Itw | 26 giugno 2009

Due Chiacchiere Col Campione Italiano Skimboard Junior 2008: Mirko Paoloni

Ciao mirko, prima di tutto volevo farti i complimenti per la tua carica di campione uscente del campionato italiano skimboard junior. Grazie per questi complimenti e spero di potermi riconfermare campione italiano junior e continuare a far parlare ancora molto di me….

Allora, parlaci della tua passione per lo skimboard, di come è nata e da quanto pratichi questa disciplina molto affascinante. è iniziato tutto 4 anni fa quando ho deciso di avvicinarmi surf, e dopo circa un anno ho scoperto il vero skimboard guardando video di vari contest AMERICANI e grazie a questi ho iniziato a dedicarmi interamente a questo meraviglioso sport. Purtroppo lo skimboard in Italia è poco apprezzato, soprattutto perché non sono in molti a conoscere realmente la pratica di questa disciplina.

Oltre allo skimboard pratichi anche surf da onda??? Se si,quale hai iniziato prima dei due ??? Ho iniziato con il surf da onda e per un periodo ho praticato entrambi, ma adesso only skim!!

Essendo ormai un campione o comunque un affermatissimo skimboarder,ti ha aiutato lo skimboard a migliorare sul surf ??? Innanzitutto grazie per il complimento. Diciamo che i trick di base dello skimboard sono come quelli del surf(slash, floater, air), adesso risalendo sulla tavola da surf le manovre riesco a chiuderle con più fluidità e facilità.

Descrivici in breve chi è Mirko Paoloni in arte PINGU e il perchè del tuo soprannome… Mirko Paoloni è un ragazzo di 19 anni che ama lo sport in generale e specialmente quelli da tavola e che ha da sempre la passione per il mare! Purtroppo non posso sempre dedicarmi a 360° a questa mia passione per via dello studio. Sono una persona a cui piace divertirsi insieme agli amici e che non si arrende davanti a niente. Il soprannome PINGU è nato in acqua a ostia con il mio carissimo amico BOSKO e deriva dal mio modo veloce e allo stesso tempo buffo nel remare sulla tavola da surf e cosi per tutti sono il PINGU!

Come la vedi la scena dello skimboard in Italia,come si svolgono le gare e in base a cosa si danno i punteggi? Lo skim, come ho già detto prima, in Italia è molto trascurato e per questo i metodi di gara non sono sempre uguali per ogni contest. Le gare si svolgono in una serie di heat da 10 minuti l’una, con un margine di dieci wave’s, al termine della heat si conteggiano le migliori 2 onde. La manovra che conta di più è il WRAP.

Attualmente stai partecipando a contest? Come ti sei piazzato? Naturalmente si!!! Il campionato è iniziato a fine aprile e fin ora è stata chiamata solamente una tappa delle 6 valevoli per il titolo, ad ostia, alla quale mi sono classificato secondo.

Miglior trip A novembre sono stato in Portogallo(Faro), il miglior posto per fare skimboard in Europa. Li ho trovato onde davvero ignoranti, 1.50-2 m di risacca, e naturalmente non ho potuto sfruttarle al massimo data la mia ancora poca praticità su onde di quel genere.

Quiver??? Attualmente uso come prima tavola una VICTORIA Plane Wrap size M in fiberglass e resina. Come seconda uso una Poly-Vac size S-M in Epoxy, sempre VICTORIA.

Trip futuri??? Ho in programma per questa estate di andare a partecipare a 1 delle 5 tappe dell’ ESL(Europeo) in Portogallo ad Estoril, per poi a dicembre vorrei farmi 2 settimane sulle Coste Basche(Hossegor, Seignosse, Capbreton )

Saluti e ringraziamenti Naturalmente ringrazio la mia famiglia per essermi stata sempre vicino a questa mia passione, il mio surf club,(OSTIA SURF CLUB) che con 2 persone come Alessandro Clinco e Valentina Vitale che mi danno l opportunità di organizzare EVENTI E GARE e che mi seguono e mi caricano prima di ogni gara,il mio amico BOSKO ideatore delle domande di questa intervista e compagno master di avventure,tutti gli amici con cui condivido questa grande passione,e un grande ringraziamento va anche ai miei sponsor che credono in me e mi aiutano sempre di più a far crescere questa disciplina (WINDSURF-PARADISE & INDOBOARD)

 

 

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...