News

Asp europe junior: tre italiani nei primi 100, arnaud bouteiller miglior risulta

Come ci fa giustamente notare da Maui il nostro amico Eugenio Barcelloni, abbiamo avuto una svista… Gli italiani nei primi 100 sono ben 3! Non avevamo notato Eugenio perchè era stato classificato come Portoghese dall’ASP Europe. Scusaci per l’errore Eugenio e complimenti a tutti gli Junior!

Si è da poco concluso l’Eurojunior 2006 a Ferrol con la partecipazione della nazionale italiana juniores.
L’Eurojunior ha rappresentato l’ultimo evento dedicato agli Juniores a livello europeo.
Quest’anno alcuni dei nostri giovani atleti italiani hanno partecipato attivamente anche alle tappe del circuito europeo ASP Junior, misurandosi con i loro coetanei d’oltralpe e dimostrando grande passione e interesse, nonchè voglia di migliorare il proprio livello mettendosi in gioco con avversari spesso più forti, allenati ed abituati a surfare con maggior costanza.
Si tratta di un’esperienza molto formativa per i giovani italiani, che vengono a contatto con una realtà diversa e ulteriore rispetto a quella costituita dalle gare nazionali, esperienza che consente inoltre acquisire un bagaglio tecnico e tattico molto importante.
Gli italiani che hanno partecipato alle gare europee sono Matteo Fioravati, Arnaud Bouteiller, Eugenio Barcelloni e Alessandro Rigliaco.
Questi ultimi tre in particolare rientrano, al termine del circuito, entro i primi cento juniores europei, rispettivamente alla posizione 90 e 98, 100 del ranking, con Arnaud che conlclude il tour risultando il migliore dei giovani italiani.
Il ranking completo può essere consultato sul sito ufficiale www.aspeurope.com.

Abbiamo raggiunto Arnaud in Francia, dove si è trasferito da pochi mesi per studiare e surfare, e gli abbiamo fatto qualche domanda a proposito della recente esperienza Europea.

Com’è andata al tua partecipazione agli Juniores? A quali eventi hai partecipato in particolare quest’anno?
Ho iniziato la stagione con il Biarritz Quiksilver Maider Arosteguy Open, in seguito con la nazionale italiana ho partcipato al Campionato del Mondo
juniores in Brasile e alle tappe di Coupe de France Open e Juniores, al KanaBeach Basque Tour Open e Juniores, dove in questa ultima categoria sono arrivato 9° in classifica generale, al ProJunior ASP Tour in
Portogallo e Francia (90° a livello mondiale), per finire ai Campionati Europei in Galizia dove sono arrivato 15° e potevo fare meglio. In Italia ho partecipato alla prima tappa IST Open, e ai Campionati Italiani Juniores under 18 classificandomi 3°.

Che tipo di ambiente hai trovato e come ti sei trovato con gli altri Juniores europei e italiani?
Quando si partecipa a una competizione Internazionale, ogni Nazione resta in equipe. Con i miei amici italiani noi siamo molto uniti gli uni agli altri e ci si incorggia, è stato bello partecipare con Alessandro Rigliaco, Eugenio Barcelloni e Matteo Fioravanti alle competizioni professionistiche juniores.
Ma ho anche molti amici francesi e di altre nazioni che ho incontrato qui a Biarritz dove vivo, e che ho conosciuto nelle gare internazionali, con cui mi trovo ugualmente bene.

Cosa pensi della scena Juniores, anche a livello internazionale?
Amo ritrovarmi con tutti i surfisti dei quattro angoli del mondo questo mi arricchisce perchè da una apertura sul mondo e sulle altre realtà.

Che programmi hai per il prossimo anno, agonisticamente parlando?
In questi anni ho partecipato a 2 Campionati del Mondo (California e Brasile) e a 2 Campionati Europei (Portogallo e Spagna), ho intenzione di ripercorrere il programma di quest’anno e di partecipare alle gare open in Italia.

Ti stai già allenando? che tipo di training stai seguendo?
Attualmente cerco di surfare tutti i giorni, la Cote Basque è un posto ideale per allenarti tutto l’anno, ma appena posso torno in Italia per partecipare alle
competizioni e ritrovare i miei amici. Naturalmente non è soltanto surfando che hai dei progressi, con Yannick Beven per esempio mi alleno in palestra
lavorando sulla potenza e sull’aspetto mentale, con esercizi che mi consentono di acquisire piu’ sicurezza.

Vuoi ringraziare qualcuno?
Ringrazio i miei sponsor che mi sostengono in particolare Franz Perini Team menager O’NEILL, Gabriele Coppola di FAMOUS, SMITH per gli occhiali, Alberto Galletti Surfboard e Yannick Beven, Maurizio Spinas e naturalmente un saluto ai miei compagni di surf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
24 ⁄ 12 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER