Articoli | 13 marzo 2009

Progetto calabria dream waves 2008: finalmente i vincitori

Con il supporto di Aerofish, Westsurfing e SURFtoLIVE, con il patrocio della Federazione SURFING ITALIA riconosciuta CONI e AICS e sotto la direzione dello Staff dell’Associazione Surf Calabria TIRRENIA WAVES siamo lieti di proclamare i vincitori di questa prima edizione del PROGETTO CALABRIA DREAM WAVES 2008.

Prima dei nomi ci sembra però doveroso fare una breve premessa: il progetto non è stato e non sarà nelle prossime edizioni una competizione ma un evento che mira a far crescere il livello tecnico e culturale del surf, l’iniziativa ha voluto un confronto della realtà surfistica calabrese con le diverse culture dell’Italia. In ogni regione, in ogni spot, in ogni crew si creano consolidati rapporti di convivenza in acqua e regole che non sempre sono compatibili fra le varie zone o fra i vari gruppi di surfisti così abbiamo deciso di promuovere un confronto con risultati davvero ottimi che hanno consentito a noi calabresi di conoscere nuovi surfisti del resto dell’Italia e di presentare la scena locale a chi ha partecipato come ospite al progetto. Le emozioni e le situazioni sono state tantissime così come le onde surfate. L’arrivo degli atleti ospiti è stato un classico in un posto dove la realtà surfistica è consolidata con una Crew molto affiatata ormai da molti anni. La curiosità di scoprire queste onde, surfare nella stessa giornata su 2 versanti completamente opposti grazie alla conoscenza da parte dei locali degli spots e delle migliori condizioni che li attivano, la notevole misura surfata in alcune tappe per non parlare della qualità che qualcuno ha avuto la fortuna di constatare da molto vicino. Fra le dichiarazioni di chi è stato presente alle tappe : “A volte abbiamo lasciato un metro e mezzo di onda con la sicurezza di trovare dall’altra parte 2 metri molto più verticali e lisci” e questo basta a far capire il perchè questo progetto è stato battezzato come un sogno.

La completa assenza di fotografi o operatori esterni se non in una sola occasione per consentire anche agli operatori locali un’occasione di confronto, e la valutazione su 2 aspetti (tecnico e di sportività) ha fatto si che il pensiero in acqua fosse per tutto il tempo solo uno : “surfare e divertirsi !”

Questa è stata la filosofia di approccio con la quale abbiamo iniziato la prima tappa e che è rimasta fino alla fine.

Man mano che le tappe procedevano sia i locali che gli ospiti hanno capito che non bastava prendere onde e fare manovre ma anche inserirsi bene nel contesto sportivo e locale.

Molto apprezzato il test di una tavola AEROFISH, Alessandro CLINCO, Alessandro MARCIANò, Iacopo LANCIONI, Nicola BRESCIANI e Alessio POLI hanno così lasciato il loro parere su questo modello e questo marchio che si è affacciato da qualche mese sul mercato italiano con le tavole shapate da Gregorio MOTTA.

Per Clinco, Marcianò e Lancioni le condizioni che si sono presentate in una delle mattine delle tappe è stato possibile testare la tavola in acqua mentre per Bresciani e Poli la notevole misura delle onde andava oltre i limiti consigliati per questo flyfish indicato per onde dal metro ai 2 metri, ma loro hanno voluto comunque vederla e analizzarla in ogni dettaglio, osservandone con attenzione le linee e le curve.

Ecco i loro commenti e le loro dichiarazioni:

A.Clinco “Una tavola con il giusto compromesso fra resistenza e peso, resistenza necessaria agli spot della costa tirrenica calabrese che rompono quasi tutti su scogliera. Le misure sono buone e la tavola ha un buon volume per un take off rapido su ogni onda. La linea e le misure di questo modello creano un buon feeling fra surfista e onda e consentono belle curve e buone manovre anche quando l’onda non raggiunge grosse misure e pendenze cosiderevoli. Sulle onde più formate e verticali si comporta benissimo e resta molto fluida e leggera.”

A. Marcianò “Solitamente utilizzo tavole leggermente più lunghe ma devo dire che questo 5’10” fish è estremamente versatile e veloce. Appositamente realizzato per le “nostre” condizioni è quel tipo di tavola che permette di superare senza problemi le sezioni morbide dell’onda senza mai perdere velocità e precisione nei “curve”. Altresì su onde fino a 2 metri garantisce una rapida partenza nel take off mantenendo una buona direzionabilità sulla parete più ripida dell’onda. Una buona scelta tra volume e larghezza con poco roker. Il giusto compromesso per una tavola “multi-session” da utilizzare, appunto, in quasi tutte le condizioni di onda con elevate performance”.

I. Lancioni “La tavola grazie al volume permette di raggiungere un’ottima velocità anche su onde piccole e di superare le sezioni meno ripide con estrema facilità. Inoltra garantisce una buona facilita nel take-off ma nonostante la larghezza e lo spessore gode di un’ottima manovrabilità. Ho notato che la tavola e veramente leggera ma cio nonostante è veramente resistente merito di un’ottima resinatura. Secondo me questa tavola da il meglio di se dal mezzo metro fino al metro e mezzo quindi una tavola adatta soprattutto alle nostre condizioni da usare nella maggiorparte delle session.”

N. Bresciani e A. Poli ” Osservandola e analizzandola in ogni dettaglio è sicuramente una tavola molto veloce ed adatta al tipo di onda mediterranea… Buona su onde da scogliera ma ideale e molto indicata per beach break… il buon volume le consente di partire velocemente anche su onde non molto ripide ma grazie alle misure è una tavola molto prestante su onde ripide e veloci consentendo facilmente manovre aeree… concludendo questa tavola è adatta non solo per chi ne apprezza la rapida partenza e l’ottima galleggiabilità ma anche per tutti gli appassionati di aerial e trick innovativi…”

Misure Tavola Testata:
5’11” x 19′ e 1/2 x 2′ e 3/16

In più occasioni chi ha testato la tavola ha chiesto poi di poterla usare ancora proprio perchè nei giorni in cui abbiamo fatto il testing le condizioni vedevano in acqua onde dal metro al metro e mezzo sulle quali la tavola si comportava benissimo.

Tutto questo e non solo è stato ampiamente apprezzato da parte di tutti i surfisti che hanno partecipato e con approvazione di tutti possiamo finalmente proclamare i vincitori di questa prima edizione del progetto CALABRIA DREAM WAVES 2008 che hanno saputo stabilire il giusto compromesso fra livello tecnico e sportività nelle 3 tappe.

THE WINNERS ARE:

BRESCIANI NICOLA (categoria Ospiti)

IPPOLITO Alessandro e CALIPARI Umberto (categoria Locals)

CLASSIFICA FINALE OSPITI

1 – BRESCIANI Nicola

2 – PIU Alessandro

3 – CLINCO Alessandro e POLI Alessio

5 – MARCIANò Alessandro

6 – SILI Francesco e LANCIONI Jacopo

8 – VITALE Valentina

CLASSIFICA FINALE LOCALS

1 – IPPOLITO Alessandro e CALIPARI Umberto (P. 44,50)

3 – GAGLIANESE Girolamo (P. 42,00)

4 – PREITE Guerino (P. 39,20)

5 – DE STEFANO Nicola (P. 38,90)

6 – SIGNORELLI Simone (P. 37,50)

7 – GRANATA Biagio (P. 34,20)

8 – SOLIMEO Alessandro (P. 28,00) ASSENTE A UNA TAPPA

9 – MARANIELLO Mihaela (P. 27,50)

10 – CATANZARO Pierluigi (P. 25,50)

11 – GAGLIARDI Dario (P. 18,00)

12 – CIANCIO Giuseppe (P. 16,70)

13 – VOZZA Mario Vincenzo (P. 11,00) ASSENTE A 2 TAPPE

Criteri di valutazione e classifica locale:

Il punteggio totale di ogni locals è risultato dalla somma di 2 punti presenza per ogni tappa alla quale il locals è stato presente almeno in 1 dei 3 giorni di tappa più il punteggio votazione di ogni tappa dato dalla somma dei voti divisa per il numero di atleti ospiti presenti alla tappa.

PREMI SPECIALI

Miglior Riconoscimento Sportività Ospiti:

MARCIANò A.

Miglior Riconoscimento Sportività Locals:

GRANATA B.

Unica Girl Ospiti:

VITALE V.

Premio Migliori Riprese Video:

BOCCONE I.

Premio Migliore Foto:

CIANCIO G.

L’articolo completo e le foto su www.tirreniawaves.com

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...