Eventi

Don’t Crack Under Pressure Capitolo Finale

Ultimo appuntamento della trilogia del regista Thierry Donard, dedicata agli sport estremi.

Il progetto  è nato alla fine degli anni  ‘ 70  dall’idea di un gruppo di visionari e ha contribuito alla nascita di un vero e proprio fenomeno, conosciuto con il termine francese  glissePer l’edizione 2017, Donard ha attraversato ancora una volta il pianeta con la sua telecamera per catturare immagini estreme e testimonianze toccanti.

Giovedì 25 gennaio a Melzo si terrà la prima proiezione italiana. 

«Nei miei film ho sempre scelto gli atleti per il loro valore e per aiutarli a inseguire i propri sogni, dando loro supporto, fiducia e sicurezza: questa è la mia vera passione. Inoltre cerco di valorizzare il più possibile le location dei Paesi coinvolti nelle riprese, le loro culture, tenendo conto dell’aspetto economico della produzione. Produrre un film oggi è più di un semplice processo artistico. Si tratta anche di gestire i budget, adattarsi continuamente alle condizioni e sfruttare al meglio le opportunità che si presentano quando si viaggia e si incontra la gente, ma si tratta anche di andare oltre, pensando ai benefici che questi scatti possono portare. Oggi non prenderei mai in considerazione l’idea di filmare scene di azione senza che ci sia una ragione reale dietro ognuna di esse: viviamo in epoca in cui solo le storie vere e umane diventano importanti ai nostri occhi e io amo l’azione, amo le persone, la natura che le circonda e voglio rendere tutto questo comprensibile nella speranza di influenzare lo spettatore, perché ormai siamo tutti diventati degli “influencer”.

 

 

 

 

 

In ”Don’t Crack Under Pressure – season 2” mi sono molto concentrato sulla convivialità, sulla collaborazione e i legami che si sono creati tra uomini e donne di culture diverse. Il terzo capitolo, infatti, ripartirà da questi valori, ma parlerà anche delle difficoltà incontrate dai protagonisti durante le riprese. Non è sempre facile, anche se importante, sacrificare gli aspetti materiali a favore di una felicità più profonda, bisogna imparare a non lasciarsi sopraffare dalla vanità e rimanere umili di fronte al successo.

Davide detiene il record mondiale in immersione libera, Zane è due volte campione del mondo Waterman; Matte e Wille si sono ritirati dalle gare ma restano attivi costruendosi allo stesso tempo una vita; Mathias sogna di realizzare il più lungo volo del mondo in Wingsuit mentre Tika, il guerriero tahitiano, ha promesso a se stessp di surfare le più grandi onde del mondo e Hira, a 35 anni continua a perfezionare la sua arte di fare surf. La vita di questi atleti mi interessa, perché meritano davvero di essere chiamati atleti: fuori dalle riprese si allenano sempre seriamente, vederli cavalcare le onde, come anche le montagne di Tahiti e scalare le vette a piedi è davvero pazzesco».

 

SINOSSI

Il capitolo finale di Don’t Crack Under Pressure è finalmente arrivato.

 

Thierry Donard, a solo un anno di distanza dal secondo episodio, completa la trilogia con l’ultimo capitolo dell’avventuroso film dedicato agli sport estremi.
Nuit de la Glisse ci catapulta verso una nuova era e nuove realtà sportive. L’ultimo episodio della trilogia dedicata agli atleti che hanno scelto di vivere il loro sport al massimo, creando connessioni tra ogni disciplina, è un vero concentrato di emozioni. Attraverso gli scenari unici dei fiordi norvegesi, i ghiacciai di Chamonix, le acque di Tahiti, la costa di Capo Verde e il deserto dello Utah, il capitolo finale dà la possibilità di vedere alcune leggende degli action sport per l’ultima volta prima del loro ritiro, ma soprattutto questa è l’occasione per mostrare la nuova generazione di «Nuit de la Glisse» formata da snowboarder, sciatori, surfer, base jumper, kite surfer, mountain biker e apneisti. Il tutto accompagnato da una colonna sonora unica e una qualità 4K CinemaScope che immergerà totalmente lo spettatore in un’esperienza di 90 minuti nell’universo degli sport estremi.

