Skin ADV
Foto | 1 dicembre 2009

Foto alessio piombo

Foto Portfolio di Alessio Piombo, di cui trovate l’intervista negli articoli!

Commenti
vedi anche

Foto alessio piombo

Dalle macro al surf, i soggetti di Alessio Piombo, surfista varazzino con la passione della fotografia, sono tutti principalmente a base d’acqua.
E non poteva essere diversamente, per uno che nell’acqua ci sguazza ad ogni mareggiata…

ALESSIO PIOMBO

Età: Tra qualche settimana ne compierò 22
Residenza: Varazze
Homespot: Varazze

Da quanti anni fai surf?
Ho iniziato nell’estate del 2006.

Da quanti anni ti dedichi alla fotografia?
Ormai 2 anni, ho comprato la mia prima reflex a maggio 2008.

Quando e come hai iniziato ad appassionarti di fotografia?
Intorno ai 18 anni, fotografavo di tutto, i mezzi erano ancora limitati, vedevo le mie foto deluso dalla resa e forse anche dalla fantasia, tutto ciò ha contribuito nel migliorarmi e cercare nuovi stimoli

In quale categoria ti inseriresti tra queste: hobbista, amatore, appassionato evoluto, professionista.
Direi appassionato evoluto, non mi sono mai sentito un semplice amatore e i complimenti che ricevo per le mie foto mi fanno pensare di essere sulla buona strada.

Qual’è stato il tuo percorso formativo?
Non ho mai frequentato nessun corso, all’inizio ho seguito qualche forum on-line per capire come usare la mia reflex al 100%, è stato davvero utile! Attualmente passo molto tempo ad osservare i lavori dei grandi fotografi per capirne pregi e difetti, credo che sia il modo migliore per imparare! In rete c’è molto materiale di qualità e cerco di sfruttarlo al meglio. Inoltre ci sono certi aspetti della fotografia che devi capire da solo, nessun corso te li potrà mai insegnare.

Quando hai iniziato a fotografare il surf?
Da meno di un anno, ho iniziato seriamente con l’acquisto del mio primo teleobiettivo.

Qual è la difficoltà nel fotografare surf in Italia?
Il vero problema è che i fotografi di surf non sono quasi mai pagati e visto che molti, come me, sono anche surfisti vanno tutti a surfare al posto che scattare. Risultato: tutti contenti, belle onde e poche foto. Servirebbe un piccolo stimolo per inchiodarci a terra a fotografare!

A parte Varazze hai fotografato altri posti in Italia o all’estero?
Per adesso solo Varazze.

Che attrezzatura usi per le foto surf e quale per gli altri soggetti?
Corpo macchina Canon 50d ,per il surf e la caccia fotografica uso il Canon 70-200 f/2.8 eventualmente con il moltiplicatore 1.4x, per i paesaggi uso un grandangolo Tamron 17-50 f2.8 o il Samyang 8mm f/3.5 FishEye, per i ritratti principalmente il Canon 50mm f/1.8 e infine per le macro un Tamron 90 f/2.8.

Quali sono stati i tuoi primi soggetti fotografici e come mai sei arrivato al surf solo più tardi, nonostante sia una delle tue principali passioni?
Ho sempre avuto un debole per i paesaggi, sono stati i miei primi soggetti e sono quelli che appaiono più frequente nelle mie fotografie.

Qual è la tua specialità?
Nonostante la mia passione per la fotografia paesaggistica, le mie fotografie più apprezzate sono le macro ed i ritratti, anche perché i paesaggi sono stati un po’ inflazionati ultimamente e scovare angoli originali non è sempre così facile.

Quanto alle foto surf, quali sono gli scatti preferisci realizzare?
Intanto cerco di evitare come la peste i ritratti! Una bella foto deve rendere l’idea anche dell’onda, non solo del rider. Se devo fare uno scatto “diverso”preferisco allargare l’inquadratura ed includere nel fotogramma qualche altro elemento. Non nascondo che in certe occasioni qualche primo piano l’ho fatto, ma con moderazione e lasciando sempre il dovuto spazio davanti al rider, senza troncare nulla!

Quanto è difficile dedicarsi a fare foto di surf, quando le onde sono belle? E come superi questo “ostacolo”?
Eh Eh…Bella domanda…semplicemente non lo supero!
Se mi vedete sul molo a fotografare ci sono tre possibilità (solo 2 plausibili):
1-Ho surfato 2 ore, sono morto, e quindi faccio due foto mentre aspetto di rientrare.
2-Sono appena arrivato, ci starò 15 minuti e poi entrerò in mare.
3-Sono incatenato al molo e non posso liberarmi

Come trascorri la tua giornata tipo?
Al mattino lavoro nell’azienda di famiglia, nel pomeriggio studio perché sto finendo l’università.

Se potessi scegliere un gruppo di surfisti italiani con cui fare uno shooting chi sceglieresti e perchè?
Thomas Cravarezza, Fabietto Giusto e Filippo Orso… Stile impeccabile in ogni attimo.

E stranieri?
Dane Reynolds e Jordy Smith… Sono davvero fuori controllo.

Quali tra i fotografi italiani che conosci ti piace particolarmente e perchè?
Ho visto foto di Giuseppe Repetto davvero notevoli, colori, inquadrature, luci…rendevano molto bene il momento.

Tra quelli stranieri invece quali ti ispirano maggiormente?
Dustin Humphrey, fotografa in un modo fuori dal comune, scatti innovativi e per certi versi impossibili

Qual è il tuo obiettivo riguardo alla fotografia?
L’obiettivo sarebbe quello di guadagnare qualcosa, per camparci devi fare le solite foto scontate di matrimoni e robette varie, e a quel punto non mi divertirei più! (Anche se per il momento andrebbe bene ugualmente…Un po’ di soldini male non fanno).
Punto a trovare qualche lavoretto semplice per arrotondare, di qualsiasi genere, che mi porti a fotografare tutto, dallo sport, al paesaggio, alle macro, allo street, still life e anche al matrimonio o book. L’unica limitazione che mi pongo è quella di variare i soggetti in modo di migliorare su tutti i campi e diventare un buon fotografo di “tutto”.

Concludi con una massima…
I fotografi pensano alle foto, i fotoamatori pensano alle macchine.

Il portfolio di Alessio Piombo prosegue nella Foto Gallery.

Commenti
vedi anche