Report | 3 ottobre 2012

Report Festival di Fine Estate Maremoto

Un’altra grande edizione del Festival di Fine Estate Maremoto! Raccolti più di 700 euro a sostegno dell’Associazione Umanitaria Oxfam Italia.

Il tempo ha graziato la V edizione del Festival di Fine Estate Maremoto fino alla fine dell’esibizione dell’ultima band, gli Appaloosa. Poi il diluvio. Non si poteva pretendere di più da una giornata che dal punto di vista meteorologica appariva bizzarra sin dal mattino.

Nonostante il tempo “ballerino”, il Festival tenutosi domenica 30 settembre al Bagno Teresa di Viareggio ed organizzato dalle Associazioni Soul Riding e Sessione Marina, ha visto una notevole presenza di visitatori e si è confermato come uno degli appuntamenti musicali imperdibili per tanti giovani versiliesi.

Sul piano musicale quest’edizione ha segnato un vero e proprio cambio di passo visto il numero e la qualità delle band presenti. Dieci band si sono alternate sul palco passando dal rock all’indie allo stoner e chiudendo con l’instrumental rock degli Appaloosa. La band livornese, head liner del Festiva di Fine Estate Maremoto, è in partenza per un lungo tour europeo.

Molte le associazioni umanitarie ed ambientaliste presenti al festival come Emergency, La Playa, Oxfam Italia e Sea Shepherd che hanno dato la possibilità ai molti visitatori di essere aggiornati su argomenti di grande attualità come l’aiuto ai civili vittime di conflitti armati e la salvaguardia dell’ambiente marino.

Il Festival, che si basa esclusivamente sul lavoro volontario di molti giovani, ha il contributo della Provincia di Lucca ed il patrocinio del Comune di Viareggio ed ha l’obbiettivo di raccogliere fondi a favore di una “causa”. Quest’anno l’organizzazione ha voluto sostenere il progetto “Coltiva” di Oxfam Italia, l’organizzazione umanitaria italiana  parte di una grande colazione internazionale, formata da 15 organizzazioni che lavorano in 98 paesi per combattere l’ingiustizia della povertà nel mondo (http://www.oxfamitalia.org/). Ad Oxfam Italia è andata una donazione di 500 euro.

E’ stata dedicata ad Oxfam Italia anche la pesca di beneficenza “Surf For Solidarity” realizzata con i materiali donati dal Surf Shop Teddy Palomino, Globe, Indipendent e SurfToLive.com. Lo stand della pesca solidale è stato preso d’assalto da parte dei molti surfisti presenti – il Terza Linea Surf Club era uno degli ospiti della giornata – per aggiudicarsi gli ambitissimi premi.

Bilancio finale: 235 euro che andranno a supportare uno dei tanti progetti di Oxfam Italia nel sostegno all’agricoltura nei paesi in via di sviluppo.

Andrà a Oxfam Italia anche il ricavato dalla vendita del quadro di surf art “Hang Five” (acrilico su forex 74cm x 50cm, foto in allegato)  - realizzato dal giovane pittore Marco Barsella ed ispirato ad una giornata di surf sulle “onde nostre”. Al momento il quadro è stato battuto a 45 euro  ma l’asta benefica andrà avanti fino a domenica 7 ottobre alle ore 16. (Per avere maggiori informazioni e fare la vostra offerta è possibile scrivere a soulriding@hotmail.it ).

Guarda la gallery fotografica dell’evento qui!

 

maremoto-festival2012

 

 

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...

Pipe Masters 1985: Occy’s Win

Inizia oggi il waiting period del Pipe Masters. Trentun’anni fa Mark Occhilupo vince…

Al via domani i Mondiali ISA di Adaptive Surf

Ai nastri di partenza i mondiali ISA di adaptive surf a La Jolla, California. Ecco il team…

P A U S E

Pausa pranzo tra sud ovest della Francia e Indonesia con Bruno Degert    

Roberto D’Amico Back to Quemao Class

Roberto D’Amico torna a Lanzarote per il Quemao Class insieme ai migliori tube rider…

Ufficiale: Leonardo Fioravanti farà il WCT

La battaglia per la qualificazione al WCT è finita e la lista dei top 10 QS ben delineata…

60” Edoardo Papa November Ep. 1

Edoardo Papa si racconta in un nuovo progetto video in quattro episodi stagionali. 60 seco…

Eddie Would Go. And The Eddie Will Go

Inizia con la classica cerimonia di apertura il waiting period della 32^ edizione del Quik…

Il Fascino Discreto della Bora

Fare surf in Adriatico con la bora in una giornata invernale è quasi proibitivo ma ha se…

Leo Fioravanti a Nias. Epic Bonus Track

Leonardo Fioravanti nella session epica a Nias attraverso la lente di Alessio Saraifoger. …