Report

Emily Gussoni seconda al Krui Pro

La campionessa italiana per un soffio non riesce ad aggiudicarsi la vittoria nella tappa del QS della World Surf League ma conferma la sua enorme potenzialità in vista degli appuntamenti con la selezione olimpica che inizieranno il prossimo anno.

 

Questa notte in Indonesia la Campionessa Italiana di surf Emily Gussoni ha portato ancora una volta in alto il movimento del surf italiano.

Al Krui Pro, tappa della Qualifying Series della World Surf League, non è riuscita per poco più di un punto a portarsi a casa la sua prima vittoria in un QS.

Secondo posto per lei, alle spalle dell’australiana Alysse Cooper, dopo una cavalcata impressionante che l’ha vista superare heat dopo heat le avversarie e giungere fino alla finale. Ai nastri di partenza insieme a lei la compagna di nazionale Giada Legati, protagonista di una heat davvero sfortunata nel primo round e fuori fin da subito dai giochi.

Emily, nata in Costa Rica appena 18 anni fa ma con passaporto italiano, si era fatta notare già ad ottobre a Capo Mannu quando aveva dominato incontrastata i FISW Surf Games portando a casa il suo primo titolo italiano.

 

 

 

Al Krui Pro si è ripetuta, superando atlete con molta più esperienza agonistica di lei: a partire da Chelsea Tuach, per due anni nel Championship Tour e grande protagonista dello Junior Tour tra il 2013 e il 2015. Chelsea, per intenderci, solo qualche settimana fa si era portata a casa un primo posto nel Martinique Surf Pro, tappa del QS vinta nella categoria maschile dal nostro Leonardo Fioravanti.

In semifinale sfida rinnovata con la spagnola Lucia Martino. Se nel round 2 era stata la Martino ad avere la meglio su Emily, costringendola a passare la heat al secondo posto, in semifinale la tecnica e la strategia hanno premiato la nostra campionessa che, seppur non riuscendo a prendere l’onda migliore della heat si è portata a casa il passaggio turno.

In finale è stata la volta della Cooper, altra surfer molto giovane ma con esperienza nel QS e nello Junior Tour della World Surf League.

 

 

 

Il secondo posto è un ottimo punto di partenza, la stagione internazionale è ancora lunga ed Emily avrà modo di confermare quanto buono fatto vedere al Krui Pro. Siamo certi che se continuerà questa crescita agonistica, sarà una pedina molto importante in vista delle selezioni olimpiche per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Seguiremo da vicino le prossime gare di Emily in attesa di vederla indossare la maglia azzurra in occasione dei prossimi ISA World Surf Games!

“Siamo davvero orgogliosi del risultato di Emily – è il commento di Mirco Babini, Direttore Sportivo della FISW Surfing, che ha aggiunto – conoscevamo le sue potenzialità, la sua bravura e il suo livello tecnico. Tutti l’abbiamo vista in acqua ai FISW Surf Games, sarà una pedina importantissima per la nostra nazionale in vista degli impegni internazionali dei prossimi anni. La FISW Surfing continuerà a seguire e a supportare la sua crescita atletica e agonistica, insieme a quello degli altri surfer italiani, per arrivare più che preparati all’appuntamento con la prima selezione olimpica il prossimo anno”.

 

Krui Lineup

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
2 × 3 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER