Focus onVideo

Roby D’Amico Surfing a Toxic Point

A volte un reef può nascere e scomparire nell’arco di poche ore, allo stesso tempo regalare onde perfette e una session indimenticabile per pochi attimi. Ecco quello che è successo a Roberto D’Amico.

“Hey Roby! Vuoi divertirti? Abbiamo un regalo per te.”

Queste sono le parole che ho sentito mentre guardavo uno spot e pensavo a quanto fosse piccolo rispetto a quello che immaginavo dopo 6 ore di guida.

Ho ricambiato il saluto e mi hanno detto: “Seguici!”

E così ho fatto, sono salito in macchina e dopo circa 10 minuti sono arrivato allo spot. Visto il primo set non potevo credere ai miei occhi, ero imbalsamato, euforico, l’adrenalina mi faceva battere il cuore fortissimo. le forti piogge avevano fatto sfociare un fiume creando un perfetto reef che sarebbe durato solo poche ore, a quanto pare le acque erano tossiche, ma non importa.

Il giorno dopo era scomparso.

Trovare onde del genere in Italia è difficile, ma quando succede è più speciale che in qualsiasi parte del mondo. Per questo il mio ringraziamento più grande va ai locals che mi hanno portato ed hanno condiviso con me una session che non dimenticherò mai.

Grazie ancora #Toxicpoint

Filmed, Edited by: Alessio Saraifoger

 

Roby D’Amico a Toxic Point, foto Simone Giuliana.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER