News

Slater riappare sulla north shore per l’o’neill world cup of surfing

Dopo settimane di latitanza, Kelly Slater è riapparso ieri sulla North Shore di Oahu per partecipare all’O’Neill World Cup of Surfing, seconda tappa all’interno della Triple Crown, che si concluderà con la finalissima del campionato ASP a Pipeline.
Kelly è addirittura arrivato in ritardo per gareggiare nella sua heat, già cominciata da 6 minuti nel momento in cui ha raggiunto la line up.
Il ritardo di Slater era dovuto al fatto che la sera prima aveva suonato insieme ai Pearl Jam per un concerto di beneficenza.
Le condizioni del mare non erano comunque ottimali e al momento in cui Slater è entrato in gara, solo un’onda era stata surfata da Pancho Sullivan che aveva preso solo un punto.
La swell in calo ha infatti reso molto difficoltoso per i rider riuscire a fare buone surfate, consentendo solo punteggi molto bassi. Le onde spesso si dissolvevano letteralmente sotto la tavola subito dopo il take off o il bottom.
Slater passa la sua batteria con un punteggio combinato di soli 7 punti, seguito da Panchi Sullivan con 5.24. Eliminato Nathan Carrol con 4.73 e Ola Eleogram con soli 0.70.
Altri eliminazioni eccellenti: Kieren Perrow, Myles Padaca, Bruce Irons, Joel Centeio e Mikael Picon.
Il giovane sudafricano che ultimamente sta facendo parlare di sè, il diciottenne Jordy Smith ha concluso invece con lo score più alto del giorno (15.0 su 20.0).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 + 13 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER