Skin ADV
Articoli | 14 gennaio 2010

Surfer’s etiquette: le regole in mare diventano ufficiali in australia

Surfcorner.it -Si sa, le regole di precedenza per surfare in tutta sicurezza in mare ci sono sempre state, anche se tramandate per via di consuetudine. Qualcuno le rispetta, qualcun’altro no. Ma la situazione in Australia, e precisamente a Manly Beach, si è fatta piuttosto pesante.

Il continuo sovraffollamento degli spot e gli incidenti in mare hanno reso le cose più urgenti, e non sarebbe stata la prima volta che l’inosservanza di tali regole avrebbe portato a risolvere la questione sulla spiaggia, alla vecchia maniera.

Il comune di Manly, nella zona a nord di Sydney, ha definitivamente ufficializzato le regole di precedenza in mare collocando su tutte le spiagge dei grossi cartelli a forma di tavola da surf, su cui sono riportati i 7 comandamenti che vanno a formare il codice del surfista, con lo scopo possibilmente di limitare i danni e i litigi.

E’ il primo comune del New South Whales del sud a introdurre questo tipo di accorgimenti, mirati appunto a limitare i litigi e a promuovere una cultura del rispetto e della responsabilità in mare.

In sintesi: è vietato droppare, snakeare, remare verso la line up intralciando chi surfa (ovvero, bisogna fare il “giro largo” oppure aspettare inside nella schiuma). Il surfista che risale è poi tenuto a dare la precedenza a chi surfa, comunicare in fase di take off la propria intenzione di andare a sinistra o destra, surfare entro i propri limiti, non mollare la tavola.

I cartelli sono stati realizzati in collaborazione con il Manly Surf Club e il Manly Surfers Action Group e sono stati disegnati nientemeno che dal leggendario Nat Young.

A cura della redazione
Surfcorner.it

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...