Articoli

The Style Arena Report

Grande successo per la prima edizione del surfskate contest The Style Arena sull’onda artificiale di Torre Pedrera.

 

The Style Arena ph Surfcorner-31

 

Davanti a un folto pubblico si è svolto domenica 10 maggio il primo contest di surf skate sull’Onda’d Legn di Torre Pedrera, l’onda solida che permette di simulare i movimenti e le manovre che normalmente si fanno sul surf e costituisce quindi un ottimo allenamento alternativo in mancanza di onde vere.

L’evento ha richiamato diversi team provenienti non solo da diverse regioni d’Italia, fino alla Sicilia, ma anche dall’estero, con il team tedesco di Emil Skateboards. Onda, ovviamente, di un metro, perfetta e con vento offshore tutto il giorno, e sole a palla!

 

The Style Arena ph Rossetti-4
Giacomo Sintini ha tenuto alto l’onore del locale Team Sequoia a suon di slashate e layback. Foto Carlo Rossetti

 

 

Dopo il clinic mattutino, tutto il pomeriggio è stato occupato dal contest vero e proprio, durante il quale si sono scontrati i team composti da tre rider ciascuno a suon di slashoni, carvate, layback e persino air. Non è stato semplice il lavoro dei giudici, che probabilmente non si aspettavano di assistere a un livello tecnico così alto.

Alla fine si sono sfidati in una finale agguerritissima il team locale di Nautica Urban con il team Pier Point dei toscani supportati da TwinsBros, che dopo aver vinto la finale del round dei losers sono rientrati nel main event e non avevano nessuna intenzione di darsi per vinti. Solo per pochissimo non sono riusciti a strappare la vittoria che è andata al team di Urban, risultato forse un pò più costante nel collegare le sezioni durante la finale e che per questo è salito sul gradino più altro del podio, portandosi a casa l’assegno da 600 euro messo a disposizione da Whitezu.

 

The Style Arena ph Surfcorner-27
Il viareggino Davide Lopez è stato uno dei più radicali e sicuri. Il lungo soggiorno in Australia e Indonesia gli hanno fatto sicuramente bene e ha messo in pratica il suo backside.

 

 

Impressionante anche la vincitrice della sfida femminile, Elisa Giambellano del team Up Surf Madrid di Trapani, che ha dato prova di grande padronanza e radicalità durante la sfida contro la leggenda locale Silvia Maroncelli, portandosi a casa l’assegno da 150 euro riservato alle ragazze.

Un ulteriore premio da 150 euro è andato a Christian Bussotti del team Mosquito, scelto insieme a Davide Lopez e Leonardo Dini per disputare un’expression session a fuoco, e che in un’exploit finale ha vinto il premio Best Trick sfoderando sulla stessa onda non uno ma tre air front side e un quarto in back side, ovviamente dopo aver ripreso l’onda in back side grazie a un roudhouse da manuale, lasciando tutti a bocca aperta.

Per chiudere quella che è stata una gran bella giornata, doverosi sono i ringraziamente e i complimenti all’organizzazione di Whitezu, del Flame Shop e del Bagno Elio 70/71 di Torre Pedrera, che ospita l’Onda’d Legn, che nel sottofondo della musica di Dj Pasteris hanno condito la giornata con birra a fiumi e sardoncini, senza i quali la riuscita dell’evento e il divertimento generale non sarebbero stati possibili. Insomma, una di quelle giornate da ripetere al più presto!

 

10857729_10153184920577752_3272034027469719570_n
Alla fine c’è posto solo per un vincitore, e quello è stato il team di Nautica Urban, da sinistra Leon Baiocchi, Luca Boari e Paolo Lappi.

 

Qui sotto le foto di Carlo Rossetti e Roberto Montanari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER