Articoli

Surfisti migratori: hugo de castro profile

Nome: Hugo de Castro
Età:31
Anni di surf:12
Stance:regular
Home spot:santa teresa costa rica
Spot preferito in Italia:supertubes
Spot preferito all’estero:uluwatu indo, alamoana hawaii
Manovra preferita:tubazzo
Trips:canarie,marocco,barbados,indonesia,australia,hawaii,california,nicaragua,sud africa.
Altri sport/hobby:sk8 ma adesso quasi niente mi sono gia’ fatto troppo male skateando…
Musica che ascolti prima di una session:p.o.d., corn,sistem of a down
Musica che ascolti dopo una session:p.o.d., corn,sistem of a down…
Sponsor: Denga che mi ha fatto fino ad ora una trentina di tavole, è da anni che mi faccio shapare tavole da lui e adesso sa esattamente che mi serve e questo e’ troppo importante se vuoi la tavola adatta a te…..e poi Island Style che anche dopo che ho lasciato l’Italia continua a passarmi accessori, grazie a Matteo.

Chi è Hugo de Castro?
Sono uno dei tanti surfisti siciliani che ha cambiato la propria vita e il proprio stile di vita per e in funzione del surf, infatti grazie al surf e  all’insoddisfazione di surfare in Italia ho avuto l’input per iniziare a viaggiare surfare tanto e conoscere un pò il mondo.

Dove sei nato e dove vivi attualmente?
Sono nato in Sicilia e precisamente ad Agrigento una piccola citta’ che si affaccia sulla costa sud dell’isola con una varieta’ di ottimi spot, ma con la costante mancanza di swell consistenti. Adesso vivo da più di tre anni in Costa Rica su una splendida spiaggia che swell o no, ti da sempre da surfare tutti i santi giorni con temperatura dell’acqua sui 30 gradi.

Come sei arrivato in Costa Rica?
Dopo svariati viaggi piu’ o meno lunghi finalmente decido di fare il grande passo, trasferirmi da solo in australia, e li’ ho vissuto per piu’ di tre anni, anni splendidi ricchi di surf e mille esperienze diverse, dopo di cio’ viste le difficoltra di visti residenza e permessi di lavoro, decido di riprovare altrove e arrivo a santateresa, dove 4 anni fa c’era veramente poco e niente, ma onde tutti i giorni con pochissima gente in acqua…la classica giostra che ogni surfista ha sempre sognato. Da li’ la decisione e’ imminente , dopo un po’ di ricerca e grazie anche al mio amico Denga gia’ residente in Costarica compro un pezzo di terra a 10 passi dalla spiaggia dei sogni, costruisco dei bungalow e il sogno oggi e’ realta’. Surfo tutti i giorni davanti casa in una situazione di estremo relax.

Cos’è il surf per te e che ruolo ha nella tua vita?
Con tutto cio’ il surf ancora rappresenta un ruolo fondamentale nella mia vita, quello di cui ho bisogno per rilassarmi e dare un senso alle mie giornate oltre al business e al vivere in questo paradiso naturale.

Racconta la tua giornata tipo…?
La mia giornata tipo: mi sveglio sempre intorno alle sette e dopo il caffe’ scendo in spiaggia con maya la mia fedele cagna, a dare un occhio ale onde per decidere con che tavola buttarmi. Dopo di cio’ wax, crema solare  e un paio d’ore di buon surf si torna a casa si lavoricchia un po’, organizzando le case e il pranzo per poi attendere la session del tramonto un altra ora e mezza circa di surf fino al buio…..non male he?

Hai mai nostalgia della tua terra?
Sarei un bugiardo se dicessi che non ho mai nostalgia della mia terra, per me la Sicilia sara’ sempre il posto che io chiamo “casa”, non perdero’ mai le mie radici e il mio accento siculo. Là e’ la mia famiglia, i miei amici veri li ho sempre li’ e torno sempre con piacere a trovarli, non c’e’ cosa piu’ bella di farsi una bella surfata con gli amici con cui ho iniziato i primi take off.

Cosa sai della scena italiana e come la vedi?
Sto notando che adesso in Italia il livello sta crescendo parecchio, sempre piu’ gente e’ coinvolta nel mondo del surf…per lavoro , competizioni o per semplice passione. Adesso la gente vede il surfista in maniera piu’ normale, non come un alieno o come “tu vo’ fa’ l’mericano” come quando ho iniziato io, e anche gente adulta manda i figli a surfare, questo alzerà ancora il livello in futuro…la vedo abastanza bene per il futuro del surf italiano.

Hai mai partecipato a contest?
Sinceramente io non sono mai stato un grande fan delle competizioni….proprio non mi trovo amio agio con la pressione che c’e’ in gara, qualche gara l’ho fatta e ho anche vinto un paio di volte, ma mi definisco un free surfer, questo e’ quello che mi diverte e mi rilassa di piu’, surfare con gli amici.

Hai un tuo secret spot?
Ho un secret spot a pochi km da santa teresa l’ho scoperto un anno e mezzo fa circa e’ spaziale , e ho anche un secret spot a pochi km da agrigento, ma e’ tutto molto secret quindi non posso dire di piu’.

Propositi per il futuro?
Non so esattamente che succedera’ nel mio futuro , non so se saro’ ancora qui in Costa Rica, ho tanta voglia di viaggiare ancora, ma una cosa e’ sicura nel mio futuro vedo ancora tanto surf e questo non mi fa assolutamente preoccupare per tutto il resto.

Tutte le foto sono courtesy Antonio Russo
Clicca sulle miniature per ingrandire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 + 11 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER