Skin ADV
News | 8 maggio 2010

I° lions paddling cup riccione

Per ristrutturare la casa per ragazzi Down dell’associazione Centro 21 di Riccione, Domenica 30 maggio 2010 si terrà a Riccione il 1° Lions Paddling Cup, una gara amatoriale di paddling (surf con pagaia), il cui ricavato sarà totalmente devoluto all’associazione Centro 21 di Riccione, impegnata da oltre 15 anni nell’aiuto e nel sostegno a famiglie di persone con disabilità mentali.
L’evento è organizzato dal Lions Club Riccione in collaborazione con il Vela Club Marano di Riccione che ha messo a disposizione la sua sede, la spiaggia della Colonia Reggiana, come location per la manifestazione. Lo sport, infatti, è da sempre un “mezzo” sano, divertente ed efficace per coinvolgere tutti in attività di solidarietà. In questa occasione il Lions Club di Riccione ha pensato di dare un aiuto concreto attraverso l’organizzazione di un evento sportivo che si propone di aiutare la ristrutturazione della casa per il Centro 21 di Riccione, associazione ONLUS nata nel 1993 che, attraverso l’impegno di volontari e famiglie, fornisce un aiuto concreto agli adolescenti affetti dalla sindrome di Down. L’associazione è da tempo impegnata nella costruzione di una struttura che permetta ai ragazzi di gestire la propria vita e di renderli il più possibile autonomi, in modo da affrontare il cammino verso la vita adulta. Allo stesso tempo, la casa potrà essere un luogo di ritrovo e svago per i ragazzi.Tutti i partecipanti all’evento dovranno cimentarsi nel Paddling (o Standup Paddling), un’evoluzione del surf in cui lo sportivo, utilizzando una pagaia e una tavola più grande, mantiene sempre una posizione del corpo verticale.Il Paddling nasce alle Hawaii negli anni ’50 (sebbene qualcuno ne trovi traccia nei diari dell’esploratore inglese James Cook già a fine Settecento) e negli ultimi anni conquista sempre maggiore spazio tra gli appassionati degli sport acquatici.I motivi d’interesse verso questa disciplina sono almeno quattro: è divertente, permette di surfare anche con onde di piccole dimensioni, l’utilizzo di un remo consente sia di migliorare l’equilibrio sia di effettuare manovre ed evoluzioni radicali, è un ottimo allenamento di fitness che può essere praticato con continuità non necessitando di particolari condizioni atmosferiche e naturali (onde, vento e grandi spazi).Al termine delle gare saranno premiati: i primi 3 assoluti, i primi 3 membri Lions Club e le prime 3 donne.Inoltre, grazie all’ospitalità e al supporto del Vela Club Marano, la giornata prevede momenti di intrattenimento per “atleti”, ospiti e avventori della manifestazione, un angolo culinario gratuito per tutti gli iscritti e l’omaggio della maglia ufficiale a tutti i partecipanti alla gara.

Per info: www.velaclubmarano.it

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...