Articoli | 29 dicembre 2009

Il rebel tour ci prova ancora

Surfcorner.it – Dopo Mundaka sembrava fosse stato accantonato, poi recentemente sembrava che il Tour Ribelle o Surf Tour dei Campioni potesse vedere la sua prima edizione nel 2010.

Secondo la rivista Australia Surfing Life sarebbero stati scritturati atleti come Kelly Slater, Dane Reynolds, Andy e Bruce Irons, Ry Craike, Rob Machado, Taj Burrow, Shane Dorian, Mitch Coleborn, Clay Marzo.
Invece, fedeli al Tour ASP e non scritturati sarebbero Mick Fanning, Joel Parkinson, Jordy Smith.

Il nuovo Tour, soprannominato anche Champion Surf Tour (CST) dovrebbe articolarsi in 8 eventi, da settembre a dicembre 2010, più un nono evento finale del campionato.

L’ASP nel frattempo ha subito sfoderato le unghie e ha fatto sapere che chi parteciperà al CST non potrà partecipare al campionato del mondo ASP.

Dopo il meeting a Mundaka, dove gli atleti dell’ASP avevano dato il loro supporto al Dream Tour, sembrava che ciò avesse decretato la morte del Tour ribelle.
Poi lo stesso Slater aveva confermato le voci di un possibile ritorno del CST, interpellato dalla rivista Australia Surfing Life.

Il CST intanto ha ridotto il montepremi per ogni evento, passando dagli iniziali 1,5 milioni di dollari a 500.000, con un premio di 125.000 per il vincitore, e un minimo di 25.000 dollari per ogni partecipante.

In realtà Taj Burrow ha confermato al giornale The Australian che non è per niente propenso a partecipare al Tour Ribelle, rivelando di essere stato contattato dagli organizzatori, che però gli sono sembrati molto disorganizzati.

Anche Andy Irons ha confermato che accetterà la wild card per il Dream Tour 2010, dopo che ha passato il 2009 ad allenarsi per questo.
Stessa sorte per Dane Reynolds e Clay Marzo, che a quanto pare non sono interessati a partecipare al CST.

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...