News

Quiksilver king of the groms 2005, finale mondiale a cap breton

IL BRASILIANO WIGGOLLY TRIONFA AL KING OF THE GROMS
Nessuno era pronto ad assistere ad uno spettacolo del genere. Nessuno si immaginava che ragazzini di 12 anni potessero chiudere aerials 360° in gara, anche su onde di 6 piedi.
Eppure, la prima settimana di agosto, a Capbreton si è davvero visto il futuro del surf professionistico. Il King Of The Groms è diventato quindi un vero e proprio contest, con le stesse regole, lo stesso formato del circuito ASP WCT, quello in cui gareggiano i vari Slater, Irons, Burrow. Ha vinto il più forte di tutti, il brasiliano Dantas Wiggolly, grazie ad un backside potente e preciso, ma anche ad un bagaglio tecnico completo e ad un fisico strepitoso. Eppure, la lotta è stata dura, soprattutto contro il francese Marc Lacomare ed il tahitiano Tamaroa McComb. Alcuni dei grandi favoriti, sono stati eliminati nelle batterie precedenti, proprio da Dantas Wiggolly, come Tyler Newton o Owen Wright. Ma una delle grandi sorprese è stato il nipotino di Rosa Peterson, Crisanto, che ad appena 12 anni è in possesso di un controllo negli aerials da far paura ai maghi del circuito ASP: impressionante la media di aerials chiusi sia in freesurf che in gara e c’è voluto un Lacomar al suo massimo livello per eliminare il terribile ragazzino brasiliano.
Per ulteriori info, collegatevi al sito www.quiksilver-europe.com, dove potete anche scaricare alcuni video della gara.

foto: A. Dini (in alto Wiggolly Dontas, sotto Peterson in free surf e in gara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
20 × 14 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER