Report | 23 luglio 2012

Lorenzo Castagna vince il Porto Ferro surf clash

Una finale agguerrita, tra onde alte almeno un metro e mezzo pettinate dal vento da terra e la musica come sottofondo. È terminato con il concerto e la vittoria di Lorenzo Castagna il Porto Ferro surf clash, l’evento di sport, musica e arte che si è tenuto domenica nella spiaggia sassarese. Al secondo posto Gavino Dettori, seguito da Vittorio Casu e Alberto Costa.

Alla fine l’ha spuntata il surfista più esperto e con un surf preciso e dalle linee pulite. Lorenzo Castagna, atleta della Toscana ma residente a Buggerru, sin dalla prima batteria aveva fatto vedere di non voler rinunciare al gradino più alto del podio. E infatti onda dopo onda si è conquistato la finale a suon di primi posti e non ha lasciato dubbi al pannello di giudici federali: i due migliori frangenti nell’ultima mezz’ora di gara sono stati i suoi, conquistando così i premi e il trofeo offerti dalla North shore surf tribe, l’associazione sportiva che ha organizzato la manifestazione.

 


Lorenzo Castagna

 

La cronaca della gara dice che non c’è stata storia. O quasi. Perché il sassarese Gavino Dettori, secondo piazzamento, era il favorito anche e soprattutto perché conosce alla perfezione le secche di Porto Ferro. È stato però proprio questo aspetto – la scelta delle onde – a penalizzarlo, perché ha remato frangenti che gli hanno permesso poche manovre. E poi, soprattutto, ha abbandonato la marcatura su Castagna, che ha trascorso i minuti della finale praticamente da solo, a centro baia, ad aspettare le onde migliori. Vittorio Casu, infaticabile presidente del club Nsst e agonista da tanti anni, si è guadagnato con il sudore il terzo posto, mentre dietro di lui si è ritrovato Alberto Costa, uno degli atleti più completi della Sardegna per le innumerevoli discipline che pratica. La sorpresa per il pubblico è stata invece Mattia Maiorca, giovanissimo surfista della provincia di Oristano. Mattia, nonostante i 12 anni di età, affronta già onde potenti e di qualità, tra cui Capo Mannu (penisola del Sinis) e ieri non ha avuto nessuna difficoltà a buttarsi in acqua e remare le onde più grosse.

 


Mattia Maiorca, il più giovane in gara

 

Il contorno a tutto questo l’ha fatto soprattutto il pubblico. Mai, infatti, tante persone si sono ritrovate assiepate sulla scogliera di Porto Ferro per vedere il più vicino possibile i ragazzi che affrontavano le onde, remavano contro la corrente e, in qualche caso, finivano anche sopra il temibile e affilatissimo tavolato di rocce infestate dai ricci. Lo spettacolo, però, non è terminato con la finale della gara di surf. È continuato sino a notte fonda.

Oltre all’arte di Andrea Casciu e Andrea D’Ascanio, gli artisti eclettici che hanno decorato decine di tavole, skimboard, body board e qualsiasi cosa gli capitasse sottomano, la musica live delle migliori rock band del territorio ha deliziato gli spettatori e diffuso nell’aria sonorità di ogni genere. Dal punk acustico suonato da Michelangelo Rombi dei Padrini al funkie degli Apollo beat, sino all’alternative rock e punk dei 4 Bed guys, Dealma e Hello Rockets, al rock poetico degli Cherì sulla Luna e poi ancora il metal degli Shoggoth, l’indie powerpop dei Cliches e lo stoner dei Bred in Belfast. Alla fine, davanti al Baretto di Porto Ferro, partner dell’evento, centinaia di persone hanno fatto tardi ballando sotto il cielo stellato.

Una bella festa, insomma, così come l’avevano pensata all’associazione sportiva Nsst, formata da surfisti che frequentano da decenni la baia del comune di Sassari. «È andato tutto al di là delle aspettative – ha detto il presidente del club Vittorio Casu – la manifestazione è stato un successo e non ci aspettavamo di fare un evento così».

Il Porto Ferro Surf Clash ha lo sponsor di Black Market Surf Shop, KeyEstate e CMYK ed è stato organizzato in collaborazione con il Baretto di Porto Ferro, Ciclofficina e Tre.

Guarda le altre foto nella gallery:

 

1° Porto Ferro Surf Clash

Spot: Porto Ferro, Sassari, Sardegna

Main sponsor: Black Market Surf Shop, Key Estate, CMYK, [comfortzone]

In collaborazione con: Il Baretto, Ciclofficina, Tre, Flair team Sardegna, Caffè lounge, Voyager, Fm group, La casa della chiave, Gioielleria Orafart, G&Co, Laboratorio costruzioni metalliche geometra Antonio Ruiu, Coffee Break, Dream Parrucchieri

Patrocinato da: Comune di Sassari – Assessorato alle Politiche ambientali e Assessorato allo Sport, Ente di promozione ENDAS

Staff organizzativo: A.S.D. North Shore Surf Tribe
Pagina Facebook:
Surfclash Porto Ferro
Mail:
portoferrosurfclash@gmail.com
Info e segreteria:
Black Market Surf Shop 079 235595

TAG: , , ,

Commenti
Potrebbe interessarti anche...

Pipe Masters 1985: Occy’s Win

Inizia oggi il waiting period del Pipe Masters. Trentun’anni fa Mark Occhilupo vince…

Al via domani i Mondiali ISA di Adaptive Surf

Ai nastri di partenza i mondiali ISA di adaptive surf a La Jolla, California. Ecco il team…

P A U S E

Pausa pranzo tra sud ovest della Francia e Indonesia con Bruno Degert    

Roberto D’Amico Back to Quemao Class

Roberto D’Amico torna a Lanzarote per il Quemao Class insieme ai migliori tube rider…

Ufficiale: Leonardo Fioravanti farà il WCT

La battaglia per la qualificazione al WCT è finita e la lista dei top 10 QS ben delineata…

60” Edoardo Papa November Ep. 1

Edoardo Papa si racconta in un nuovo progetto video in quattro episodi stagionali. 60 seco…

Eddie Would Go. And The Eddie Will Go

Inizia con la classica cerimonia di apertura il waiting period della 32^ edizione del Quik…

Il Fascino Discreto della Bora

Fare surf in Adriatico con la bora in una giornata invernale è quasi proibitivo ma ha se…

Leo Fioravanti a Nias. Epic Bonus Track

Leonardo Fioravanti nella session epica a Nias attraverso la lente di Alessio Saraifoger. …