Articoli

Tutto quello che c’è da sapere sul Surf alle Olimpiadi

Il sogno del Duke si sta finalmente avverando, i Giochi Olimpici di Tokyo con il Surf sono pronti a partire.

Il padre del surf moderno, Duke Kahanamoku, già medaglia olimpica nel nuoto, aveva espresso il sogno di vedere incluso il surf alle olimpiadi più o meno un secolo fa in occasione dei Giochi Olimpici di Stoccolma nel 1912.

Diverse decine di anni dopo, la ISA nella persona del suo presidente Fernando Aguerre ha condotto una campagna durata più di vent’anni, che nel 2016 ha portato il Comitato Olimpico Internazionale a includere il surf tra gli sport ammessi alle Olimpiadi, coronando definitivamente il sogno del Duke.

Tra gli atleti qualificati per Tokyo 2020 (che come sappiamo, causa covid è slittata al 2021), 20 uomini e 20 donne in rappresentanza di 18 nazioni, c’è anche il nostro portacolori nazionale Leonardo Fioravanti, che dopo aver mancato la qualificazione diretta ed essere stato ammesso come riserva grazie ai risultati ottenuti, è entrato di diritto a partecipare in rappresentanza dell’Italia dopo il forfait di Jordy Smith a causa di un infortunio.

Sarà proprio Leonardo Fioravanti a inaugurare il Surf alle Olimpiadi, la sua heat contro il brasiliano Italo Ferreira, il giapponese Hiroto Ohara e l’argentino Leandro Usuna è infatti la prima del primo round.

Clicca qui per vedere il tabellone con le prime heat in programma.

Dopo la cerimonia di inaugurazione che avrà luogo il 23 luglio, il Surf debutterà domenica 25 luglio con la prima heat prevista per le ore 7:00am ora locale (mezzanotte ora italiana).

I Giochi saranno trasmessi dai canali TV RAI2 (che ha a disposizione 200 ore per la trasmissione) e Eurosport e altri canali streaming (Discovery+, Eurosport Player, DAZN) e a pagamento.

Le heat si svolgeranno in Oceano nello spot di Tsurigasaki Beach, prefettura di Chiba a est di Tokyo, uno degli spot più consistenti del paese che offre picchi di qualità su fondale sabbioso.

Clicca qui per seguire il tabellone e i risultati sul sito ufficiale.

FORMAT DI GARA

Il format è semplice e ricalca quello classico, il primo round sarà composto da 5 heat di 4 atleti ciascuna. Nessuno sarà eliminato al termine del primo round, coloro che non passano la prima heat avranno una seconda possibilità al secondo round per tentare di rientrare in gara.

I primi due surfisti passano direttamente al terzo round, gli altri due classificati 3° e 4° avanzeranno al secondo round. Qui si scontreranno in 2 heat da 5 surfisti, i primi 3 classificati avanzano al terzo round, gli altri due saranno eliminati.

A partire dal terzo round le heat saranno da due, dove i surfers si affronteranno in un testa a testa. Il vincitore della heat passa a quella successiva, chi perde viene eliminato. Nel terzo round ci saranno otto heat, dopodichè si passa ai quarti di finale, semifinali e finali (1°/2° posto e 3°/4° posto).

Il campo gara di Tsurigasaki Beach. Foto The Surf News

Tutti i risultati e gli aggiornamenti possono essere seguiti sul sito ISA o in tempo reale sul sito ufficiale dei Giochi Olimpici.

DOVE VEDERE IL SURF ALLE OLIMPIADI DI TOKYO 2020

RAI2

Rai2 ha a disposizione un pacchetto di 200 ore per trasmettere gli eventi che riterrà più opportuno, gratuitamente in diretta TV.

Discovery+

La nuova piattaforma nata da poco trasmette tutti gli eventi sportivi presenti a Tokyo 2020. Clicca qui per il surf.

Discovery+ è disponibile anche come canale di Amazon prime video. Il pacchetto intrattenimento + sport permette di vedere tutti gli eventi delle Olimpiadi sia live che on Demand.

Le heat di svolgeranno dal 25 luglio al 1 agosto, condizioni meteo permettendo. Saranno sufficienti 4 giorni pieni per completare l’evento surf.

Il surf alle Olimpiadi è già stato confermato per la prossima edizione di Parigi 2024, in occasione della quale sarà Tahiti a ospitare la competizione di surf.

La ISA, International Surfing Association, è già al lavoro per ottenere l’inclusione del surf anche ai giochi olimpici di Los Angeles 2028.

Ecco la lista aggiornata dei surfisti che vedremo a Tokyo:

DONNE:

2019 WSL Championship Tour

Carissa Moore (USA)
Caroline Marks (USA)
Tatiana Weston-Webb (BRA)
Silvana Lima (BRA)
Brisa Hennessy (CRC)
Sally Fitzgibbons (AUS)
Stephanie Gilmore (AUS)
Johanne Defay (FRA)

2021 World Surfing Games

Yolanda Sequeria (POR)
Teresa Bonvalot (POR)
Daniella Rosas (PER)
Leilani McGonagle (CRC)
Mahina Maeda (JPN)
Amuro Tsuzuki (JPN)
Pauline Ado (FRA)

2019 World Surfing Games 

Anat Lelior (ISR)
Bianca Buitendag (RSA)
Ella Williams (NZL)
Sofia Mulanovich (PER)

2019 Pan Am Games

Dominic Barona (ECU)

UOMINI:

2019 WSL Championship Tour:

Gabriel Medina (BRA)
Italo Ferreira (BRA)
Kolohe Andino (USA)
John John Florence (USA)
Owen Wright (AUS)
Julian Wilson (AUS)
Jeremy Flores (FRA)
Michel Bourez (FRA)
Kanoa Igarashi (JPN)
Leonardo Fioravanti (ITA)

2021 World Surfing Games

Leon Glatzer (GER)
Miguel Tudela (PER)
Lucca Mesinas (PER)
Manuel Selman (CHI)
Hiroto Ohhara (JPN)

2019 World Surfing Games

Rio Waida (INA)
Frederico Morais (POR)
Billy Stairmand (NZL)
Ramzi Boukhiam (MAR)

2019 Pan Am Games

Leandro Usuna (ARG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER