News | 22 novembre 2007

Ambiente: 20.000 amici degli squali per salvare le specie a rischio nel mediterr

Surfcorner.it – Poche settimane fa ci eravamo occupati del movimento a favore degli squali (leggi qui) e della raccolta di firme per salvare le specie a rischio nel Mediterraneo.
L’associazione MedSharks, guidata da Eleonora de Sabata ha portato avanti con successo l’iniziativa, radunando 20.000 amici degli squali e questi sono i risultati della Missione Bruxelles.

Eleonora, raccontaci com’è andata a Bruxelles
Nasce Shark News, un nuovo “giornale” online sul mondo degli squali mediterranei – e non solo – pieno di notizie, informazioni, curiosità e anche inviti ad agire per la loro protezione. Un progetto per ora in via sperimentale, che nasce dall’entusiasmo per la valanga di adesioni (oltre 20.000!) ottenute dalla campagna “fai contare la mia pinna” cui molti di voi hanno aderito (a proposito: ancora grazie)! Ma il tempo è poco, io non sono un webmaster ed tutto è fatto “in casa”: quindi portate pazienza se i contenuti non sono ancora moltissimi e, soprattutto, ordinati! Tornate regolarmente a visitarlo e, speriamo almeno una volta alla settimana, troverete qualche novità. Se conoscete altre persone interessate agli squali del Mediterraneo segnalategli il link!

Di cosa parla Shark News?
Ecco ciò che troverete ora oltre al resoconto della Carica dei 20.000 a Bruxelles: il recentissimo rapporto della IUCN sulla situazione degli squali in Mediterraneo segnala che oltre il 40% delle specie a rischio estinzione. Ma c’è anche una (timida) buona notizia: si va verso una riduzione delle quote di cattura di mako e smeriglio, uno degli squali più minacciati al mondo. E infine una curiosità: quest’estate sono state marcate tre mante del Mediterraneo dai ricercatori dell’Icram. Cosa racconteranno i dati raccolti dalle sonde satellitari appena recuperati?

Altre News

MEDITERRANEO: IL POSTO PIU’ PERICOLOSO AL MONDO PER GLI SQUALI
Le cifre sono agghiaccianti: il 42% delle specie mediterranee è a rischio di estinzione. E’ la più alta percentuale al mondo. Lo dice l’ultimo rapporto della IUCN, uscito il 16 novembre. Alta la preoccupazione per l’impatto complessivo di questa importante perdita di biodiversità…

LA CARICA DEI 20.000 A BRUXELLES
Erano più di 20.000 le firme consegnate il 9 novembre a Bruxelles ai funzionari della Commissione Europea. Un ottimo risultato, considerato che le firme (raccolte per sollecitare il Piano d’Azione per la gestione e conservazione degli squali europei) sono state raccolte in appena un mese ed esclusivamente con il passaparola. Buone e cattive notizie emergono dal colloquio: il nostro lavoro non è ancora finito…

BUONE NOTIZIE DALL’ICCAT
Buone notizie dalla conferenza annuale dell’ICCAT, la commissione che governa la pesca al tonno, pescespada e pesci pelagici. L’accordo prevede una riduzione delle catture di mako e smeriglio, specie decimate dalla pesca intensiva e accidentale. Si tratta della prima forma di protezione internazionale offerta a delle specie di squali migratori – ma i passi concreti si vedranno solo quando verranno fissate le quote di cattura. Per i paesi europei questo accadrà a fine dicembre, al prossimo incontro tra i ministri della pesca…

MARCATE TRE MANTE DEL MEDITERRANEO
Sono stati recuperati tutti e tre i tag satellitari applicati quest’estate a tre mobule mediterranee dai ricercatori dell’Icram. I dati sono ancora allo studio e i risultati ci verranno presto comunicati dagli autori.–

Continua su: http://edesabata.wordpress.com

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...