Report

Leo Vince il Frozen Open

Leonardo Fioravanti va come un razzo: è suo il titolo del dodicesimo Frozen Open.

Il giovane talento di Cerveteri è imprendibile. Segue Federico Nesti, rivelazione del contest; poi Roberto D’Amico e al quarto posto il sassarese Davide Dettori.

 

FioravantiLeonardo Fioravanti

ISOLA ROSSA, 7 SETTEMBRE 2015 – Forse non arriverà mai nello spazio, ma ieri nella spiaggia della Marinedda la tavola l’ha fatta decollare più volte. Leonardo Fioravanti, 17 anni, originario di Cerveteri (Roma) al Frozen Open andava alla velocità della luce e ha offerto al pubblico uno spettacolo unico, che probabilmente non si era mai visto in Italia. I giudici non hanno avuto dubbi: il titolo della dodicesima edizione del contest di surf più bello d’Italia è andato a lui che si è aggiudicato mille euro in contanti e una telecamera Gopro.

Leonardo Fioravanti ha la faccia ancora del ragazzino ma nelle gambe l’energia di un maciste. Quando esce dall’acqua, con in dotazione quel sorriso alla James Dean e i capelli biondi al vento, si mette a firmare autografi e sprizza gioia da tutti i pori. Sa di aver vinto: quelle manovre non gli sono uscite dal cilindro ma fanno parte di quel repertorio che l’ha reso famoso in tutto il mondo, facendolo diventare un surfista professionista abituato a cavalcare onde pericolose. Tanto da essersi infortunato seriamente l’anno scorso mentre domava Pipeline, alla Hawaii, onda che gli ha rotto una vertebra. Il ‘piccolo’ Leo, 17 anni, cresciuto a pane e oceano, ieri era insieme al padre che quasi non credeva alle evoluzioni del figliolo. “Ma che ha fatto?!” ha detto a un amico seduto accanto al lui in mezzo alla folla della Marinedda. Leonardino aveva appena chiuso alcune delle manovre più spettacolari di tutto il contest. È andato così a lui il titolo della dodicesima edizione del Frozen Open. “Surfare in Sardegna con tutte queste persone che ci guardano è emozionante – ha detto Leonardo, intervistato dallo speaker Vittorio Casu – per me è stato un giorno speciale”.

Fioravanti_1Leonardo Fioravanti

Al secondo posto un altro giovanissimo del surf italiano: il diciannovenne Federico Nesti, di Tirrenia (Pisa) che con poche parole e tanta consistenza è cresciuto round dopo round, arrivando a costringere Roberto D’Amico al terzo posto. “Non sono riuscito a dare il meglio di me stesso – ha raccontato D’Amico, 22 anni – devo fare i complimenti a Leo che è stato bravissimo. Io cercherò di fare meglio il prossimo anno”. Ma la sfida tra titani ha visto in ballo anche un degno rappresentante del reggimento sardo: Davide Dettori. Classe 1986, praticamente cresciuto all’ombra della Torretta di Platamona, Davide ha saputo acciuffare la finale grazie a una gara spettacolare dove ha inanellato una serie di onde sinistre lunghissime che ha saputo sfruttare alla perfezione. “Finalmente ho fatto meglio di mio fratello – ha detto col sorriso tra i denti, riferendosi al gemello Gavino, anche lui in gara – devo dire grazie a tutti gli amici di Platamona e soprattutto alle onde di casa”.

Nesti_2Federico Nesti

I quattro finalisti si sono spartiti il montepremi di duemila euro in contanti e tre mila euro in materiale offerto dagli sponsor Go Pro, House of Marley e Ade. Il contest, al quale hanno partecipato in totale 35 atleti, ha inoltre assegnato i punti per il campionato italiano Fisurf. “Termina così un’altra stagione all’insegna del surf e dello skate alla Marinedda – hanno detto i rappresentanti dell’associazione Marineddabay – vogliamo ringraziare il pubblico che ieri era numerosissimo e tutto lo staff che ci ha dato una mano”.

D'Amico_1
Roberto D’Amico

L’evento Frozen Open ha lo sponsor di Nesos surf shop, GoPro, House of Marley, Ade Shoes, Frozen Clothing, Marineddabay surf camp, e con il patrocinio del Comune di Trinità d’Agultu e Fisurf. È organizzato in collaborazione con: Studio associato Terzitta architettura e ingegneria, Bar Cormorano Marinedda, Agenzia Isola Rossa, Coccodrillus Isola Rossa, Griglieria 4 Mori, Ristorante Gallura, Bar Atlantide, Acqua Fantasy, Tappezzeria Derudas e Bar del Porto.

CLASSIFICA FINALE

1-       Fioravanti

2-       Nesti

3-       D’Amico

4-       Dettori D.

5-       De Nobrega, Castagna

7-    Bresciani, Addis

9-    Casu, Maiorca, De Agostini, Marcianò

13-  Romano, Dettori G., Bellalba, Fenu

17-  Barria, Guzzone, Addis G., Tognotti, Gallizzia, Di Spirito, Migliorini, Ceccarelli

25-  Loretti, Virdis D., Virdis A., Cincotta, Stangoni, Marra, Biosa, Guicciardi

33-  San Filippo, Lollo, Cadau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER