News

Quiksilver sardinia surf trophy 2007 report

Surfcorner.it – Si è disputata a Buggerru lo scorso mercoledì 27 giugno la quarta tappa del campionato di Surfing Italia, Quiksilver Sardinia Surf Trophy 2007, divenuto ormai un appuntamento classico nel panorama dei contest italiani.
La maggior parte dei rider sono sbarcati in Sardegna già dal giorno prima per una mega session di free surf insieme agli ospiti d’eccezione Lee Ann Curren e Aritz Aranburu, che hanno finalmente potuto assaggiare vere onde italiane, giudicate dagli stessi “funny and powerful”.
In serata poi tutti a Buggerru per il concerto pre gara imbastito dal gruppo di Michelangelo Rombi, I Padrini, con musica punk italiana che ha intrattenuto e divertito molto tutti i presenti sul molo di Buggerru.
Il contest si è svolto su onde di circa un metro e mezzo costanti per tutti il giorno, leggero vento on shore, di fianco al molo di Buggerru, famoso per la lunga sinistra che da poco ha ricominciato a lavorare a dovere.
Ottima l’organizzazione della gara, con il servizio di Podcasting Video realizzato da Surfcorner.it con la collaborazione indispensabile di Bapu Film Production, e reso possibile grazie a Fiat e Quiksilver, che già avevano portato con successo sui monitor dei rider italiani la diretta live del Fiat Freestyle al Pontile di Forte dei Marmi.
Il Video Podcast ha infatti avuto un riscontro immediato, dopo gli iniziali problemi tecnici incontrati in mattinata a causa della limitazione di banda telefonica, dal pomeriggio sono partiti i download a raffica, e a fine giornata si erano già verificati oltre 15.000 download!!!
Il Quiksilver Trophy segna il ritorno alle gare di Nicola Bresciani, che a causa dell’infortunio aveva dovuto saltare la precedente tappa di Banzai, e che a quanto parte si è rimesso bene in forma, sfoggiando nuove manovre nel repertorio con grande sicurezza. Grazie a un doppio aerial in backside sulla stessa onda si aggiudica infatti i 500,00 euro del Best Trick messi in palio da Fiat per il vincitore dell’expression session.
Nicola finisce anche sul podio, ma dietro a Jacopo Conti, che si piazza sul gradino più alto e che da tempo attendeva una vittoria importante. Jacopino ha saputo lavorare bene le onde della finale, piazzando fino a cinque manovre sulla stessa onda, scegliendo la tattica di gara giusta e che lo ha ripagato.
Terzo il laziale atleta del FIAT Freestyle Team Roberto D’Amico, che a soli 15 anni e con una wild card, accede all’evento e risale il tabellone fino alla finalissima insieme ai big del circuito.
Quarto il ligure Thomas Cravarezza, che aveva intravisto la possibilità di laurearsi campione italiano con anticipo qualora avesse ottenuto un buon piazzamento in finale.
Spettacolare l’esibizione, prima della finale, di Aritz Aranburu e Lee Ann Curren, che hanno intrattenuto il pubblico con manovre radicali.
Prima dell’esibizione, spazio alla finale femminile, da cui è emersa Valentina D’Azzeo che si aggiudica il primo premio, seguita da Valentina Vitale, Alessandra Mauri, ormai sempre tra le prime, e Cristina Dotti.
Premio speciale per Simone Esposito, che ha ottenuto il miglior risultato come local, e che per un semplice ritardo non si è presentato alla sua batteria nei quarti di finale, uscendo così dal contest.

Best judge: Roberto Bersani
main sponsors:
QUIKSILVER FIAT BUDWEISER EMIRATES AIRLINES PARCO GEOMINERARIO DELLA SARDEGNA COMUNE DI BUGGERRU PROVINCIA SULCIS IGLESIENTE

Situazione Ranking attuale
Nonostante Cravarezza abbia visto sfumare la possibilità di diventare irraggiungibile nel ranking, vista l’assenza delle teste di serie Palattella, Urtis e Dionisi e con il quarto posto al Quik Trophy, Thomas si piazza primo in classifica con 5848 punti, seguito da Francesco Palattella con 4861, Jacopo Conti che dal 19° posto viene proiettato al 3° posto con 3991 punti grazie alla vittoria. Seguono Federico Tenerini che risale al quarto posto con 3833 puntii, Nicola Bresciani che risale dal 17° al terzo posto con 3800 punti e Urtis con 3760 punti.
Nella classifica femminile si trova a condurre invece Valentina Vitale con 7058 punti, seguita da Alessandra Mauri con 7040, Elena Bertolini con 5848 e Valentina D’Azzeo con 5620.
Questi punteggi tuttavia sono relativi in quanto va ancora applicata la regola secondo cui verrà decurtato il punteggio della gara peggiore.
Così facendo, nel maschile risultano ai primi posti Francesco Palattella con 4861, Cravarezza 4536, Tenerini 3833, Bresciani 3800 e Urtis 3760, mentre nel femminile risulta prima Valentina D’Azzeo con 5620 punti, seguita da Vitale con 5600, Mauri 5420, Bertolini 4536.
La finalissima a Banzai sarà decisiva per tutti e, per i Top44, occorrerà anche tenere conto delle decisioni di Surfing Italia nei confronti degli atleti attualmente sospesi.


———————————————-
CLICCA QUI PER GUARDARE TUTTI I VIDEO
———————————————-

CATEGORIA UOMINI:
1. Iacopo Conti
2. Nicola Bresciani,
3. Roberto D’Amico
4. Thomas Cravarezza.

CATEGORIA DONNE:
1. Valentina d’Azzeo
2. Valentina Vitale
3. Alessandra Mauri
4. Cristina Dotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
18 ⁄ 2 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER