Report | 20 maggio 2011

Report 1° Trofeo River Sea

Uno splendido sole ha accompagnato la due giorni della Prima Tappa del Campionato Sup Race FISURF.  AISUP con la preziosa collaborazione di Kau-Kau surf shop e Music Sport Movement ha lavorato sodo per mettere in piedi il villaggio sportivo che per 48 ore ha ospitato eventi, test e gare dedicate al SUP.
I numeri di questa manifestazione fanno ben sperare per il futuro di questo sport e l’organizzazione si augura che i record ottenuti vengano presto battuti. Tra questi numeri sicuramente quello che ha dato più soddisfazione è il 52 pari al numero di partecipanti alla Sup Race di Domenica 8 Maggio .
Il Sabato è stato dedicato ai test delle oltre 60 Sup Board da parte degli amatori presenti e ai Mini Corsi Sup tenuti dall’immancabile e instancabile Istruttore ISA/FISURF Franco Piccioni che ha consegnato ,nella due giorni, attestati a più di 40 adulti e 20 bambini. Lo stesso giorno gli atleti si sono potuti confrontare nella Speed Race da 1,5 Km che ha visto un finale al foto finish tra Capparella e Nika, vinta con un “colpo di mano” dal secondo citato e nella divertente staffetta mista (PRO-AMATORI) monomarca RRD.
Piccolo dramma alla cena del Sabato quando il cuoco del Ristorante la Goletta ha cercato di scappare, impaurito dal fatto che gli invitati si sono moltiplicati da 40 della prenotazione in 75 supperisti affamati. Rapida premiazione della giornata e poi tutti a riposo in vista della Race più importante.
Domenica il villaggio del River Sea si è arricchito di nuovi arrivi tra espositori e atleti tra cui il Team più numeroso rappresentato dall’Adrenalina Surf Shop. Tutto pronto al via della Sup Race da 4 Km per le donne e gli amatori, mentre gli uomini si sono affrontati sulla 8 Km. Le telecamere Gopro sono piazzate sui gommoni e sul paracadute motore quando l’arrivo della RAI fa slittare per esigenze sceniche di un ora la partenza. Poco male, siamo contenti che la televisione si interessi a questo nuovo movimento.
Infine la partenza tanto attesa che metterà fine dopo circa 50 minuti alla voglia di conoscere i nomi dei vincitori e di coloro che indosseranno la maglia azzurra FISURF nelle competizioni internazionali.

Durante gli otto avvincenti km del percorso si sono dati battaglia a colpi di pagaia i piu’ forti atleti Italiani.
Due i giri del bellissimo e tecnico percorso studiato dall’Organizzatore e partecipante
appassionato Roberto Domenichini.
A vincere è stato per la categoria Pro Giordano Bruno Capparella seguito a 10 secondi da Leonard Nika ,terzo Fabrizio Gasbarro Campione Italiano uscente, seguito dall’esordiente Paolo Marconi a breve distanza, quinto Daniele Guidi partito dalla seconda linea con 15 secondi di ritardo ha recuperato fino ad essere vicino dal podio.
Sesto assoluto Alessandro Ceccarelli autore di un entusiamante testa a testa finale con il romano Stefano Gigli.

Tra le Donne bella e combattuta fino alla fine la regata con arrivo finale di Corinna Betti che ha sovvertito il pronostico andando a vincere sulla Campionessa Italiana in carica Silvia Mecucci,
terza piu’ distaccata Nadia Sarvidei.

Tra gli Amatori ha vinto il local Bernardo completando i 4 km della race in un tempo di tutto rispetto.

Classifica over-all Donne
1 Betti Corinna
2 Mecucci Silvia
3 Sarvidei Nadia

Classifica over-all Uomini
1 Capparella Giordano
2 Nika Leonard
3 Fabrizio Gasbarro

Il resto è storia incisa sui Trofei del RIVER SEA!

 

Tutte le foto cliccando qui

Nome: River Sea SUP Water Race
Data: 7-8 Maggio 2011
Luogo: Ameglia (SP), Bocca di Magra e Fiumaretta
Organizzazione: Associazione Sportiva Dilettantistica A.I.S.U.P. con la collaborazione di Music Sport Movement e Kau-Kau Surf Shop Sarzana.
Gare : Battle River Sea 8 km (percorso metà in mare e metà nel fiume magra) competitiva e 4 Km amatoriale, Sprint 1,5 Km, Staffetta
Patrocini: Comune di Ameglia, Regione Liguria
Sponsor: OLA srl, RRD e GOPro
Sponsor tecnici: Surf to Live , KauKau surf shop, Gotcha, Italy Tents, Progetti Italiani, UnderWave, Naish, GT line, SUPerior, Ocean Kayak, Jimmy Lewis, Allwave, Shuttle Bike.
Happening: Mini corsi Sup per adulti e bambini. Più di 50 adulti e 30 bambini hanno ricevuto l attestato del mini corso sup (corsi gratuiti di promozione a cura di istruttori qualificati FISURF/ISA)

 

1°Trofeo River Sea Sup Water Race
Classifiche

Staffetta Monotipo RRD SUP Cup
La staffetta monotipo RRD Sup Cup , ha ottenuto un grande successo. Ben 35 sono stati gli atleti che ne hanno preso parte . La staffetta divisa in sette squadre da cinque elementi ciascuna è stata divertente e agguerrita. L’organizzazione cercando di creare una situazione di equità, ha suddiviso le batterie in modo che vi fossero proporzionalmente pro e degli amatori.
Il risultato è stato piacevole. Al via si sono alternati incitati dal pubblico tutti i componenti delle squadre su un percorso di circa 200 mt che prevedeva il giro di boe e il passaggio del testimone in spiaggia.
La staffetta è stata vinta dalla squadra composta da: Roberto Domenichini, Massimo Cipollari, Massimo Maestri, Lorenzo Marchetti e Marco Torri.

Speed Race
Anche la Speed race ha ottenuto il favore del pubblico e dei partecipanti, 33 gli iscritti che si sono dati battaglia su di un percorso di 1,3 km circa. Due le boe da aggirare prima di giungere in spiaggia e suonare la campana del vincitore. Una competizione di riscaldamento in vista della Long Distance di 8 km del giorno successivo. Una competizione che ha visto cimentarsi spalla a spalla Amatori e Professionisti. La vittoria è arrivata sul filo di lana, tanto che la giuria ha dovuto far ricorso alla prova fotografica per stabilire chi per primo ha suonato la campana.
Vince la Speed Race Categoria Men
1 Leonard Nika Tavola Naisch
2 Giordano Bruno Capparella Tavola Hobby
3 Fabrizio Gasbarro Tavola Fanatic
4 Paolo Marconi Tavola Jimmy Lewis
Vince la Speed Race Categoria Woman
1 Silvia Mecucci Tavola Jimmy Lewis
2 Corinna Betti Tavola Hobby
3 Nadia Servadei Tavola Jimmy Lewis
4 Marianna Tedeschi Tavola

River Sea Sup Water Race
Classifica Over All
La Long Distance di domenica ha visto la partecipazione straordinaria di 52 atleti schierati sulla linea di partenza. La gara valida per il Campionato Italiano FISURF Sup Race e come triarls per l’assegnazione delle maglie ufficiali della Nazionale Italiana, ha ospitato il meglio del SUP Italiano. Unici assenti per date contingenti i forti atleti Pugliesi, Beppe Cuscianna , Nicola Abatesciani, paola Perrone e lo Juniores Nicola Paudice.
La Competizione prevedeva un percorso da ripetersi due volte della distanza di 3 km e 900 metri, al termine del primo giro gli atleti dovevano percorrere un centinaio di metri di corsa in spiaggia per passare davanti alla giuria.
Quattro le boe previste, di un percorso tecnico che prevedeva dopo il disimpegno, un lato in down wind, un lato in up wind e ben due lati dentro il fiume Magra. Un percorso divertente e non facile, il vento di maestrale, alzatosi improvvisamente a reso la gara avvincente e faticosa…..
Anche la Rai si è interessata all’evento. Trasmettendo nel servizio serale la partenza e alcune interviste colte nel villaggio. Ma ecco la classifica Over All:
Vince la River sea Sup Water Race categoria Femminile
1 Corinna Betti Tavola Hobby
2 Silvia Mecucci Tavola Jimmy Lewis
3 Nadia Servadei Tavola Jimmy Lewis

Vince la River Sea Sup Water Race categoria Maschile

1 Giordano Bruno Capparella Tavola Hobby
2 Leonard Nika Tavola Naish
3 Fabrizio Gasbarro Tavola Fanatic
4 Paolo Marconi Tavola Jimmy Lewis
5 Alessandro Ceccarelli Tavola Jimmy Lewis
6 Stefano Gigli Tavola Hobby
7 Daniele Guidi Tavola Jimmy Lewis
8 Giuseppe Giusti Tavola Nidecker
9 Roberto Domenichini Tavola RRD
10 Massimo Cippolari Tavola NahSkwell

Questi sono gli arrivi dei primi dieci categoria Over All. sono state premiate quasi tutte le categorie previste da Isa. Per praticità e numero minore di iscritti al fine del completamento del podio, ne sono state accorpare alcune. La suddivisione ufficiale riportante i tre classificato per ogni classe sarà riportata di seguito alle indicazioni dei premiati.
Una menzione particolare va all’unico rappresentate Juniores, che ben si è comportato nella gara Race lottando con atleti di esperienza Nazionale: Eric Di Liddo.

Podio Senior
1 Giordano Bruno Capparella Tavola Hobby
2 Leonard Nika Tavola Naish
3 Paolo Marconi Tavola Jimmy Lewis
4 Daniele Guidi Tavola jimmy Lewis
5 Giuseppe Giusti Tavola Nidecker

Podio Master/G.Master
1 Fabrizio Gasbarro Tavola Fanatic
1 Alessandro Ceccarelli Tavola Jimmy Lewis
3 Stefano Gigli Tavola Hobby
4 Freschi Tommaso Tavola Jimmy lewis

Podio Kauna/G.Kauna
1 Roberto Domenichini Tavola RRD
2 Massimo Cipollari Tavola Nah Skell
3 Luca Cassola Tavola Nideker
4 Massimo Maestri Tavola RRD

Podio Amatori Donne
1 Lombardi barbara Tavola Starbord
2 Ilaria Galassi Tavola Naish
3 Elena Ganduglia Tavola
4 Valentina Ciaburri Tavola Moki

Podio Amatori Uomini 4 km

1 Bernardo Battistelli Tavola Jimmy Lewis
2 Luca Bider Tavola
3 Marchetti Lorenzo Tavola Nah Skell

Podio Amatori 8 Km

1 Massimo Maestri Tavola RRD
2 Marco Margotti Tavola Naish
3 Andrea Carpenzano Tavola RRD

Come già specificato, i podi hanno visto l’accorpamento di alcune categorie: Juniores solo un partecipante, Master e G.master uniti, come Kauna e G.Kauna..Le classifiche ufficiali valide per la classifica Nazionale FISURF per queste categorie sono rispettivamente:

Categoria Juniores 1° Eric Di Liddo

Categoria Senior 1°Giordano Bruno Capparella 2° Leonard Nika 3° Paolo Marconi

Categoria Master 1° Fabrizio Gasbarro 2° Stefano Gigli 3° Tommaso Freschi

Categoria G.Master 1° Alessandro Ceccarelli

Categoria Kauna 1° Roberto Domenichini 2° Massimo Cipollari 3° Luca Cassolo

Categoria G.Kauna 1°Stefano Creti 2° Andrea Caprenzano 3°William Zappatore

P.S…L’Organizzazione si scusa ancora in modo particolare con il team di Adrenalina, che DOVEVA essere premiato come il più numeroso presente e che ha contribuito alla buona riuscita della manifestazione, portando ben tre partecipanti nella categoria femminile.
Si scusa con tutti gli AMATORI presenti, a cui non è stato dato spazio sufficiente durante le fasi della premiazione, e alcuni di loro con enorme rammarico non sono stati premiati.
Si scusa con tutti i partecipanti presenti, Amatori e professionisti per alcune defezioni organizzative.
A tale riguardo vorremmo fare una comunicazione ufficiale e una preghiera a chi furtivamente , si è introdotto nottetempo nel gazebo organizzazione e ha sottratto alcune cose per noi molto importanti, come il cartaceo della manifestazione. Vi preghiamo di farci ritrovare questi documenti importanti indispensabili per la compilazione della classifica generale. Sono fogli di carta senza alcun valore, che per noi costituiscono invece, materiale fondamentale… Grazie

 

Lettera del Presidente AISUP

E’ tutto finito, cominciamo a smontare il tendone i gazebo e le bandiere, gli espositori ci salutano, molti degli atleti sonno già andati via. Ci guardiamo e ci abbracciamo tutti, è stato bello. La fatica organizzativa è terminata, la tensione può cominciare a scendere, è andato tutto bene o almeno, la sensazione che abbiamo avuto è stata questa..
Tutti indistintamente ci hanno fatto i complimenti, hanno apprezzato al di la della macchina organizzativa che è stata messa in campo per questo evento, il Cuore. Si il Cuore perché è questo che abbiamo voluto mettere in gioco con tutto noi stessi.
E il cuore ha pagato, il ritorno è stato importante. Ricevere da tutti gli espositori presenti i complimenti per quanto è stato fatto è stato per noi il regalo più grande. Sentire Andrea di Jimmy Lewis dire rivolto a me: “ non mi eri molto simpatico, criticavi criticavi, adesso ho capito cosa avevi in testa”è un complimento meraviglioso. Oppure Enrico di Ocean Kaiak, che prima di congedarsi per tornare a Torino ci abbraccia commosso e ci ringrazia per quanto fatto, ci trasmette una sensazione unica che vale più di 1000 parole. E così Stefano Gigli di Hobby e Claudio di Rrd, Guido di Gopro, Luca di 404 Riviera, insomma tutti. E’ una bella sensazione che vogliamo poter assaporare e coltivare per l’anno prossimo.
Non tutto è andato bene qualche errore è stato commesso, e di questo faremmo tesoro. L’esperienza insegna e gli errori se considerati e valutati nel modo giusto, possono servire a migliorare e migliorarsi.
Quindi non succederà più di dimenticare di premiare il Team più numeroso presente e di sottolineare il giusto riconoscimento a chi ha contribuito alla riuscita della manifestazione portando un elevato numero di atleti come appunto il Team Adrenalina. Oppure dimenticare per la fretta e per l’agitazione nella fase concitata delle premiazioni, di consegnare il premio agli AMATORI a cui era destinata molta della nostra attenzione.
Non voglio dilungarmi, e voglio solo dire..Perdonateci…
Chiusa questa personale parentesi andiamo al Report della due giorni di SUP!
Sabato 7 Maggio è tutto pronto, la macchina organizzativa si mette in moto, io e Paolo siamo già in fibrillazione, abbiamo previsto tutto o quasi, ma la tensione è alta.
Cominciano ad arrivare i primi espositori, i posti sono stati assegnati, abbiamo predisposto il parcheggio riservato per gli espositori e i pass auto gratuiti per 50 autovetture, tutto grazie all’intervento dell’Assessore dello sport del Comune di Ameglia e della Pubblica Assistenza.
Piano piano il villaggio prende forma, arrivano uno due espositori, e poi un altro, un altro e così via,,però, siamo arrivati ad essere una cifra consistente. E senza bugie possiamo affermare che il 1°Trofo River Sea è in assoluto il Primo Expo dedicato al Sup fino ad oggi realizzato in Italia.
Sono presenti: RRD, Naisch, Hobby, Jimmy Lewis,Coreban, NahSkell, Nidecker,Ocean Kayak,Riviera 404, Fanatic, Allwave, in più main Sponsor Gopro. Xstra settore, Lorenzo SUB e I ragazzi del Paramotore. Non poteva mancare Sup Time.
Che dire…Grazie a tutti è stato meraviglioso. Ma veniamo alla giornata di Sup, nel pomeriggio sono previste due regate, la prima una staffetta Monotipo voluta fortemente dal nostro main Sponsor RRD che vuole il coinvolgimento di tutti gli amatori e interessati presenti in spiaggia, e la seconda una speed race di 1,3 km che servirà per la selezione degli atleti che vestiranno la maglia della Nazionale Italiana FISURF in cumolo con la Long Distance del giorno dopo.
Ma è arrivato il momento della Staffetta Monotipo RRD Sup Cup. Pronti sulla linea di partenza 35 atleti provenienti da tutta Italia, divisi in sette squadre da cinque persone. Al suono della sirena i primi sette atleti si lanceranno dopo una breve corsa, in acqua con le loro Eleven 11 piedi RRD e dovranno aggirare una boa posta a circa 200 metri per poi tornare verso la riva. Dopo aver raggiunto la battigia, dovranno girare i loro sup e solo in quel momento il compagno di squadra potrà partire per completare a sua volta il percorso.
E’ una festa, il risultato è questo. Una vera festa e divertimento per tutti, non conta chi arriva per primo o per ultimo, non è questo lo scopo. Lo scopo è divertire e far divertire facendo conoscere uno sport meraviglioso che è lo Standup.
Vince la Staffetta Monotipo RRD Sup Cup la squadra composta da: Roberto Domenichini, Massimo Cipollari, Massimo Maestri, Lorenzo Marchetti e Marco Torri.
Dopo la staffetta, le attività della giornata proseguono con i Mini corsi Gratuiti eseguiti ad opera di istruttori qualificati ISA…il Buon Franco Piccioni si da un gran da fare e porta in acqua a ripetizione adulti e bambini…una bella soddisfazione, Franco dimostra una professionalità encomiabile e una passione invidiabile…..Bravo Franco, alla fine vengono rilasciati una cinquantina di attestati ed almeno 130/150 persone provano a mettere un piede sul sup….che dire…..
Intanto il SALTA SUP riscuote un discreto successo, e il Mitico Giordano Bruno Capparella, approfittando del fantastico Sup Gonfiabile di Hobby, si diverte saltando come un canguro, molti vogliono imitare le sue gesta e finiscono con il sedere a mollo, tranne un amatore che dal nulla rischia di soffiargli la vittoria.
Ma si avvicina il momento della Speed Sup Race, molti sono gli atleti iscritti sia Amatori che professionisti, lo schieramento di partenza è un bel vedere, trentadue persone si daranno battaglia su di un percorso a triangolo con l’aggiramento di due boe. Un chilometro e trecento metri, prima di arrivare in spiaggia e fare una breve corsa per suonare la campana.
E’ uno spettacolo, vedere tutti con la licra rossa e i loghi della nostra associazione scattare in spiaggia e lanciarsi in acqua, per una corsa all’ultima pagaiata. Il pubblico incita gli atleti il percorso è stato studiato in modo che possa essere seguito da tutti a breve distanza. Ma ecco gli atleti che hanno girato all’ultima boa e si lanciano in spiaggia, davanti c’è Giordano tallonato da Leonard, è una corsa sul filo di lana, non sappiamo chi ha vinto. Leonard con una corsa da centometrista ha raggiunto Giordano alla Campana………Siamo costretti a verificare le foto eseguite dal nostro Sponsor , il patron di OLA, che oltre ad essere un nostro fondamentale sostenitore, si rivela anche fotografo insostituibile. Ed è grazie alle sue foto che la vittoria viene assegnata a Leonard per il tocco della campana.
La Speed Race viene quindi vinta da Leonard Nika atleta Naisch, secondo Giordano Bruno Capparella atleta Hobby e Terzo Farbrizio Gasbarro su Fanatic..
Anche il gentil sesso si da battaglia fino all’ultimo metro, la spunta la forte atleta Jimmy lewis Silvia Mecucci sulla sorprendente Corinna Betti, atleta Hobby, terza la simpatica Nadia Servadei anche lei del Taem Jimmy.
Siamo al termine della giornata e il SUPPARTY ci aspetta, dovremmo essere circa una quarantina, ma le adesioni aumentano, cavolo come facciamo? Siamo in 73!….e si si siamo veramente tantissimi e il buon Riccardo titolare dello stabilimento balneare che ci ospita rischia un attacco apoplettico..non era preparato a una così elevata partecipazione…..
Ma nonostante tutto, la cena va bene il vino offerto dalle Cantine Lunaee è abbondante e gradito e anche la birra offerta dallo sponsor non manca al tavolo….le premiazioni della staffetta e della Seed Race hanno inizio, i premi sono offerti dalla Roberto Ricci Design.
La prima giornata si è conclusa, noi siamo contenti, gli atleti anche gli espositori pure..tiriamo un bel sospiro di sollievo e facciamo il punto per la giornata di domenica.
E’ l’alba di Domenica 8 Maggio e siamo già in spiaggia, il Dott Accame proprietario dello stabilimento balneare che ci ospita è già al lavoro..che tempra ragazzi , ha più di 90 anni. Ed è il primo ad arrivare ogni mattina. È lui che ci apre il cancello.
I preparativi sono frenetici, tutto deve essere pronto e in perfetta sincronia, arrivano gli espositori, arrivano gli atleti del giorno prima e se ne aggiungono altri, le iscrizioni proseguono celeri grazie all’impegno delle ragazze, a cui va il nostro ringraziamento, Monica, Flora ed Elena viaggiano che è una bellezza. Dario organizzatore, speaker e tanto altro trattiene il pubblico coadiuvato dal bravissimo Cristiano che si è rivelato un ottimo e capace DJ. Tutto procede per il meglio, nel frattempo Paolo organizza la spiaggia e dopo un breve consulto decidiamo di posizionare le boe del percorso….
Come già provato ed approvato, l’itinerario gara prevede la partenza dalla spiaggia, l’aggiramento di quattro boe, due lati in mare con down wind e up wind e due lati in fiume contro e a favore di corrente, per un totale di quattro km, corsa in spiaggia e ripartenza per il secondo giro.
Un percorso tecnico e accattivante, una gara per tutti con la possibilità di scelta per gli amatori , un giro soltanto di 4 km o raddoppiare il percorso previsto per i pro.
Si chiudono le iscrizioni, siamo in 52 PARTENTI! Un record per le competizioni Italiane di SUP. Un successo per AISUP e per FISURF, un successo per tutti, una soddisfazione infinita . Ma non abbiamo il tempo di gongolare, la competizione deve procedere, ci stiamo preparando quando inaspettatamente arriva la Rai tre che riprende il villaggio chiedendoci informazioni e realizzando interviste. Siamo al settimo cielo, gara numerosa, pubblico presente e televisione Nazionale, cosa si può chiedere di più? È il momento della chiamata numeri di gara, gli atleti vengono convocati uno ad uno e viene consegnata loro la licra gara. Dopo 10 minuti si riunisce la commissione atleti voluta dall’organizzazione, il percorso viene sottoposto all’approvazione della consulta dei veterani che lo giudicano confacente e realizzabile in base alle condizioni meteo. Ottenuta l’approvazione viene chiamato lo skipper meeting per tutti i competitori. La partenza è a 15 minuti.
Tutto è pronto, schierati su due linee di partenza i 52 iscritti sono pronti a darsi battaglia, la prima sirena darà il via ai pro , la seconda a 15 secondi farà da starter per gli amatori…che spettacolo, si va,tutti in acqua. Un parapendio a motore condotto dal nostro amico Raffaele di Flyxfun, si libra in volo per riprendere con le famose videocamere Gopro tutte le fasi della gara.
Siamo felici, anche se un inaspettato termico di maestrale si alza rendendo la competizione veramente tosta. Giordano Bruno Capparella prende subito la testa della gara seguito da Leonard Nika a poca distanza c’è Gasbarro un poco in difficoltà dopo la partenza non perfetta, quarto un sorprendente Paolo Marconi e poco dietro un feroce Alessandro Ceccarelli, via via tutti gli altri.
Il primo giro si conclude, e le posizioni non cambiano, durante la corsa in spiaggia molti atleti possono usufruire dell’acqua messa a disposizione dallo staff e via per il secondo e ultimo giro. E’ una competizione vera, una gara tosta e tecnica, il vento non perdona e mette a dura prova tutti i concorrenti. L’arrivo si avvicina e la campana è pronta a suonare per il vincitore, ed ecco Giordano che lascia la sua meravigliosa Hobby per involarsi in solitudine verso l’arrivo, la campana suona! È lui il vincitore del 1°Trofeo River Sea Sup Water Race, a seguire Leonard Nika, Fabrizio Gasbarro, Paolo Marconi, Alessandro Ceccarelli e via via tutti gli altri.
Una bella gara un bel percorso, una bella coreografia. Siamo contenti e soddisfatti. La passione ha pagato è una bella sensazione.
E’ il momento delle premiazioni, gli sponsor ci hanno sostenuto mettendo a disposizione degli atleti veramente tanti e tanti premi di valore. Ricordiamo che solo il pacchetto gara prevedeva per tutti un Salvagente delle Velerie San Giorgio modello wind, una maglietta dell’evento messa a disposizione da Kaukau, un buono pasto, un free pass parking, e a richiesta una cassetta stagna Exsplorer cases.
Per la categoria maschile i premi previsti sono stati: Primo Classificato , Trofeo River Sea, Medaglia oro FISURF, trofeo pagaia in legno, Sette giorni di soggiorno messo a disposizione dalla società Surf to Live, orologio automatico Progetti Italiani, Assegno di rimborso spese. Secondo Classificato, trofeo pagaia in legno, Medaglia d’argento FISURF, Telecamera GoPro, porta pagaia Superior, Assegno di rimborso spese. Terzo Classificato , Trofeo pagaia in legno, medaglia di bronzo FISURF, Pagaia in carbonio RRD, porta pagaia Superior.
Per la categoria femminile i premi sono: Prima classificata, Trofeo River Sea, Medaglia d’Oro FISURF, Tre giorni di soggiorno messi a disposizione da Surf to Live, una telecamera GoPro,e altro. Seconda Classificata, Trofeo pagaia in legno, Medaglia d’argento FISURF, Pagaia in legno Jimmy Lewis, porta pagaia. Terza classificata, trofeo pagaia, medaglia di bronzo FISURF, premi Hobby e premi KauKau.
Anche tutte le altre categorie sono state premiate con materiale messo a disposizione da: RRD, Gopro,Naish, Hobby, Superior, Ocean kayak, Exsplorer Cases, Velerie San Giorgio, Exso, Ottica Mottini.
I premi speciali e i trofei River Sea sono stati messi a disposizione da: Associazione dei barcaioli e pescatori Fiumaretta. Associazione Bocca di Magra. Vivere Fiumaretta. Commercianti Bocca di Magra.
Ricordiamo il Patrocinio del Comune di Ameglia e della Regione Liguria, che ringraziamo. Si ringraziano inoltre: Capitaneria di Porto La Spezia, Delegato di Spiaggia di Fiumaretta, Polizia Municipale di Ameglia, Ameglia servizi, Croce Rossa Italiana sez Fiumaretta, Pubblica Assistenza Sarzana, Dott Marrico Isoppo, Dott Accame e Sig.ra e tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, uno su tutti l’Architetto Giorgio Pezzi.
Naturalmente da parte mia un ringraziamento speciale a Mia Moglie Monica che mi ha sopportato per mesi, e a TUTTI voi , e solo grazie a voi che tutto questo si è potuto realizzare…….GRAZIE

Roberto Domenichini
Presidente AISUP

 

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...