Articoli

Simone esposito

Età: 28

Anni di surf: 13

Stance: regular

Home spot: buggerru

Spot preferito in Italia: la secchetta nora

Manovra preferita: aerial

Viaggi: per ora ho surfato solo in acque italiane

Altri sport/hobby:skate,tuning

Musica che ascolti prima di una session: punk

Musica che ascolti dopo una session: fabri fibra

Sponsor: Line Up Surf Shop di Assemini, faccio anche parte della Untho network un guppo di atleti e artisti che crede nella libertà di pensiero e uno stile di vita senza condizionamenti dalla società

Dove surfi abitualmente?
Di solito surfo a Buggerru ma giro di frequente tutta la parte est e parte ovest della Sardegna, in spot anche poco noti.

Com’è la scena surf nel tuo tratto di costa e che rapporti hai con il resto della scena sarda?
Penso di avere un buon rapporto col resto della scena del surf sarda, mi muovo tranquillamente, non ho mai avuto problemi in acqua.

Come si sta evolvendo il surf in Sardegna?
La popolazione surfistica è sempre in aumento, ci sono tanti atleti forti che comunque non sono valorizzati anche perchè c’è carenza di sponsor.

Che ruolo ha il surf nella tua vita?
Il surf mi da il vero senso di libertà e rappresenta la parte più importante della mia vita.

Quanto tempo dedichi all’esplorazione lungo le vostre coste?
Appena esco dal il lavoro, quando ci sono onde tutto il tempo che mi rimane lo dedico all’esplorazione e al surf. Di solito surfo con i miei amici Lele, Marco, Cristian e Ale, tutti surfisti che non hanno problemi a entrare in qualsiasi condizione e posto.

Quanti giorni riesci a surfare in media in un anno?
Più o meno un 150 giorni.

Hai partecipato spesso a gare in Italia?
Si ho partecipato e spero di continuare a farlo

Viaggi?
Finora ho viaggiato poco e solo in Italia. Quest’ anno ho intenzione di andare in Francia e Canarie.

La tua miglior esperienza?
Il primo giorno che ho provato un surf

La peggiore?
Quest’ anno quando son finito all’ospedale perche mi son pestato un rene in acqua.

Le onde più belle che hai surfato in Sardegna…?
La più difficile Senna e Sarca, la più performante la Secchetta a Nora.

Ringraziamenti
Voglio ringraziare Michele di Line Up, Untho e sopratutto la redazione di Surfcorner che mi ha dato la possibilita di farmi conoscere un pò meglio anche fuori dalla Sardegna. Grazie ancora e ci vediamo in acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 − 2 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER