Foto

Janna colella

Le ultime volte che abbiamo bazzicato a Levanto ci è capitato di imbatterci sempre più spesso in una fotografa appassionata di surf… roba rara, visto che le surfiste made in Italy sono relativamente poche e le fotografe ancora meno. La fotografa misteriosa ci ha via via incuriosito per la sua dedizione allo spot ligure (la trovate quasi sempre lì ad ogni mareggiata) e abbiamo cercato di conoscerla meglio.
Siamo lieti di presentarvi Janna Colella.

Nome e cognome: Janna Colella
Data di nascita: 25-01-1978
Anni di fotografia: circa 3 anni e 1 anno scarso invece di fotografia di surf
Pellicola o digitale: digitale
Zoom o macro: zoom

Come hai iniziato e perchè?
Sono sempre stata attratta dalle fotografie in genere, e in particolar modo da quelle che documentano gli anni 60’ e 70’ ma solo da poco ho iniziato a provare a fare fotografie e il mio inizio è stato un po’ casuale e per merito di una macchina digitale compatta! (la mia piccoletta!!)

Perchè il surf? Fotografi anche altri soggetti?
Devo essere sincera non ho mai provato a fare surf però ogni volta che vedevo un filmato o delle fotografie ne ero attratta in modo particolare, per me è magnetico da guardare, starei delle ore a vedere gente che fa surf! Ho iniziato a fare qualche scatto durante due gare del campionato italiano di shortboard che ero andata a vedere qui in Liguria! E da lì è iniziata questa passione…
Oltre al surf mi piace anche fare fotografie di paesaggi e architettura.

Chi ti ha influenzato e chi consideri il tuo “maestro”?
Essendomi avvicinata da poco a questo mondo stò sfogliando molte riviste di settore, sia italiane che straniere e stò guardando siti internet per farmi una cultura fotografica surf, e ultimamente ho visto delle foto di Patrick Trefz che mi sono piaciute molto. Ma quello che considero il “mio maestro” è Cristian Corradin, una persona davvero in gamba e colgo questa occasione per ringraziarlo.

Usi o sperimenti tecniche particolari quando fotografi?
Al momento non stò sperimentando tecniche in particolare, vedremo in futuro, non lo escludo!

Perchè ha scelto di fotografare in digitale?
I miei inizi nel campo delle fotografia sono stati da subito con il digitale ma sinceramente prima o poi vorrei imparare anche a scattare con la pellicola. Penso che sarei una “fotografa” a metà se non sapessi da che parte girarmi con la pellicola.

Che attrezzatura usi normalmente?
Una Canon Eos 350 D, obiettivi 18-55 e 75-300 mm.

Che genere di fotografia surf preferisci: azione o line up/scenics?
Azione, line up, lifestyle surf….insomma tutto!!!!

Quale spot fotografi più spesso e perchè?
Lo spot che ho la fortuna di fotografare più spesso è Levanto, vivo a 40 km di distanza e appena ci sono onde e colleghi d’ ufficio permettendo vado a fare foto lì! Anche se mi piacerebbe andare un po’ nel ponente ligure e nella vicina Toscana.

Grazie Janna, allora ci si becca a Levanto per farci fare qualche scatto…
Naturalmente!

Saluti e ringraziamenti?
Grazie molte a Surfcorner per questa opportunità che mi ha dato!! poi ringrazio i miei genitori, Marina, Folletto e un saluto speciale a Cristian C., Leo R., Alessandro P., Fabrizio G., Marco R., Cris e Franz di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
17 × 14 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER