Report

Team Italia Debutta ai Mondiali in Giappone

Sono iniziati nel week end i mondiali VISSLA ISA Junior in Giappone. Ecco come sta andando il team Italia dopo le prime due giornate di gara.

Il nuovo team Italia Junior FISW ha debuttato ieri ai mondiali ISA in Giappone con le categorie U18 e U16 boys alle quali è stata riservata la prima giornata di gara sui due campi gara allestiti a Okuragahama Beach.

Il primo azzurro ad entrare in acqua negli U18 è stato Mauro Pacitto, che non è riuscito a passare le heat approdando subito ai ripescaggi.

Dopo Pacitto è stato il turno di Edoardo Papa, che gareggia nelle categorie U16 e U18 ed ha esordito nel migliore dei modi con una doppietta eccezionale passando al primo posto la sua heat in entrambi i round e accedendo al secondo round del main event, grazie anche a un paio di air reverse frontside che gli hanno permesso di prendere punteggi alti.

Purtroppo non è andata altrettanto bene agli altri nostri portacolori negli U18, Mattia Migliorini e Giulio Caruso che hanno concluso rispettivamente al terzo e quarto posto, avanzando ai ripescaggi della categoria.

Giulio Caruso si è riscattato poi negli U16, dove ha passato la sua heat al secondo posto, mentre a Ian Catanzariti e Matteo Calatri, entrambi negli U16, è toccato andare ai ripescatggi.

Nella seconda giornata di gara (ricordiamo che a Hyuga sono 7 ore avanti e si è quindi appena conclusa la giornata di lunedì) hanno esordito anche la ragazze in entrambe le categorie in gara, mentre i ragazzi sono andati avanti nel main event.

 

Giada Legati al primo round U18 girls. Foto ISA

 

Giada Legati è la prima delle girls U18 e ha passato la sua heat del primo round garantendosi un posto nel secondo round del main event, mentre Onda Pacitto è andata ai ripescaggi.

Nelle U16 girls entrambe le ragazze in gara, Emma Iacoponi e Onda Pacitto sono andate ai ripescati.

Per quanto riguarda i ragazzi, Edoardo Papa è partito ancora molto bene nel secondo round degli U18, ma la sua heat del secondo round U16 si è accavallata a quella U18 ed Edoardo si è trovato a dover scegliere a quale categoria dare la priorità, dal momento che gli organizzatori non hanno acconsentito a posporre la heat per dargli la possibilità di gareggiare in entrambe con tranquillità.

Oggi quindi è entrato in acqua nella sua heat U18 dove ha disputato solo 10 minuti di gara, prendendo subito tre onde e piazzandosi al primo posto, rimanendovi senza che gli altri avversari riuscissero a superarne il punteggio. Dopo dieci minuti dall’inizio della heat, Edoardo è quindi uscito dal campo gara U18 e con una lunga e stancante corsa si è diretto al campo gara U16 per disputare la sua heat, qui purtroppo non è riuscito a prendere il ritmo, un po’ per la stanchezza, un po’ perchè non aveva studiato adeguatamente le onde e, complice un air reverse backside non chiuso, si è piazzato quarto. Negli U16 dovrà quindi ripartire dai ripescaggi.

La giornata si è conclusa senza lo svolgimento della heat di Giulio Caruso, che si trova nella parte bassa del tabellone, e rientrerà in acqua domani.

Foto cover: Matteo Calatri al primo round U16

 

Edoardo Papa in air frontside reverse al primo round. Foto ISA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 ⁄ 14 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER