News

La tempesta di libeccio su tirreno e liguria anticipa un nuovo peggioramento

Nord e Tirreno attendono per venerdì un’altra perturbazione; nel week-end di Ognissanti temporaneo miglioramento, ad eccezione dell’estremo ovest del Piemonte. Da lunedì nuove piogge al nord-ovest in graduale estensione al resto del nord e al centro Italia nella giornata di martedì.

SITUAZIONE: un primo intenso sistema frontale è transitato nella giornata di giovedì tra nord e regioni tirreniche associato ad un minimo depressionario che è ora traslato a nord delle Alpi. Un altro minimo si trova a ridosso dell’Iberia ed invierà un altro importante impulso perturbato sulle medesime regioni nella giornata di venerdì.

EVOLUZIONE: sabato il vortice arretrerà leggermente verso sud-ovest concedendo una generale tregua a tutta la Penisola. Il ponte di Ognissanti trascorrerà dunque con una nuvolosità in attenuazione, temperature miti e solo pochi disturbi sull’estremo angolo nord-occidentale.

PROSSIMA SETTIMANA: la depressione sull’Iberia tenterà nuovamente di avanzare verso levante sospingendo sull’Italia alcuni corpi nuvolosi carichi di pioggia. Lunedì toccherà al nord-ovest, martedì al centro, alla Sardegna e al resto del settentrione. Da mercoledì si aprirà una fase variabile, ancora con qualche precipitazione ma anche con momenti asciutti ed in parte soleggiati. Le temperature caleranno solo leggermente mantenendosi comunque leggermente al di sopra delle medie del periodo.

La TEMPESTA DI LIBECCIO originata dal passaggio del minimo depressionario sul settentrione si andrà placando parzialmente nelle prossime ore ma non cesserà. E’ infatti in arrivo una nuova perturbazione da ovest che manterrà attive correnti meridionali sull’Italia.

VENERDI: piogge a tratti battenti al nord tra Liguria, Lombardia, Triveneto, fenomeni più intermittenti e modesti su Piemonte ed Emilia-Romagna, anche al centro passaggi nuvolosi con possibili fenomeni lungo il Tirreno, in serata temporali in risalita da sud tra Lazio, Umbria, Abruzzo interno, altrove incerto ma generalmente asciutto. Limite della neve sulle Alpi al mattino sui 1200-1300m ad ovest e 1500-1600m ad est, al pomeriggio-sera in rialzo sino a 1800m. Temperature in lieve ulteriore calo al nord, stazionarie al centro, in aumento al sud.

Di Alessio Grosso
www.meteoitalia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 × 4 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER