Skin ADV
Articoli | 5 gennaio 2012

Bollettino Meteo della Befana: Tempesta in Arrivo

Tende a persistere ormai da settimane la stessa situazione barica (posizionamento di alte e basse pressioni) sull’Europa, che vede l’alta pressione posizionata sulla penisola Iberica, e una depressione molto profonda (il vortice Polare) stazionarie tra l’Islanda e la Scandinavia.

Questo anticiclone non è altro che l’alta pressione delle Azzorre che, come dice il suo nome, dovrebbe essere posizionata su queste Isole, e non così ad est come è da settimane.
Cosa significa tutto questo?
Tale situazione ha portato una grossa anomalia in termini di piogge: se continuasse ancora per molto, Spagna e Portogallo sarebbero i primi paesi Europei a candidarsi per la desertificazione.
E sull’Italia?
Sul nostro Paese va un po’ meglio, anche se molte regioni del Nord soffrono la siccità, soprattutto l’Emilia Romagna, mentre al Sud le piogge sono state anche abbondanti. Speriamo che tale divario venga compensato durante i prossimi mesi.




E per i prossimi giorni? Arriva la tempesta?
Su uno scacchiere meteorologico del genere l’Italia si trova a ricevere un perturbazione dietro l’altra, tutte da Nord-Ovest e molto veloci. Oggi siamo già alla seconda, che in nottata scivolerà al sud, abbandonando l’Italia domattina, giusto in tempo per essere sostituita dall’ultima del treno, che entrerà nel Mediterraneo domani pomeriggio.
La tempesta di cui si parla da giorni è confermata: seguirà all’ultimo fronte un deciso rinforzo dei venti su tutto il bacino del Mediterraneo, con raffiche che localmente supereranno i 90 km/h in pianura, specie tra le isole maggiori e sul basso Adriatico (e oltre i 90 km/h di vento la scala beaufort ci dice che si tratta di tempesta…).
Accadrà tutto nella giornata di Venerdì 7, anche se già domani sera tra Sardegna e Corsica in venti saranno già impetuosi.
Le immagini allegate sono piuttosto eloquenti: lamappa gfs a scarsa risoluzione serve a dare un’idea dell’entità dei venti che copriranno una superficie molto estesa, le due del modello Kassandra ci danno un’idea delle onde perfette e deserte che raggiungeranno il Nord Africa (e in parte, rifratte, anche le coste Ioniche di Calabria e Sicilia) e di alcune qualità del modello (che anche in presenza di venti contrari, indica la direzione giusta delle onde, a differenza del Lamma che segue paro paro il vento), e la mappa LaMMA ci descrive l’entità della mareggiata sui mari attorno allo Stivale…

I dettagli meteo sempre aggiornati li potete trovare sul nostro sito CLASSMETEO.COM.
Su Class TV (canale 27 del digitale terrestre o in streaming a questo link ) forniamo previsioni aggiornate durante tutta la giornata, con molti interventi e programmi, presi anche dai partner del weather channel americano, che spesso trattano anche il surf.

Sotto tutti i dettagli Meteo&Surf!!

SINTESI METEO
Giovedì 5
Irregolarmente nuvoloso sull’arco alpino con nevicate dai 1000-1200m, a quote più basse sulle confinali. Velato sul resto del Nord. Residui addensamenti sulle Adriatiche. Poche nubi altrove. Peggiora tra sera e notte al Centro Sud.
Venerdì 6
Bello al Centro Nord salvo residue nevicate sulle Alpi di confine. Instabile al Sud con rovesci, anche nevosi fino a quote medio basse in serata, qualche temporale e clima più freddo e ventoso.
Sabato 7
Tempo soleggiato salvo residua nuvolosità al Sud e nuovi addensamento sulle Alpi settentrionali, con qualche nevicata. Si attenuano i venti al centro-nord.
PREVISIONI SURF
Mar Ligure
Giovedì 5: Al mattino onde in scaduta da maestrale lungo e con venti deboli o assenti, tra 1-1.2 m sul levante, tra 0.5-0.8 m sul ponente. Tendenza a calo, ma dalla tarda mattinata riprenderà la spinta del libeccio fino a divenire molto forte al largo nel pomeriggio, con onde in crescita dopo pranzo sull’Imperiese e sull’estremo levante, fino a 1.5 m verso sera.
Venerdì 6: Giornata grossa da maestrale lungo, con venti di tramontana al mattino sul Genovesato e su tutto il settore di levante. Misura, al mattino, di 2-2.5 m sul settore di levante e 1.5-2 m sul ponente, in calo rispettivamente a 1.5-1.8 m e 0.8-1 m (anche meno sulla zona di Savona) nel pomeriggio, con venti side-shore persistenti sull’estremo levante, più deboli e da terra altrove.
Sabato 7: Mari poco mossi sul settore centrale e di ponente, mentre tra lo Spezzino e l’alta Toscana ancora onde da maestrale lungo, questa volta con venti deboli un po’ ovunque. Misura in calo in giornata, da 0.5-0.8 m a 1-1.3 m (andando verso sud) del mattino a quando resteranno surfabili solo sull’estremo levante nel pomeriggio (Livornese soprattutto), con misura attorno a 0.5-0.8 m. Venti sempre deboli.

Isole Maggiori

Giovedì 5: Mareggiata attiva da N-W su entrambe le isole, con venti in netto rinforzo in giornata sulla Sardegna, fino a divenire di Burrasca. Misura in crescita fino a 3 m sulla Sardegna, onde tra 1.3-1.5 m sulla Sicilia, di qualità migliore fino alle ore centrali, quando i venti saranno più moderati. Verso sera misura in crescita fino a 2 m.
Venerdì 6: Venti molto forti di maestrale su ovest Sardegna e Sicilia al mattino, che tenderanno a girare da tramontana nel pomeriggio, a partire dalla costa est Sarda e dalla Sicilia settentrionale, restando molto forti. Onde da mare attivo anche oltre i 4 m su entrambe le isole, con i venti in lieve calo sulla costa nord-ovest Sarda e sw Sicula nel pomeriggio. Sulla costa est Sarda mare in rapida crescita da N-NE, fino a 2.5 m verso sera, con venti side-shore in lieve calo nel tardo pomeriggio. Venti molto forti su tutte le altre coste, tra N e N-NW, che renderanno proibitive le condizioni su tutti gli spot anche solo un po’ esposti.
Sabato 7: scaduta di qualità su costa est e ovest Sarda, con onde rifratte e venti deboli sottocosta. Da 2.5 m a 1.5 m in costa ovest, da 1.5-1.8 a 0.8-1 m sulla costa est, specie più a sud. Ancora onde attive da N-NW sulla costa nord Sicula, con misura in calo ma venti forti fino a sera (da 2.5 m + al mattino a 1.5-1.8 m verso sera). Andrà meglio sulla costa s-w, dove le onde saranno rifratte da W e i venti moderati da terra per tutto il giorno (misura tra 1.5-2 m in calo a 1-1.5 m).

Mar Tirreno

Giovedì 5: Al mattino possibili 0.5 m sul basso Lazio, 0.8-1.2 m tra Campania e Calabria, in scaduta e con venti da terra. Nel pomeriggio venti in netto rinforzo da ponente, fino a divenire molto forti in serata sul Tirreno centrale. Mari in nuova rapida crescita verso sera.
Venerdì 6: al mattino presto possbilità di onde in scaduta da ponente (1.2-1.5 m all’inizio) su bassa Toscana e Lazio, con venti via via più forti da terra, in rapido calo, fino a poco mosso sottocosta o al più 0.5 m nel pomeriggio. Su Campania e Calabria mare e vento attivo da maestrale al mattino, ma sulla prima inizia la scaduta in tarda mattinata, con venti tesi da terra e onde tra 1.8 e 2 m all’inizio, in rapido calo fino a 1-1.2 m nel pomeriggio. Su gran parte della Calabria prosegue il mare attivo, con scaduta nel pomeriggio solo sulla costa nord. Onde fino a 3 m.
Sabato 7: al mattino possibili piccole onde rifratte da N-W in scaduta tra alta Calabria e bassa Campania, con venti forti da terra (misura 0.5-0.8 m). Onde da mare corto e attivo sul resto della Calabria, con venti forti side-on shore, e misura fino a 2 m al mattino, in calo a 1.5 m nel pomeriggio, sempre con venti forti e onde corte e sporche.
Mar Ionio

