Artworks

Live rock festival

LIVE ROCK FESTIVAL OF BEER 2007
5-9 SETTEMBRE
ACQUAVIVA – SI

www.liverockfestivalofbeer.it_
www.myspace.com/liverockfestivalofbeer

ingresso libero

Il festival più inebriante di fine estate continua a crescere. Dal 5 al 9 settembre, i Giardini Ex Ferale ospitano esclusive e innovazioni, rock e avanguardia, elettronica e vitalità, prospettiva internazionale e divertimento. E una particolare propensione all’ecologia: il progetto Mater-bi Live prevede infatti l’utilizzo di stoviglie biologiche per i servizi di ristorazione all’interno del festival.
Creatività, impegno e qualità. Tutto, chiaramente, ad ingresso libero.

MERCOLEDI 5 SETTEMBRE

MARTINICCA BOISON
Una miscela di canzone d’autore ed eleganza folk. Un’ispirazione etnica e popolare, un respiro rock-progressive. Per ballare e per ascoltare. Affreschi introspettivi, piccole e colorate finestre che si affacciano sulla vita quotidiana, stati d’animo spesso surreali che si accompagnano perfettamente alla varietà di arrangiamenti.

MAGGIO, MAGGIO È CAPITANO
Lucilla Galeazzi + Nando Citarella + coro L’albero del canto + coro Poliandro + danzatori
Lucilla Galeazzi, premio Tenco 2006, è una delle voci più emozionanti del patrimonio popolare italiano. Questo progetto è un itinerario dal nord al sud d’Italia attraverso liriche che sottolineano le tradizionali celebrazioni del maggio. Il prestigio degli ospiti, il calore dei cori, le coreografie dei danzatori: uno spettacolo esclusivo per il contesto di un festival.

GIOVEDI 6 SETTEMBRE

BEATRICE ANTOLINI
Nel selvaggio West ogni giorno può essere l’ultimo. Nel selvaggio West ogni sguardo può condurre ad una sfida fatale. Unico è il rifugio per chi cerca la pace. Big Saloon è un esordio già maturo, un disco visionario, in cui gli studi classici della virtuosa pianista si evolvono in un turbine di sonorità innovative.

… A TOYS ORCHESTRA
C’è chi pensa che sia il disco dell’anno, di certo Technicolors Dreams è un lavoro in cui gli …A Toys Orchestra si affermano come una delle realtà più prolifiche del panorama italiano. Atmosfere nordamericane, clima di avanguardia europea: idee nuove, per capirci. La raffinata tensione delle composizioni nutre un respiro di cui c’è veramente bisogno.

VERDENA
Questo Requiem Tour 2007 è sicuramente l’ineludibile concerto dell’estate. I Verdena tornano a scuotere il rock di casa nostra, elaborando le loro strutture in un epico approccio alle partiture musicali. Una band ormai collaudata che incendia il pubblico con impatto rovente. Ruvide distorsioni e solide divagazioni per scagliare folgori di rock’n’roll.

VENERDI 7 SETTEMBRE

MOJOMATICS
Chitarra e batteria. Non serve nient’altro ai Mojomatics per dare slancio alle loro vibrazioni live. È la “two man band” più elegante che ci sia. E la più scatenata. Un rock’n’roll votato al garage, con il prezioso e mai scontato ascendente pop. Impossibile trattenersi: con questo mood non si fa altro che saltellare.

DANNY BRIANT’S RED EYES BAND
Anche il blues, quello vero, nuovo ed impetuoso, atterra ad Acquaviva. In Inghilterra le chitarre di Danny Briant sono le più applaudite della nuova generazione. Quando le scale tradizionali non rinunciano alla giovane impertinenza, capita di vedere un bicchiere che scorre sulle corde come fosse una slide. Blues e rock suonati e vissuti. Con anima e passione.

GIULIANO PALMA & THE BLUEBEATERS
Già strombazzano gli ottoni per annunciare il nuovo disco (e il nuovo video) di Giuliano Palma & The Bluebeaters. Esce proprio a settembre questo nuovo lavoro che, a quanto pare, s’intitola Bugaloo. E ad Acquaviva arriva fresco e frizzante, con uno show intonato sulle corde del divertimento. Tra Equipe 84 e Paolo Conte, i gaudiosi arrangiamenti in levare risplendono i successi popolari nello specchietto retrovisore del vintage più scoppiettante.

SABATO 8 SETTEMBRE

SPAGHETTI CRIMINALS
Sette musicisti di diversa estrazione (e generazione) si scontrano in un mix di energia e ragione: work in progress tra rock, reggae, ska, etnica, country e satira. Riflessione e spensieratezza, sculettando d’ironia.

MENDETZ
In Spagna sono il gruppo dell’anno. In Italia si esibiscono per la prima volta al Live Rock Festival of Beer. Le tastiere Casio sembrano anacronistiche, ma i Mendetz riescono ad indirizzarle con approccio new-wave verso uno stile che loro stessi si azzardano a definire Casio-Punk. Tra sesso del futuro e attori anni ‘80, il ritmo si fa serrato e travolgente.

AFRICA UNITE
Gli Africa Unite sono tornati con una nuova uscita discografica: con questo Africa Unite 4 Riddims 4 Unity, il gruppo propone un omaggio alla peculiare attitudine musicale giamaicana. Riunendo ospiti di prestigio internazionale, la migliore formazione reggae italiana si lascia contaminare per poi offrire nuove escursioni musicali. Dondolando tra dub e Caraibi.

XCOAST 4 DECKS
Il festival più inebriante di fine estate accoglie finalmente un vigoroso djset. Il progetto XCoast è tra i più apprezzati dell’elettronica made in Italy. Per l’occasione i due djs/producers si esibiscono in un’inedita performance a quattro piatti, per uno spettacolo tutto da ballare. Un concentrato ritmico di alta qualità tecnica. Un crocevia tra rock, raggamuffin, electro, breakbeat e scratch.

DOMENICA 9 SETTEMBRE

CHAT NOIR feat. RAFFAELE COSTANTINO
Chat Noir e Raffaele Costantino celebrano un intrigante incontro tra jazz d’autore ed elettronica live. La musica del collettivo sfuma in un linguaggio inaudito che evoca suggestioni e innovazioni nordeuropee. Per la prima volta insieme sul palco, i quattro musicisti impiegano la loro arte al servizio dell’improvvisazione e della comunicazione universale.

GINEVRA DI MARCO
Dopo le indimenticate esperienze con CSI e PGR, Ginevra Di Marco si dedica ad un viaggio di entusiasmo e vitalità. Canti dal margine della Storia: Romania, Ungheria, Grecia, Balcani, Bretagna, Messico, Cile, gli italiani del Sud e quelli di Toscana. Arrangiamenti e rivisitazioni che animano il pubblico con il calore ed il sapore delle feste di paese, delle danze, della musica cantata dai popoli. Da sempre.

TERRAKOTA
È una carovana di portoghesi, angolani, mozambicani. Senza un contratto discografico, radunano legioni di fans irriducibili: la loro popolarità è l’effetto del passaparola. Nei loro brani trascinanti e nei loro strumenti esotici c’è tutto il respiro dell’Africa, dal continente-madre alle migrazioni. Percussivi e debordanti, portano in scena due voci (maschile e femminile) per uno spettacolo che è sempre un nuovo evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 × 1 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER