Articoli

Couch surfing, di divano in divano a caccia di onde

Surfcorner.it – Non si tratta propriamente di surf nel senso classico del termine, cioè di surfare le onde, tuttavia il couch surfing si sta diffondendo sempre di più e coinvolge anche la comunità dei surfisti, nomadi per eccellenza.

Ecco come funziona: ci si registra sul sito www.couchsurfing.com, e si entra in contatto con migliaia di persone che in tutto il mondo che mettono a disposizione un divano per gli avventori occasionali. Il tutto gratuitamente.
Se il vostro budget è limitato ed avete tempo da dedicarci, è sufficiente prenotare un volo, preferibilmente low cost, mandare una mail ad un componete della comunità dei surfers e chiedergli la disponibilità del suo divano per due o tre notti. Giusto il tempo di fare tappa e poi ripartire.
Si tratta in definitiva di un social network. Si conoscono persone nuove, si condividono sentimenti, si parla in lingue diverse dalla propria: l’esperienza è l’unica moneta di scambio.
Gli utenti che mettono a disposizione il proprio divano sono persone che nel tempo vengono valutate da chi è stato loro ospite. Basta leggere i commenti degli altri avventori, la soddisfazione o meno di chi già è passato, per capire se vale la pena sostare qualche notte in quella casa.
Tutto ciò che serve è un pizzico di coraggio e di capacità di aprirsi all’imprevisto, che poi è l’elemento comune di ogni esperienza di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
18 × 29 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER