Articoli

Un Pò di Chiarezza su Fisurf e FISW

Dopo la notizia dell’ingresso di Fisurf in FISW non sono ancora ben definiti i ruoli delle due federazioni e non è chiaro come sarà trasformata la Fisurf e il suo organico a seguito dell’accorpamento. 

E’ ferma intenzione di Fisurf “preservare la storia della più antica associazione del Surfing e Sup in Italia dall’oblio”, è quanto dichiara il presidente Alessandro di Spirito in questa lettera, cercando di fare un primo momento di chiarezza all’interno di una situazione ancora incerta in queste prime fasi:

 

“Dopo un buon avvio di stagione che ci ha portato in poco più di un mese ad aver disputato tre raduni preparatori per gli atleti Surf e Sup, un corso judge ,un corso

istruttori, aver pianificato l’attività agonistica della stagione in corso, aver individuato finalmente responsabili dei circuiti Short e Longboard nonchè responsabili e tecnici per le varie discipline e categorie,  oltre che aver assunto in forma stabile una segretaria, ci troviamo da qualche settimana in una complicata situazione per la nostra associazione della quale vi mettiamo al corrente in questo momento.

Il dialogo con il CONI avviatosi con l’ingresso nell osservatorio come nuova disciplina sportiva circa due anni fa ha subito in queste settimane una svolta per noi imprevista; con l’ingresso del surfing nelle competizioni dei prossimi Giochi  Olimpici avvenuto il tre agosto 2016, si rende da subito indispensabile ed indifferibile che l’Italia partecipi e sia rappresentata con la massima organizzazione e supporto possibili  già alle prossime competizioni internazionali onde rendere la qualificazione ai giochi olimpici cosa certa. A tal fine il CONI ha ritenuto opportuno utilizzare l’esperienza maturata dalla FISW nello sci nautico e nel wakeboard chiedendo contestualmente a Fisurf di lasciare l’osservatorio e dar corpo in FISW ad un settore Surfing che promuova sotto l’egida di questa federazione sportiva nazionale tutte le discipline del Surfing ivi compreso quindi il SUP.

Al momento quindi Fisurf stà compiendo una serie di verifiche per capire gli impatti di queste decisioni rispetto agli impegni presi con tutti i propri stakeholder , seguiranno ulteriori verifiche con la FISW nel corso della prossima settimana, tra i nostri obiettivi cè quello di preservare comunque la storia della  più antica associazione del Surfing e Sup  in Italia dall’oblio e  quanto finora fatto per questo sport in quasi tre decadi di vita associativa da tutte le persone che a vario titolo e nel tempo hanno lavorato duramente in tempi in cui il nostro sport non era ancora conosciuto e supportato se non dalla passione di pochi sportivi.”

Il presidente

Alessandro Di Spirito

 

Cover foto: La Nazionale italiana ai Mondiali ISA Junior alle Azzorre 2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER