News

Quiksilver gaeta surf master 2004, 15 ottobre – 15 novembre, gaeta / s.agostino

Le previsioni sembravano perfette 4 giorni di scirocco la pressione era giusta, e c’era un ponte lungo, l’ingredienti sembravano quelli giusti, quelli che ci hanno fatto crescere in tutti questi anni, ma con un eccesso di sicurezza abbiamo giudicato male le previsioni, e si vero che anche i metereologhi non è che ci abbiano capito gran che. Sta di fatto che chiamiamo la gara per domenica con riserva di continuare la gara lunedì. Le pre iscrizioni avevano gia fatto notare che c’era molto interesse a partecipare a quest’evento, tanto da dover bloccare le iscrizioni a 64 Senior( di cui tre Brasiliani e un Dominicano), 15 Junior, 4 Donne e 5 Grommets.  La domenica mattina faceva molto caldo e un tasso d’umidità molto vicino al 100%, ma il problema più grosso e che il mare era calmo, la preoccupazione di noi organizzatori era tanta, aver fatto arrivare qui a Gaeta tutta questa gente, ci faceva dannare, ma comunque continuavamo a credere nelle previsioni. Intorno alle 11,00 il mare inizia a muoversi e inizia a mandare mezzo metro circa, e così insieme alla giuria decidiamo di mandare in acqua i più piccoli. Roberto D’Amico, subito dimostra di essere a suo agio anche con queste onde, forte della sua esperienza, ma dal mucchio sbuca un ragazzo, Matteo Belalba, che in vita sua a surfato solo le onde di Sant’Agostino, in quanto è il figlio  dei proprietari dello Stabilimento Balneare “da Benedetto”, che da nove anni ospita il Gaeta Surf Master. Il piccolo Matteo arriva secondo seguito da Simone Simi, Milo Marra e Brice Bouteiller. A seguire entrano in acqua gli under 18 ma intanto il mare inizia a crescere, e così le giovani promesse possono dare il meglio di loro la finale è molto avvincente due liguri, due Romani e un Sardo, ma è proprio quest’ultimo Gavino Dettori gia vincitore a Santa Marinella pochi giorni fa a mettere in riga tutti, ma non è stato facile perché gli altri quattro ce l’hanno messa tutta. La finale femminile si è svolta con un onda di oltre un metro, subito la Bertolini e la Valentina D’Azzeo hanno dimostrato che la vincitrice doveva essere una di loro, e così prima Valentina D’Azzeo, seconda Elena Bertolini, subito dietro Roberta Muzzarelli e Valentina Vitale. Nella categoria Senior, a causa del grosso numero di iscritti abbiamo tirato fuori dagli iscritti 16 teste di serie, già negli ottavi mentre gli altri 48 hanno dovuto fare una batteria in più per andare avanti.

La gara viene interrotta alle 17,00, perché ormai i giudici non distinguevano più i colori delle licre, e con l’occasione li vorrei menzionare e ringraziare, Federico Zaltron, Claudio Barbozza, Andrea Bonfili, Filippo De Montis, Roberto Serpe Scala, Sandro Viola e il grande Graziano Lai. La mattina dopo le onde erano poco più alte di mezzo metro, ma bisognava andare avanti, perché anche questa edizione doveva avere un vincitore, che si sarebbe incassato l’assegnone di Mille Euro. I primi grandi nomi ad uscire sono stati Federico Vanno, Emanuele Avezzano, Giovanni Palatela e il vincitore delle ultime due edizioni Adriano Maia. Poi escono Alessandro Maddaleni e Paolo D’Angelo, definito dallo Speaker, Maurizio Spinas, la Juventus del Surf. La finale inizia alle 16,30, si sono gia svolte due giornate di ottimo surf, i più forti Italiani erano tutti presenti, mancavo solo Bresciani, ma in più c’erano molti stranieri, perciò moralmente i quattro finalisti devono essere tutti contenti, sono tutti vincitori, ma nelle competizioni ci deve essere sempre una classifica e così per venticinque minuti con un mare che per molti sarebbe considerato piatto, si giocano la possibilità di entrare nell’albo della gara Gaetana e portarsi a casa l’ambito trofeo. Due giovani Romani, un ragazzo versiliesi e un ragazzo Brasilero si marcano a vicenda, su quelle onde minuscole, danno il massimo di loro, d’altro canto i giudici hanno le loro difficoltà sa giudicarli, la frequenza  e l’altezza delle onde è al limite della validità, e così solo l’atleta più in forma riesce a dare il meglio di sé, ed è proprio Francesco Palattella a vincere questa nona edizione del QUIKSILVER GAETA SURF MASTER, seguito da Alfo Scavone (BR), Simone Bali e Manuel Maffei. La premiazione è sempre un momento emozionante perché all’interno della nostra manifestazione noi ricordiamo due Locals, che non ci sono più, con un Memorial, che quest’anno è stato assegnato Ex Aequo a Matteo Belalba e Dario Costa.
Con l’occasione ringrazio le Autorità: Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Gaeta, Ass. Commercianti, Capitaneria di Porto e Autorità Portuale; gli Sponsor: Quiksilver, Nastro Azzurro, Cric Croc, Campari, Grand Hotel Le Rocce, Mc Donald’s e Killer Surf Shop; inoltre Peppe Miele, Sandro Viola, Roberto Serpe Scala, Angelo Noviello, Angela Giordano e i tre Beach Marshall Benito, Plinio, Cosmo, Radio Spazio Blu e infine La Famiglia Belalba. Zio Leo
Foto e Report su www.mdcsurfclub.it
 
Classifiche:

FINALE SENIOR
1° Francesco Palattella
2° Alfo Scavone
3° Simone Bali
4° Manuel Maffei

FINALE JUNIOR
1° Gavino Dettori
2° Alessandro Clinco
3° Giovanni Colotto
4° Filippo Orso
5° Valerio Ranaldi

FINALE GROMMETS
1° Roberto D’Amico
2° Matteo Belalba
3° Simone Simi
4° Milo Marra
5° Brice Bouteiller

FINALE WOMEN
1° Valentina D’Azzeo
2° Elena Bertolini
3° Roberta Muzzarelli
4° Valentina Vitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
13 × 6 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER