Skin ADV
Report | 25 settembre 2010

San Teodoro E-Vento 2010
Report SUP

Alla sua quinta edizione il San Teodoro E-vento non smette di stupire ed aggiunge alle sue già numerose attività una special edition di Paddle Surf organizzata da Surfing Italia in collaborazione con la Bmw. 

 

 

La manifestazione, già rappresentativa  sul panorama internazionale per quanto riguarda gli sport acquatici kitesurf, windsurf, wakeboard, grinch, si è arricchita di una nuova disciplina il SUP. L’E-vento ormai appuntamento tra i più importanti e seguiti del settore ha accolto un numerosissimo pubblico di atleti e non. Grazie a Sergio Cantagalli, Daniele Scarpa, Renzo Mancini, Luca Gentilini e al team organizzatore dell’evento, con la collaborazione attiva di Surfing Italia si è potuto dare vita ad una serie di gare uniche nello scenario straordinario della bellissima San Teodoro.

Le previsioni per il week promettevano bene, calma piatta la mattina e una termica nel pomeriggio per venerdì e sabato, mentre per domenica la previsione dava forte vento di ponente che avrebbe dato una sferzata di dinamismo a tutti i partecipanti della manifestazione.

Il programma delle attività di Paddle Surf ha previsto una gara sprint venerdì, la long distance sabato e domenica la staffetta.  Sin dal primo giorno le tavole da SUP sono state letteralmente prese d’assalto dal pubblico e dagli atleti delle diverse discipline che visto la condizione di completa assenza di vento hanno approfittato per mantenersi in allenamento pagaiando lungo la costa. Presenti quasi tutti gli atleti del circuito Italiano ma anche qualche altro atleta meno presente alle altre competizioni nazionali che non ha però voluto perdersi questo appuntamento.

Nella tarda mattinata di venerdì, dopo le iscrizioni ufficiali si sono raccolte le adesioni per la prima gara di Stand Up Paddle. Il primo appuntamento in programma è stato una gara sprint di circa un km con percorso a triangolo che ha visto partecipare ben 20 atleti pronti a darsi battaglia a colpi di pagaia. Alla gara hanno partecipato anche atleti di altre discipline e questo ha reso l’atmosfera molto più divertente e coinvolgente visto lo spirito di partecipazione goliardico degli aspiranti paddler che hanno avuto non poche difficoltà a restare in piedi sulla tavola e a pagaiare in un gruppo così numeroso di partecipanti. Molti gli atleti caduti durante la gara ma tutti sempre col sorriso pronti a rimontare sulla tavola. Le prime 10 posizioni sono state occupate da personaggi di spicco conosciuti nel circuito.


CLASSIFICA  SPRINT

1) Leonard Nika
2) Pietro Fazioli
3) Nicola Abatescianni
4) Giordano Capparella
5) Damien Girardin
6) Carlo Nut Rotelli – Gleison Monteiro
7) Paolino Pereira
8) Enrico Giordano
9) Mirco Babini
10) Giuseppe Cuscianna
11) Riccardo Crivellin
12) Leonardo Decandia – Lorenzo Picchierai – Andrea Scarpa
13) Daniele Brumama
14) Gabriele Pisu
15) Roberto Domenichini
16) Andrea Ragazzuoli
17) Sandro Pisu (Junior)
18) Daniele Bifora
19) Massimiliano Rigacci
20) Antonio Tragu
21) Daniele Romana

 

Nella giornata di sabato nettuno ha regalato una sorpresa, una volta in spiaggia set di onde alte non più di 70 cm si intervallavano al mare piatto. La giornata è iniziata nel migliore dei modi, molte le persone in acqua a surfare le onde e a tanti fotografi sulla riva pronti ad immortalare gli atleti.


Nel frattempo il team organizzativo ha sistemato il campo di regata per la long distance open. Questa volte però le adesioni sono calate vertiginosamente e si sono ritrovati sul campo i soliti gladiatori. Quasi 7 i chilometri da effettuare con un solo giro di boa. In questa gara gli atleti hanno sfoderato le loro armi vincenti, Leonard Nika ha gareggiato con il nuovo bolide Naish 2011 il javelin 14. E la scelta effettuata dal nostro amico è stata giusta infatti è stato leader del gruppo per tutta la durata della gara, seguito da Fabrizio Gasbarro, Petro Fazioli e Nicola Abatescianni. Una volta finita la gara gli atleti si sono ritrovati sulle onde a dare spettacolo fino a tarda serata.


CLASSIFICA LONG DISTANCE

1) Leonard Nika
2) Fabrizio Gasbarro
3) Pietro Fazioli
4) Nicola Abatescianni
5) Stefano Gigli
6) Carlo Nut Rotelli
7) Roberto Domenichini
8) Giuseppe Cuscianna
9) Riccardo Crivellin
10) Giordano Capparella (Ultima posizione per penalità dovuta al giro di boa nel senso opposto)

Domenica è stata invece la giornata dedicata ai team della staffetta: 15 partecipanti e 5 team, 3 atleti per ogni squadra. Sono state subito prese le adesioni, nominati i capitani dei 5 team e formate le squadre attraverso un sorteggio. La staffetta è da sempre una gara coinvolgente per i partecipanti e per il pubblico che si ritrovano a tifare le squadre e a rendere la gara ancora più spettacolare.

La gara è stata organizzata in poco tempo ed è bastato partire per attirare l’attenzione di tutti. I primi a partire hanno dovuto stabilire la propria forza distanziando gli avversari e dando un buon anticipo ai compagni di squadra. il percorso di gara è stato semplice a bastone con un solo giro di boa per poi tornare il prima possibile a riva per consegnare il “testimone” in questo caso la tavola al proprio compagno di squadra. La gara è stata vinta dal team  capitanato da Fabrizio Gasbarro avendo come compagni Giuseppe Cuscianna e  Giordano Capparella ma alla fine lo spirito di competizione è stato vinto dall’amicizia e dal divertimento che hanno coinvolto tutti.


CLASSIFICA STAFFETTA

1) Fabrizio Gasbarro – Giuseppe Cuscianna – Giordano Capparella
2) Daniele Scarpa – Mirco Babini – Nicola Abatescianni
3) Carlo Nut Rotelli – Leonard Nika -  Corinne Betty

4) Andrea Scarpa- Peter Bridgeman- Pietro fazioli

5) Stefano Gigli- Riccardo Crivellin- L’uomo invisibile di cui non ricordiamo il nome

 

Il terzo giorno è stato però anche il momento delle altre gare di kitesurf e windsurf approfittando del vento forte che ha soffiato per tutto il giorno sulla costa.

Al termine della manifestazione ci sono state le premiazioni e poi tutti di nuovo insieme a divertirsi in acqua per salutare e dare l’arrivederci all’anno prossimo alla bellissima spiaggia di San Teodoro!

Il team di Surfing Italia ringrazia l’organizzazione de l’E-VENTO per aver reso possibile collaborare per poter promuovere e divulgare uno sport nuovo e giovane. Ci si vede tutto al prossimo

E-VENTO.

  

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...