Giovedì 5: Mari calmi o poco mosso al mattino, leggermente più mossi nel pomeriggio per il rinforzo dei venti da S-W, ma non surfabile.
Venerdì 6: Sulla Calabria e Puglia meridionale possibilità di onde in scaduta da S-W al mattino, di misura compresa tra 1 e 1.5 m, ma in rapido calo per l’incalzare di forti venti da terra (maestrale) che appiattiranno il mare sottocosta.
Sabato 7: tra la bassa Calabria e la Sicilia sud-orientale possibilità di onde rifratte da N-E dalla grossa swell di tramontana al largo, con venti forti da terra al mattino, più moderati nel pomeriggio. Misura tra 1.5 e 2 m, specie sulla Sicilia (a se anche di più), di qualità molto buona, soprattutto nel pomeriggio.
Mar Adriatico

Giovedì 5: Su Marche, Abruzzo e Molise possibilità di piccole onde da N-E al mattino (0.5 m max) in rapida scaduta, qualche onda da N-E anche sulla Puglia (0.5-0.8 m), ma con vento moderato all’inizio. Nel pomeriggio e soprattutto verso sera rinforza il garbino sull’alto Adriatico e l’ostro sui lidi più a sud.
Venerdì 6: Forte maestralata dalle Marche alla Puglia al mattino, che nelle ore centrali tenderà a girare da Tramontana sul sud dell’Abruzzo, Molise e Puglia, con venti anche molto forti. Onde e mare attivo dunque, con misura in crescita, tra 0.8-1 del mattino fino a 1.3-1.5 m nel pomeriggio nelle Marche (e qualche ondina di 0.5 m possibile anche sulla bassa Romagna), e tra 0.8-1.2 m fino a 2-2.5 m verso il tramonto su Abruzzo, Molise e Puglia. Venti sempre attivi ovunque (fino a burrasca forte o tempesta sul basso Adriatico nel tardo pomeriggio), solo nel pomeriggio caleranno leggermente sulle Marche settentrionali (sempre tra moderati e forti).
Sabato 7: Sul nord delle Marche rapida scaduta al mattino presto (0.5-0.8 m in calo in mattinata), con venti deboli quasi da terra, meglio sul sud della regione, dove la scaduta reggerà fino all’ora di pranzo (venti da terra e 0.8-1 m all’inizio). Sull’Abruzzo scaduta di buona misura, ma con venti moderati da mare al mattino, in lieve calo (1.5-1.8 m al mattino, fino a 0.8-1 m nel pomeriggio). Ancora mare e vento attivo da Nord tra Molise e Puglia, con onde tra 2-2.5 m, in calo a 1.5-1.8 m nel pomeriggio sul Molise, 2 m + sulla Puglia.
TENDENZA LUNGO TERMINE
Graduale rimonta dell’alta pressione Domenica, con scaduta anche sui mari del Sud, solo sulla Sardegna occidentale riprenderà una nuova spinta da Maestrale, che proprio non ne vuole sapere di lasciare calmo questo mare in questo periodo. Lunedì ancora onde sulle Isole maggiori e sul basso Adriatico, tra tramontana e maestrale, in scaduta. Possibile piccolo mare lungo sull’estremo levante Ligure. Da Martedì possibile rimonta dell’alta pressione, con qualche giorno di tregua…

Al prossimo aggiornamento!

Michele Cicoria - Class Meteo
mcicoria@class.it
www.classmeteo.com

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...

P A U S E

Pausa pranzo tra sud ovest della Francia e Indonesia con Bruno Degert    

Roberto D’Amico Back to Quemao Class

Roberto D’Amico torna a Lanzarote per il Quemao Class insieme ai migliori tube rider…

Ufficiale: Leonardo Fioravanti farà il WCT

La battaglia per la qualificazione al WCT è finita e la lista dei top 10 QS ben delineata…

60” Edoardo Papa November Ep. 1

Edoardo Papa si racconta in un nuovo progetto video in quattro episodi stagionali. 60 seco…

Eddie Would Go. And The Eddie Will Go

Inizia con la classica cerimonia di apertura il waiting period della 32^ edizione del Quik…

Il Fascino Discreto della Bora

Fare surf in Adriatico con la bora in una giornata invernale è quasi proibitivo ma ha se…

Leo Fioravanti a Nias. Epic Bonus Track

Leonardo Fioravanti nella session epica a Nias attraverso la lente di Alessio Saraifoger. …

Eddie Will Go: annunciati gli invitati

Il Quiksilver Eddie Aikau Big Wave Invitational si farà. Annunciata la lista degli invita…

Leonardo Fioravanti Lost in Papua

Leo Fioravanti e Josh Moniz si sono immersi nelle onde e nella cultura della più remota …