 

 

 

 

FREE DIVING

Davide Carrera

Davide è un amante dei fondali marini. Negli ultimi 20 anni ha stabilito diversi record nazionali e mondiali. Ciò che lo spinge è il desiderio di promuovere lo sport e la natura attraverso la sensazione di libertà e di pace che prova sott’acqua. È costantemente impegnato in competizioni, trasmissioni televisive, progetti video, interviste ed eventi. Davide ritorna nelle acque tahitiane, a contatto con l’affascinante mondo marino.

 

KITE SURF

Mitu Monteiro 

Ex star di Nuit de la Glisse, Mitu è uno dei precursori di questo sport che ha ispirato intere generazioni di kite surfers. Più volte campione del mondo, oggi vive a Capo Verde dove ha aperto una sua attività, dà lezioni di kite e ci fa scoprire la sua disciplina sui migliori spot della regione.

Temarii Buillard

Nuovo rider di Nuit de la Glisse in MTB

Temarii è un giovane polinesiano poco conosciuto e pieno di talento, che inizia a farsi strada nella scena internazionale. Corre lungo i tracciati di Tahiti come nessun altro.

Xavier Marovelli 

Nuovo rider di Nuit de la Glisse in MTB

Uno dei migliori bikers in MTB, Xavier è di origine francese. Si è innamorato di Tahiti e delle sue isole, dove cerca di sviluppare la pratica dell’e-bike.

 

 

SCI

Karsten Gefle 

Wille Lindberg            

Karsten e Wille scivolano dalle cime delle montagne a fianco di Thierry Donard ormai da tempo. Quest’anno, le vette norvegesi e Chamonix sono il loro nuovo parco giochi.

 

SNOWBOARD

Matt Annetts            

Rider star di Nuit de la Glisse, partecipa a questo film per un ultimo saluto.
Fabian Bodet (aka Chyko)

Nuovo snowboarder di Nuit de la Glisse

Fabian è l’eroe locale di Chamonix, la sua reputazione ormai lo precede. Scivola lungo i pendii della valle con Sam Favret, che ha fatto qualche comparsa in Nuit de la Glisse.

Oggi raccoglie il testimone di Matt…

 

SURF

Lorenzo Avvenenti

Matahi Drollet

Mateia Hiquily

Tikanui Smith

Hira Teriinatoofa

Marie-Moana Troja

I surfisti tahitiani partono quest’anno per un nuovo surf-trip a Faaite, in Polinesia Francese. Lo spettatore scoprirà uno scenario stupefacente, dove il pericolo della scogliera trova eguali solo nella bellezza delle onde…

 

WINGSuit

Mathias Wyss

Iconico base jumper di Nuit de la Glisse, Mathias Wyss è di nuovo tra i cieli e vicinissimo alle telecamere di Thierry Donard. Vero asso della Wingsuit, non lascia niente al caso, in particolare la precisione millimetrica con cui prepara tutti i suoi voli.

Van Monk

Van Monk è l’atleta misterioso di Nuit de la Glisse. Vuole mantenere l’anonimato, ma il suo nome fa ormai parte dei migliori piloti di Wingsuit del mondo.

In questa stagione Mathias Wyss e Van Monk sorvolano le montagne di Chamonix e gli altopiani norvegesi.

 

WINGSuit    

Matt Gerdes

Al centro di questa nuova stagione di Nuit de la Glisse, Matt è il fondatore del brand americano di Wingsuit Squirrel.

È accompagnato da Noah Bahnson, Andy Farrington, Mike Steen, Mike Swason, Pat Walker, Hartman Rector, Will Kitto, Scotty Bob, Richard Webb, Ian Mitchard, Nic Sacco, Sebastian Alvarez, Carson Klein e Micah Couch. Insieme sorvoleranno lo splendido deserto di Moab, in una formazione coreografica curata nel dettaglio.

 

STAND UP PADDLE

Zane Schweitzer  

Nipote di Hoyle Schweitzer, l’inventore del windsurf insieme a Jim Drake, e figlio di Matt Schweitzer, un grande campione di windsurf negli anni ’80, Zane Schweitzer era naturalmente destinato a fare prodezze sull’acqua un giorno o l’altro.

 

PHOTO CREDITS

Soren Rickards

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
3 + 4 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER