Articoli | 11 ottobre 2009

Tour ribelle? l’asp affila le armi e decide il futuro del surf professionistico

Surfcorner.it – Dopo le indiscrezioni su un nuovo campionato professionistico di cui abbiamo parlato nelle settimane scorse, l’ASP si è data da fare e si è concluso ieri a Mundaka, approfittando della mancanza di onde per disputare il contest, l’incontro dei responsabili ASP per decidere le novità del Tour ASP 2010.

Lo scopo, come ha dichiarato Mick Fanning, rappresentante atleti ASP, è quello di far sì che il Tour rimanga il più progressivo e dinamico tour professionistico al mondo.

L’incontro rappresenta il culmine di un intenso periodo di discussioni insieme agli atleti e il risultato è l’introduzione di novità storiche nell’intero sistema ASP, ecco qua i punti fondamentali:

Introduzione di un sistema unico di ratings
A partire dal 2010 verrà introdotto un sistema di classifica unico dove confluiranno gli eventi WCT e WQS al fine di determinare un’unica classifica degli atleti.

Riduzione degli atleti partecipanti da 45 a 32
A metà della stagione 2010 il numero degli atleti partecipanti al tour sarà ridotto dagli attuali 45 + 3 wild card a 32 + 4 wild card. In questo modo si consente a chiunque voglia qualificarsi per la successiva stagione del Tour di avere più possibilità di entrare nei top 32.

Aumento del montepremi
Il montepremi di ogni evento maschile passerà dagli attuali 340,000 dollari a 400,000 dollari, mentre quello degli eventi femminili da 90,000 a 114,285 nel 2010.

Bonus premi
Oltre all’aumento del montepremi ci sarà un bonus di 100.000 dollari per il campione finale del mondo, di 30.000 per la campionessa.

Queste le principali novità del 2010 a cui si affiancano ulteriori modifiche minori come quelle relative all’organico e alla struttura dell’ASP.

Per ulteriori info: www.aspworldtour.com


Fred Patacchia approfondisce il nuovo ASP 2.0 con Mick Fanning e Kieren Perrow

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...