Report

Concluso con successo il Banzai Junior Surf Champ U16 e U18

Conclusa con successo e con tanta voglia di tornare a gareggiare la prima tappa del campionato italiano Junior a Banzai.

E’ incredibile quanto a lungo le belle sensazioni, i bei luoghi, le emozioni  restino attaccate alle anime delle persone e quanto poco ci voglia a risvegliarle, a farle tornare vivide e presenti.
E’ bastato rientrare nel parcheggio del Banzai Sporting Club, rivedere l’incredibile scenario preparato per la gara e boom, subito si sono riaffacciati gli splendidi ricordi della tappa della scorsa settimana. Sembrano passati pochi minuti, ed invece siamo già alla settimana seguente.
L’avevamo promesso, ci rivediamo subito.

 


Stesso scenario, stessa bellezza, stesse emozioni, protagonisti diversi. Stavolta tocca alle sole categorie U16 ed U18, gli iscritti sono 55, che portano il totale dei partecipanti alla tappa di Banzai a 123, di cui 25 ragazze.

Un successo che testimonia la bontà del lavoro federale, la voglia di surf che c’è nel nostro paese, e la solidità dei surf club che si presentano con team sempre più agguerriti e numerosi a questi appuntamenti.  

 

 

Ci saranno tante novità nel prossimo futuro, che arriveranno piano piano, nel frattempo c’è il sole ci sono le onde, le previsioni sono incoraggianti, la giuria c’è, la musica di Luca pure, il solito Banzai insomma: si parte.

Subito in acqua le ragazze U 16, due semifinali da 20 minuti  agguerrite ed una finale tiratissima da 25 minuti, si ricomincia da dove eravamo rimasti, vince Francesca Valletti Borgnini, la campionessa in carica sempre più clone della sua coach Valentina Vitale con il suo surf rotondo, massiccio, fatto di rail e lettura dell’onda contro cui nulla possono le sue avversarie.

 

 

Seconda Victoria Backhaus, sempre degna e temibile avversaria, terza la local figlia e sorella d’arte Marta Begalli, sospinta dal tifo incessante della crew a terra. Ottima quarta, anche se al di sotto dei suoi standard, Luna Fazioli.
Non si respira nemmeno, il mare continua a crescere, in acqua l’U16 maschile, la categoria più numerosa con 24 iscritti. Una menzione speciale per Mattia Cipriani, che nonostante un grave infortunio ad una gamba e la conseguente operazione viene fino a Banzai solo per  salutare e fare il tifo per i suoi compagni di categoria. Grazie Mattia, a presto in acqua.

 

 

Il tabellone è full, primo turno, quarti di finale, semifinale e finale, si annuncia una battaglia serratissima di grande livello. Qualche protagonista abituale della categoria fa le spese della battaglia durissima, come Cardinali, Ricci e Scoppa  ed al termine di due semifinali molto tirate arriviamo ad una finale.

Ne esce vincitore Brando Giovannoni che non fa altro che confermare quanto di buono sta facendo vedere negli ultimi tempi, un surf pulito, ordinato, sempre efficace.

 

 

Secondo un po’ a sorpresa il local Cipolloni, che sfrutta l’intenso allenamento e la sua conoscenza dello spot pescando l’onda più bella di tutte le finali, bravo Lollo!! Terzo Rufo Baita, che dopo aver surfato benissimo in quarti e semifinali si perde un po’ in mezzo al mare di Banzai alla ricerca dell’onda giusta. Quarto un ottimo Nicolò Calatri, che utilizza il suo bel back side per portarsi a ridosso dei primi tre.

 

 

Nemmeno il tempo di congratularsi che tocca all’Under 18. Fra le donne vince Chiara Gugliotta, vice campionessa U 16, che spinta dalla sua grinta e dalla sua infinita passione sale felicemente incredula sul gradino più alto del podio,  seconda ed altrettanto felice Fratarcangeli. Terza la localissima Adanti che non riesce a trovare il guizzo vincente sulle onde di casa e quarta un’ottima Bruni.

 

 


E si arriva all’under 18 maschile, e se il livello dell’U16 era alto qui è addirittura stellare.  In una semifinale che vale una finale cede perfino Filippo Marullo, il cui meraviglioso carattere trova il modo di dimostrare che si possa anche perdere una heat ma mai il sorriso.

Così in finale si ritrovano Santucci, Funari, Pavoni e Catanzariti. Quattro veterani che mettono in scena 25 minuti di spettacolo che da soli valevano il prezzo del biglietto.

 

 

Comincia la heat alla grande Santucci e nonostante un piede in disordine per un incidente mostra tutto il suo puro talento che lo conduce fino al terzo posto, davanti a Pavoni che lotta da par suo, ma si deve accontentare della quarta piazza.

Da metà heat in poi si scatena Funari che con tre onde incredibili fatte di linee eccellenti, power carve potenti e rail ancorati in acqua strappa ovazioni ed applausi a scena aperta.

 

 

La potenza di Catanzariti, autore di un tail slide stratosferico, non riesce a trovare una seconda onda di livello e si deve inchinare all’eleganza ed alla velocità di Valerio, che si porta a casa la prima posizione e l’abbraccio della folla. Ed è subito tempo di premiazioni, aperte da un ospite graditissimo,  Matteo Fioravanti che porta il saluto di Leonardo dall’Australia,  e magistralmente condotte dal DT Marco Gregori insieme a Filosini, Cimini e Micheli del Banzai Sporting Club, artefici assoluti di questo ennesimo successo. Banzai, è solo un arrivederci.

Report e foto completo sul sito www.surfingfisw.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER