News

Jennifer smith vince roxy jam 2009 e ottiene il suo secondo titolo mondiale asp

BIARRITZ, Francia – Martedì 14 luglio 2009 – La ventitreenne californiana Jennifer Smith ha vinto il Roxy Jam, che si è concluso oggi a Biarritz. Ottenendo il suo secondo titolo mondiale ASP Women’s World Longboard della sua brillante carriera. La Smith ha battuto la finalista e fuoriclasse Coline Menard, ventunenne francese di Reunion Island, nell’exchange finale dell’edizione 2009.
La Smith, che ha dominato la finale dall’inizio alla fine, ha confermato la sua “stellare” semifinale nella quale ha raggiunto il punteggio di 9.25, il più alto per un onda sola di tutto l’evento, battendo così facilmente la Menard.
“Vincere un secondo titolo mondiale è assolutamente incredibile”, dice la Smith che prosegue: “Ero pronta a ritirarmi nella semifinale e non avevo idea che stavo per prendere quell’onda e realizzare quel punteggio. Così mi sono sentita più sicura e una volta in finale ero determinata a conquistare il secondo Titolo Mondiale”.
La Smith, che ha raggiunto questo nuovo titolo mondiale di fronte a un pubblico entusiasta raccoltosi sulla Costa Basca, ha segnato il suo grande ritorno in vetta, dopo parecchi mesi senza alcuna vittoria.
“Non me lo aspettavo. Non vincevo una competizione da mesi, forse da un anno.” dichiara sempre la Smith, “sono venuta per dare il massimo e vedere cosa succedeva, ho fatto la finale e l’ho vinta. E’ così bello ottenere il secondo Titolo. Andrò a festeggiarlo con i miei amici questa sera e domani rientrerò nel mio Paese.”
Con le sue tre favorite e un’outsider nelle Semifinali, il Roxy Jam del 2009 è stato testimone di livelli spettacolari di agonismo attraverso tutti i quattro giorni di svolgimento delle gare. Il nuovo fomat composto da ben 32 atlete partecipanti, ha dato maggiore intensità a tutta la competizione.
La manovra finale della Menard ha mostrato ancora una volta quanto le rider francesi siano forti, restando per il terzo anno saldamente in finale.
“Il livello agonistico del surf è cresciuto molto in questi giorni” aggiunge la Smith. “Tutte le volte che vedo Coline Menard ad un campionato, è sempre più forte. Questo dimostra che il talento è sempre più elevato in Europa e in tutto il mondo. Le ragazze europee con Justine (Dupont) stanno scalando la classifica, Coline e l’altra Justine (Mauvin) presto la conquisteranno. Penso che Coline farà meglio il prossimo anno”.

A 21 anni Coline Menard è diventata la seconda delle atlete francesi a raggiungere la finale, dopo Justine Dupont nel 2007 che ha perso sempre con la Smith. “Partecipare alla finale è un sogno che è diventato realtà” dice la Menard. “ Tutto è andato come speravo, tranne la finale dove non sono riuscita a prendere onde. Jennifer è stata più brava e meritava di vincere. Non avevo stress prima delle finali, sapevo che sarebbe stata dura, ma ho cercato di rimanere rilassata.”
La Menard è cresciuta moltissimo in poco tempo. E’ venuta a Biarritz sperando di migliorare il suo 9° posto nella classifica del 2007 e finire fra le finaliste nel più prestigioso dei campionati.
“Ho trascorso quattro mesi in Australia quest’anno, partecipando a tutti gli eventi per acquistare esperienza e migliorarmi”, prosegue la Menard “non ho ottenuto nessun grande risultato ma mi ha certamente aiutato a avere maggiore sicurezza. Così quando sono arrivata qui ero in grado di lasciarmi tutto alle spalle e surfare rilassata nel corso dell’evento che aveva preso una piega perfetta”.
Dopo aver dominato dal 1° Round fino alle semifinali tutto il Campionato, la favorita ventitreenne australiana Chelsea Williams ha ottenuto il terzo posto in classifica a pari merito con la diciassettenne francese Justine Dupont. La nota rider ha perso contro la Smith, malgrado una solida performance e il punteggio di 13.25, su un massimo di 20.
“Sono veramente dispiaciuta di non avercela fatta”, ha dichiarato la Williams, “non ho potuto trovare le onde migliori e quando Jennifer (Smith) ha totalizzato 9.25, sapevo che sarebbe stato difficile recuperare da lì in poi. Sono restata ad attendere e non è arrivato nulla.”
La Williams è stata la migliore atleta con un punteggio impressionante di 16.50 il primo giorno. Oggi era attesa nei gradini più alti del podio, ma ha fallito contro il perfetto attacco della Smith e dovrà attendere un altro anno prima di inseguire il primo posto nel Titolo ASP WORLD della sua categoria.
La Dupont non è riuscita ad avanzare nel sua secondo finale del Roxy ASP WOMEN’S World Longoboard Championship, perdendo contro la sua connazionale Menard nella prima semifinale. Considerata la favorita nel duello della Semifinale, non è riuscita a ottenere meglio di 5.25 (su un massimo di 10 possibile) nel corso dei 30 minuti a disposizione.
Resta comunque l’atleta più promettente al mondo dopo essere stata fra le finaliste a soli 15 anni nel 2007 e 5a lo scorso anno.

ROXY ASP WWLC FINALE
1°, Jennifer Smith (USA) 12.25 punti
2°, Coline Menard (REU) 9.55 punti

ROXY ASP WWLC SEMIFINALE
Round 1: Coline Menard (REU) 11.75 punti Contro Justine Dupont (FRA) 9.15 punti
Round 2: Jennifer Smith (USA) 15.25 punti Contro Chelsea Williams (AUS) 13.25 punti

A breve sulla Board.tv ampio speciale video con la cronaca di Zoran

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
12 + 9 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER