News | 24 gennaio 2007

Grosse mareggiate previste sui bacini occidentali. inverno in arrivo e allerta m

Dopo settimane di “inverno anomalo” arriva il primo forte segnale di cambiamento del clima nel Mediterraneo. L’irruzione di correnti fredde di origine artica nel Mediterraneo (cosiddetto “Sfondamento artico”) ha aperto le porte ad una fase di maltempo con ingresso di una serie di perturbazioni che domineranno i prossimi giorni sull’Italia. Una circolare che riepiloga le indicazioni operative da seguire in caso di maltempo è stata inviata dal Dipartimento della Protezione Civile a tutte le Regioni e le Prefetture.
Previste piogge, neve e grosse mareggiate sui bacini occidentali con venti forti in rotazione ai quadranti settentrionali.
Un primo impulso produrrà i suoi effetti tra mercoledì e giovedì, mentre un secondo probabilme impulso è atteso da venerdì notte.

BOLLETTINO METEO
Dopo settimane di alta Pressione con tempo sostanzialmente stabile, nelle prossime ore si assisterà ad un radicale cambiamento della circolazione. Causa e motore principale sarà ancora una volta il fortissimo anticiclone delle Azzorre che, non solo si ritirerà sull’Atlantico liberando il Mediterraneo, ma si ergerà sin verso il Polo nord e la Groenlandia. Masse d’aria molto fredde si metteranno in marcia verso sud scorrendo lungo il bordo orientale della struttura anticiclonica e si getteranno poi nel Bacino del Mediterraneo, alimentando così un nascente e profondo vortice ciclonico. Tale circolazione si porterà lentamente verso levante, approfondendosi come di consueto sul Golfo di Genova tra Martedì e Mercoledì. Mercoledì sarà attivo sull’Italia un vortice ciclonico. Aria fredda di origine groenlandese giungerà nel Bacino del Mediterraneo attraverso la Valle del Rodano, e si porterà su tutta l’Italia. Le precipitazioni saranno anche a carattere temporalesco, al centro e tirreniche. I venti soffieranno veramente molto forti da ovest su Sardegna e Tirreno, fino a 100km/h. Nella notte possibile sorpresa: un microminimo sull’alto Adriatico potrebbe aggravare il quadro, con conseguenti nevicate diffuse sulle Venezie ed Emilia Romagna, e ingresso di Bora dalla Slovenia.
Venerdì possibile nuovo minimo depressionario sul Tirreno, con risalita dei fronti sulle regioni centrali e persistenza delle nevicate su Umbria e Toscana. Venti da Nord est e gelo al centro nord.

Tutti gli aggiornamenti nella sezione meteo
www.surfcorner.it/meteo

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...