Articoli

Surf4Children e Banzai Surf School

Surf4Children è la ONLUS italiana che pone il surf al centro di un progetto di volontariato nazionale e internazionale. Ecco nei dettagli di cosa si occupa

13

 

 

Cos’è Surf4Children?

Surf4Children è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) regolarmente iscritta all’elenco delle ONLUS della regione Lazio.

È stata fondata da un gruppo di giovani medici che ha deciso di unire la propria professione alla passione per il mare, per lo sport e per i bambini.

Surf4Children si propone di promuovere e diffondere la cultura dello sport in generale, e del surf in particolare, come importante strumento per il raggiungimento del benessere completo dei bambini e delle famiglie con bisogni speciali in Italia e nel mondo.

 

8

 

 

Di cosa si occupa Surf4Children?

Sono attualmente in corso due progetti: #surf4specialneeds e #surf4sierraleone

#surf4specialneeds

Il primo progetto di Surf4Children onlus, in corso durante questa estate 2015, è #surf4specialneeds, un corso di surf gratuito inserito in un percorso di psicomotricità innovativo all’insegna del divertimento sia per i bambini/ragazzi con bisogni speciali che per le loro famiglie.

Le famiglie prendono contatto con i medici Surf4Children (o tramite mail/internet, oppure direttamente nei principali ospedali pediatrici laziali dove lavorano la maggior parte dei nostri medici volontari) in modo da consentire all’associazione di conoscere il futuro atleta, valutare se nell’ambito della patologia ci sono eventuali controindicazioni a questa tipologia di attività, ma soprattutto definire con l’atleta e la sua famiglia gli obiettivi e disegnare un percorso personalizzato che permetta di mettere in risalto le ABILITA’ e ridurre al minimo le disabilità, pur sempre lavorando sui punti deboli cercando di migliorarli.

Potenzialmente, ogni bambino/ragazzo con qualunque bisogno speciale può prendere parte alle nostre lezioni grazie proprio a questo percorso iniziale con i medici che sono comunque sempre presenti durante l’attività in spiaggia.

Hanno aderito per questa stagione atleti con sindrome di Down, autismo, sindrome di Angelman, sindrome di Kabuki, problemi neurologici secondari a problemi alla nascita, etc.

 

 

3

 

 

#surf4sierraleone

Surf4Children Onlus ha iniziato un progetto unico quanto ambizioso, attivare progetti di cooperazione e rilancio socio-sanitario internazionale con paesi poveri esposti in zone surfistiche.

A tal riguardo, Surf4Children Onlus ha in corso una collaborazione con Bureh, cittadina della Sierra Leone dove è stata fondata la prima Surf School dell’Africa povera (Bureh Beach Surf Club). In questa cittadina, i locals avevano iniziato con grande successo  un vero e proprio business eco-sostenibile incentrato sul surf per il sostentamento della popolazione locale. Tale progetto di crescita è stato recentemente interrotto dall’epidemia di Ebola.

A Bureh è stata pertanto iniziata e quasi terminata la costruzione di una struttura sanitaria (che mancava in città) che sarà in grado di ospitare medici volontari, con a disposizione stanze di isolamento per eventuali pazienti con criteri di sospetto per Ebola. I medici di Surf4Children Onlus inizieranno da febbraio 2016 un percorso di assistenza di primo/secondo livello e training della popolazione locale, apportando visite gratuite e finanziando farmaci, vaccini, antibiotici, filtri per l’acqua e tutto il necessario.

Le attività verranno concordate con i responsabili del villaggio e le autorità della Sierra Leone, e andranno a coprire le principali problematiche locali: malaria, diarrea e disidratazione, HIV, tubercolosi, polmoniti, meningiti, assistenza neonatale, assistenza a donne in gravidanza, valutazioni dermatologiche, prevenzione e promozione della salute, valutazioni neurologiche, valutazioni cardiologiche, training di personale locale

 

 

6

 

 

 

Perché avete scelto proprio il Surf?

Già dal primo momento in cui abbiamo scoperto il mondo del Surf dai nostri amici del Point Break Fregene, abbiamo percepito l’energia positiva che trasmette questo sport, che come molti a ragione dicono, non è semplicemente uno sport, ma uno stile di vita. Lavorando in ospedale proviamo quotidianamente le difficoltà di tutti i giorni delle famiglie con bisogni speciali e sappiamo che il concetto di salute va ben oltre il trattamento delle malattie in ospedale. Il surf permette a queste famiglie di stare in gruppo con gli altri favorendo un percorso di inclusione in un gruppo, ma permette anche di svolgere l’attività in acqua singolarmente lavorando in maniera personalizzata sui bisogni di ogni atleta. Infine, il tutto si svolge al mare, un ambiente che trasmette serenità e divertimento ai bambini e ragazzi ma anche alle loro famiglie.

 

5

 

 

Perché avete scelto questo nome?

Molti dei medici di Surf4Children sono pediatri e pertanto consapevoli che prendersi cura di un bambino significa prendersi cura anche delle loro famiglie, delle donne in gravidanza, di chi si prende cura del bambino, che avere a che fare con un bambino con bisogni speciali significa che tutta la famiglia ha bisogni speciali. Inoltre i bambini sono il futuro della società, quindi pensiamo che aiutare un bambino significhi aiutare una comunità.

Perché avete scelto di collaborare con Banzai Surf School?

Da oltre due anni pensiamo a questo progetto e dal primo momento abbiamo avuto le idee ben chiare su cosa fare e come farlo, e sui suoi potenziali benefici. Ma essendo medici, seppur con la passione per il Surf, per garantire il miglior servizio ai nostri atleti volevamo che fossero surfisti professionisti ad insegnare l’attività almeno ai bambini/ragazzi con disabilità minori, mentre i bambini più complessi vengono seguiti direttamente dai medici.
Abbiamo pertanto atteso di conoscere qualcuno che si occupasse di questo sport con gli stessi principi che noi mettiamo nel nostro lavoro: passione, amore, cultura, professionalità, amicizia, divertimento. Al tempo stesso era necessaria una location tranquilla, poco trafficata e poco affollata con a disposizione tutti i bisogni primari per le famiglie. Abbiamo trovato queste caratteristiche nei ragazzi di Banzai Surf School, che da subito hanno condiviso il nostro progetto e accettato di accompagnarci in questo percorso #surf4specialneeds.

Resta il fatto che Surf4Children è una onlus e in quanto tale apartitica, apolitica e le cui attività non perseguono scopi di lucro ma esclusivamente finalità di solidarietà sociale. Pertanto, chiunque segua questi principi può contattarci e sostenerci.

 

4

 

 

Chi e come può sostenere e collaborare con Surf4Children Onlus?

Come detto, chiunque condivida i nostri principi può aiutarci e mettere a disposizione le proprie idee, professionalità e impegno.

Anche per il progetto #surf4sierraleone, oltre ai medici, si sono già messi a disposizione volontari non medici che affiancheranno il personale sanitario durante le visite e in genere contribuiranno allo sviluppo locale.

Per chi, per problemi o impegni personali, non possa partecipare attivamente alla vita della onlus ma voglia comunque sostenerla, è possibile diventare soci, effettuare donazioni, attivare fundrasing e versare il 5×1000.

Sul sito www.surf4children.it trovate tutte le info a riguardo e i nostri contatti mail e telefono.

 

Surf4Children Onlus

Right to Fun – Diritto al Divertimento

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER