz (HAW)

4 – Ryan Callinan (AUS)

5 – Peterson Crisanto (BRA)

6 – Deivid Silva (BRA)

7 – Ricardo Christie (NZL)

8 – Leonardo Fioravanti (ITA)

9 – Jadson Andre (BRA)

10 – Jesse Mendes (BRA)

11 – Soli Bailey (AUS)

12 – Ezekiel Lau (HAW)

2018 Vans World Cup of Surfing Results

Athletes listed in 1st through 4th place

1st – Ezekiel Lau (HAW) 12.66

2nd – Jesse Mendes (BRA) 7.63

3rd – Joan Duru (FRA) 7.33

4th – Griffin Colapinto (USA) 4.67

Semifinal (1st and 2nd advance, 3rd = 5th place, 4th = 7th place)

SF1: Joan Duru (FRA) 16.43, Griffin Colapinto (USA) 13.66, Soli Bailey (AUS) 13.20, Jadson Andre (BRA) 0.54

SF2: Ezekiel Lau (HAW) 11.96, Jesse Mendes (BRA) 11.83, Jordy Smith (ZAF) 7.83, Weslley Dantas (BRA) 5.10

Quarterfinal (1st and 2nd advance, 3rd = 9th place, 4th = 13th place)

QF1: Griffin Colapinto (USA) 12.77, Soli Bailey (AUS) 12.07, Carlos Munoz (CRI) 11.67, Jack Freestone (AUS) 9.33

QF2: Jadson Andre (BRA) 13.70, Joan Duru (FRA) 13.17, Matthew McGillivray (ZAF) 13.16, Leonardo Fioravanti (ITA) 12.53

QF3: Ezekiel Lau (HAW) 14.70, Jesse Mendes (BRA) 10.90, Vasco Ribeiro (PRT) 6.94, Kyuss King (AUS) 3.33

QF4: Weslley Dantas (BRA) 14.50, Jordy Smith (ZAF) 12.83, Italo Ferreira (BRA) 9.87, Tanner Gudauskas (USA) 4.34

Round 4 (1st and 2nd advance, 3rd = 17th place, 4th = 25th place)

H1: Griffin Colapinto (USA) 13.50, Leonardo Fioravanti (ITA) 11.76, Joel Parkinson (AUS) 7.60, Wade Carmichael (AUS) 6.33

H2: Soli Bailey (AUS) 14.27,  Jadson Andre (BRA) 12.23, Jack Robinson (AUS) 11.93, Sebastian Zietz (HAW) 10.40

H3: Joan Duru (FRA) 8.27, Jack Freestone (AUS) 8.27, Ryan Callinan (AUS) 8.26, Filipe Toledo (BRA) 7.66

H4: Matthew McGillivray (ZAF) 17.00, Carlos Munoz (CRI) 13.53, Owen Wright (AUS) 13.50, Alonso Correa (PER) 0,00

H5: Vasco Ribeiro (PRT) 11.44, Italo Ferreira (BRA) 10.37, Miguel Pupo (BRA) 10.10, Peterson Crisanto (BRA) 6.47

H6: Kyuss King (AUS) 12.20, Tanner Gudauskas (USA) 10.40, Beyrick De Vries (ZAF) 10.37, Matt Banting (AUS) 7.00

H7: Jordy Smith (ZAF) 14.50, Ezekiel Lau (HAW) 13.14, Maxime Huscenot (FRA) 12.03, Ricardo Christie (NZL) 7.14

H8: Weslley Dantas (BRA) 12.76, Jesse Mendes (BRA) 8.53, Connor O’Leary (AUS) 5.80, Michel Bourez (PYF) 5.23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 ⁄ 7 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER