Skin ADV
Flash news | 2 agosto 2012

Boardriders 162: il nuovo shop Quiksilver a St Jean De La Luz in Francia

Alla scoperta del nuovo store realizzato all’interno della sede Quiksilver e Roxy attraverso il racconto di un ironico e coraggioso surfista durante una giornata di relax, nell’attesa della marea giusta.

 

“Oggi è un giorno perfetto, le condizioni climatiche sono buone e io sono a surfare a Lafitania sulla Costa Basca vicino St Jean de Luz. Ma a quanto pare la marea è troppo alta e sarà perfetta tra un’ora quindi faremo un tour in zona. Vedo davanti a me il nuovo store di Quiksilver, Roxy, DC e Moskova. E’ fantastico! Abbiamo tutto il tempo per farci un giro al suo interno. “Sono fuori di cera!”

 

 

Tra il mare e le montagne c’è il nuovo store. E’ di fronte a me, con tutti i brands, come in un Campus Universitario dove tutte le nazionalità si riuniscono e tutti appaiono al loro meglio. Voglio vivere qui!

 

 

Entrando nel negozio, scopro un grande spazio di 750 m2, prevalentemente nero, diviso da una impressionante scala dorata, che permette di accedere al grande piano rialzato delimitato da balconate di ferro dello stesso colore.
La gamma di tavole da surf è da folli; sono disponibili non meno di 200 modelli. Altri modelli speciali scorrono sul soffitto agganciante ad un nastro trasportatore … sono tutte appartenute a surfisti del team Pro e sono anch’esse in vendita! Le schede tecniche di ogni singola tavola possono essere consultate attraverso un sistema digitale incorporato ad un vecchio tavolo per geometri e collegato al nastro trasportatore.

 


Il nastro trasportarore

 

Con questo sistema ogni tavola si puo vedere a quale surfista corrisponde, conoscerne la storia e le caratteristiche. Ho scoperto, digitando la scheda della tavola n°9 che è appartenuta a Jeremy Flores… wow, pazzesco! Da mezz’ora che sono qui ed ancora non mi sono mosso! Ho letto tutte le schede. Da quella di Kelly Slater a Mick Fanning, Craig Anderson, Tiago Pires immaginando ogni singola storia legata a queste tavole da surf…ma alla fine ho fatto la mia scelta. Sarà la numero 47, quella di Kelly Slater. Di certo non riuscirò a vincere il suo 12° titolo in carriera ma, sicuramente mi farà surfare meglio!

Vedo intorno a me una vasta gamma di prodotti tecnici ma anche una serie incredibile di capi di abbigliamento, da Quiksilver a Quiksilver Woman, Roxy, DC Shoes e Moskova… è chiaro che ho bisogno di un nuovo look!

 

 

Parto dai boardshort, il motivo principale per il quale sono venuto qui. Quiksilver ha pensato a tutto. E’ possibile scegliere un modello nella collezione o crearne uno personalizzato grazie ad un sistema digitalizzato che permette di realizzare i propri boardshort dalla A alla Z, in base ai propri gusti in un infinita gamma di stampe e colori. I modelli sono poi realizzati a mano dai designer in-house direttamente all’interno dello store.

 


Il laboratorio interno

 

Più esploro il negozio e più mi rendo conto che è una cosa che non ho mai visto prima… una zona lounge con comode poltrone e pc ed internet gratuiti, una libreria e soprattutto un bar basco aperto tutto il giorno con i tipici prosciutti locali appesi al soffitto ad una carta di vini meravigliosa. Già mi prefiguro la scena: un piatto di prosciutto spagnolo, un buon bicchiere di Rioja, seduto sulla terrazza con i miei compagni dopo una sessione di surf. E in aggiunta, il venerdì ci sono anche concerti gratuiti!

 

 

Una cosa è certa, ciò che più distingue il negozio dagli altri è l’attenzione alla creatività. Fred, il Creative Director di Quiksilver mi spiega che saranno organizzate mostre d’arte ogni mese e che ci sarà anche l’opportunità di poter collaborare con il team design interno per la realizzazione di progetti.
Io non ho molto talento in questa materia ma, è un opportunità incredibile per tutti coloro che hanno un animo artistico. Per loro questo è più di un semplice negozio . E’ un vero è proprio laboratorio di creazione e collaudo nel design, nel marketing e nel merchandising. Quando vedo i designer penso che vorrei essere la loro cavia!

Dei boardshort, una tavola da surf, un pezzo di cera, un caffè, ed il numero di telefono dell’assistente alle vendite, molto carina. Ma è tardi e ho finalmente deciso di lasciare lo store…direzione…spiaggia di Lafitenia, qui di fronte per tornare con i miei amici e per far conoscere anche a loro questa scoperta sorprendente. Ma in attesa di vederlo di persona visita la pagina: facebook.com/boardriders162campus

Frédéric T. ,surfista, Lafitania St Jean De Lutz (Francia)

Ecco un riassunto delle offerte e per quelli di voi che avranno il tempo di visitare tutto!
- Aperto 7 giorni su 7
- Mostre d’arte ogni mese
- Concerti dal vivo gratuiti ogni venerdì
- Computer i-Mac con wifi
- Library
- i-Pad per ascoltare musica
- X-Box
- Noleggio surfboard
- Bar basco aperto tutta la settimana
- Workshop tutto l’anno: fashion design, decorazione, surf e skateboard, gioielli, fotografia, fashion styling (piano corsi disponibile su Facebook), laboratori per scuole di design e moda.

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...

Vita da Van

Nel 2011 Foster Huntington ha lasciato il suo lavoro sicuro a New York City e la comoda vi…

Joel Parkinson Pro Surf Training

Da oggi è disponibile per tutti il programma di allenamento che ha aiutato Joel Parkinson…

Locals Division Blog

Locals Division è il nuovo blog del campione italiano di longboard Matteo Fabbri, insieme…

Spotify & The JamBO

Spotify, fra i principali servizi di musica in streaming on demand, e The JamBO, il primo…

Summer Styles

No, non stiamo parlando di shapes estivi ma di barbe. Arriva l’estate e se non avete…

Orange House Fuerteventura

Immaginate un luogo dove sia perennemente estate, dove la temperatura sia costantemente ve…

Alessandro Piu per L’Officiel Hommes

Alessandro Piu per L’Officiel Hommes, una delle riviste stilistiche più importanti …

“Colour Love” Billabong Girl web-contest

La collezione Billabong Girls primavera-estate 2013 è incentrata sui colori: quelli scelt…

Bertolini e Bianchi su Deliradio

Se vi siete persi la puntata del 5 Febbraio di Deliradio Boardhouse, con Elena Bertolini …