Skin ADV
Flash news | 20 marzo 2013

Beach Cleaning Ostia

ACCADEMIA del SURF di ROMA e SURFRIDER FOUNDATION  in collaborazione con Billabong Store Ostia Insieme per la pulizia di un tratto del litorale Romano.

cleanibng

Domenica 24 Marzo dalle ore 10:30 Billabong Store Ostia offrirà ai volontari presenti colazione a base di fagottini e cornetti , terminata la quale daremo il via alla Pulizia della spiaggia in corrispondenza degli stabilimenti NUOVA PINETA e PINETINA.Iniziativa volontaria aperta a tutti.
Consigliamo l’uso di guanti personali e di portare qualche sacco per la raccolta rifiuti.QUALCHE ORA DEDICATA AL LIDO CHE CI REGALA GRANDI MOMENTI, CON UNA PICCOLA AZIONE SEMPLICE E DIRETTA…

Per maggiori informazioni contattare il numero mobile +39.339.2662597

L’aver scelto per la pulizia spiaggia un lido piuttosto che un’altro, affidato dal demanio a privati piuttosto che spiaggia “libera”, non ha niente a che vedere con la salvaguardia del litorale e della sua fauna.
Le eventuali critiche di una sparuta minoranza alla nostra scelta di intervenire su di una spiaggia considerata in concessione, potrebbero avere un senso solo se ci occupassimo di politica, o la nostra intenzione fosse quella di rivendicare presso le istituzioni mancanze e lacune. Premesso che la pulizia istituzionale solitamente si ferma a 5 metri dalla battigia, e che, anche se costante, tralascia sempre qualcosa, sottolineamo che NOI agiamo per la salvaguardia della fauna e territorio qualsiasi sia la posizione demaniale o meno, anche solo perchè un qualsiasi appartenente al mondo animale che popola i lidi ( anche quelli privati),potrebbe nutrirsi di plastica o chissà quale altro rifiuto e rimanerci secco. Non è che richiamando le istituzioni a garantire le regole scritte da noi umani il problema scompaia improvvisamente, gli animali continuerebbero comunque a morire, per non parlare d’altro. Per fare quel tipo di battaglia ci sono sicuramente luoghi migliori, ed anche modalità e tempistica diversi. E’ una lotta contro il tempo, perchè un gabbiano, di suo, non paga l’ingresso alla spiaggia per andare a morire…
Di solito chi preposto fa quello che deve, come gergalmente viene detto, uno sgrosso (si toglie il grosso), alla fine di ogni grande mareggiata… Poi però il resto può rimanere in agguato nella sabbia per gran parte del periodo di chiusura…Ora il punto è che gli uccelli etc. non possono, per ovvie ragioni, andare a perorare i loro diritti presso le istituzioni, come neanche possono sollecitare una pulizia più frequente da parte di chi deve e che già fa il possibile, ma soprattutto non sanno distinguere il buono dal cattivo … E il resto, purtroppo, viene da se… Quindi se dimentichiamo alcune spiagge perchè “private”, barricandoci dietro vincoli ideologici e rivendicazioni di competenze disattese e ci concentriamo solo su quelle “libere” (che ormai sono poche), rischiamo, oltre a mancare la priorità e l’obbiettivo di salvaguardia, di dimenticarci il grosso dell’arenile, composto appunto da lidi privati, dove malgrado tutto i rifiuti nei mesi di chiusura sono maggiori che in estate, proprio per via delle frequenti mareggiate… Vogliamo fare ecologia o politica?
Noi preferiamo trasformare il pensiero in azione e intervenire nel nostro piccolo ovunque, senza fare distinzioni di sorta e dove ve ne fosse bisogno. Inoltre tali distinzioni tra privato e pubblico potrebbero divenire strumentali e allontanare da una visione libera ed eco sostenibile.
Se qualcuno volesse poi agire per sensibilizzare chi di dovere in merito a questioni derivanti da presunte mancanze istituzionali, può farlo sicuramente in contesti più adatti ed efficaci… E lasciare a quanti lo desiderano, pulire un pezzo di spiaggia, qualsiasi esso sia… Nel nostro caso la scelta è caduta sul tratto in questione semplicemente perchè è li che trascorriamo le nostre giornate surfando…Ci è sembrato giusto restituire a quel pezzetto di mondo qualcosa che ripagasse in parte l’immensa gioa che costantemente ci da… Oltre a questa iniziativa del 24 marzo, abbiamo in calendario la pulizia del Canale dei Pescatori di Ostia in prossimità della darsena per Aprile in collaborazione con altre associazioni aventi la stessa coscienza ecologica.
Grazie per averci dato l’opportunità di chiarire e dissipare ogni eventuale dubbio sulla genuinità e il libero slancio dell’iniziativa, speriamo di vedervi con noi domenica, numerosi e armati di guanti e buona volontà…

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...