News | 7 ottobre 2008

Surf e religione: ad huntington la cerimonia di benedizione delle onde

Surfcorner.it – “Non sono Gesù. Ho bisogno di una tavola da surf per camminare sulle acque”. Così ha commentato Padre Matthew Munoz, uno dei promotori della cerimonia di ringraziamento e benedizione dell’Oceano, svoltasi domenica scorsa ad Huntington Beach, California.

Sacerdoti di tre religioni, fedeli e appassionati surfisti si sono radunati sulla famosa spiaggia californiana per la prima cerimonia di benedizione delle onde, doni dell’Oceano.

Insieme a padre Munoz c’erano anche Fawad Yacoob, guida della comunità islamica di Orange County, il reverendo Christian Mondor, cattolico come padre Munoz, e oltre 400 fedeli, tutti riunitisi all’alba di Domenica 5 ottobre sotto il Pier di Huntington Beach (HB) per una cerimonia in cui non è la religione a contare, ma la comune passione per l’oceano: i tre sacerdoti hanno benedetto le onde e ringraziato Dio, con qualunque nome lo si chiami, per la gioia e la pace che l’oceano sa dare, a chi lo cavalca come a chi, semplicemente, lo osserva.

Cattolici, ebrei e musulmani si sono riuniti per offrire le loro preghiere all’Oceano, e dopo aver versato acqua benedetta in mare si sono buttati con le tavole per godere della swell in corso.

Padre Mondor, uno degli organizzatori della cerimonia, a 83 anni non può più permettersi di cavalcare l’onda, ma l’amore per l’oceano e la percezione della sua forza sono rimasti immutati negli anni e lo hanno spinto a cercare un momento di riflessione e di unione con chi condivide questo spirito: “Sei qui fuori nell’acqua, tra le onde, e senti l’onda che monta sotto di te, guardi fuori e vedi le palme e le montagne sullo sfondo”, ha raccontato l’anziano sacerdote, “Ti senti così vicino alla natura. E c’è una grande pace, fuori e dentro di te”.

Più info e foto:
www.latimes.com
www.dallasnews.com

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...