News

Surfista lancia dispositivo d’emergenza per respirare sott’acqua

Surfcorner.it – Nel 1986 Mark Chestnut, durante una normale duck dive surfando a Cabo San Lucas, fu trattenuto sott’acqua per un tempo inusuale rimanendo privo di aria e arrivando a pochi secondi dalla morte.

Reduce da quell’esperienza, cominciò a maturare l’idea di un dispositivo di salvataggio che offrisse una piccola riserva d’aria, che in molti casi potesse fare la differenza tra la vita e la morte, finchè brevettò A.I.R., una piccola bomboletta contenente 5,2 litri di aria purificata che consente di dare due grosse boccate d’aria.

Quante volte molti di noi sono rimasti inaspettatamente senz’aria durante una brutta centrifuga? AIR è il dispositivo che potrebbe fare la differenza in molte situazioni critiche, può essere applicato al braccio e indossato durante le sessioni di surf più pericolose.

Si può acquistare on line su www.wegotair.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
21 − 4 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER