Articoli

Stretching

Esercizi di stretching

L’ideale, come ben sappiamo tutti, sarebbe poter surfare tutti i giorni, o quasi, e in questo modo tenersi allo stesso tempo allenati.
Purtroppo le cose stanno diversamente, i lunghi periodi di piatta affliggono non solo il morale ma anche il fisico, e chi non ha fatto le vacanze in localita’ surfistiche si ritrova ora con l’inverno alle porte e le articolazioni arrugginite…
L’acqua si fa sempre piu’ fredda, la resistenza in acqua diminuisce, in questi momenti essere in forma aiuta sicuramente, permettendoci di prendere anche solo quelle due o tre onde in piu’ che significano tanto per noi surfisti.

Gli esercizi di stretching servono ad allungare moderatamente i muscoli e i legamenti. Le posizioni assunte vanno mantenute senza forzare in maniera esagerata l’esercizio, in quanto non ha nessun senso stirare fino al dolore, cosa che potrebbe avere un effetto negativo anziche’ positivo. Questo e’ un errore comune in quanto molti sono portati a pensare che se non si sente niente durante l’esercizio questo sembra inefficace, di conseguenza stirano il muscolo fino a sentire dolore, ma e’ una pratica sbagliata e controproducente.
Qui di seguito alcuni esercizi di base che possono essere ripetuti prima di entrare in acqua: dieci minuti saranno sufficienti considerando che ogni posizione di stiramento va mantenuta per 20-30 secondi.

SPALLE

1) Per allungare i muscoli delle spalle prendi con la mano sinistra il gomito destro (vedi disegno) e avvicinalo alla spalla sinistra, rimanendo in questa posizione per 20 secondi e mantenendo sempre la stessa intensita’ di allungamento. Ripeti poi interessando il gomito sinistro.

2) Ora con la mano sinistra prendi il gomito destro sulla punta (vedi disegno) e premi come per portarlo dietro la testa premendo il gomito verso il basso. Quando senti la parte posteriore della spalla in tensione mantieni quella posizione per 20 sec. Ripeti poi con l’altro braccio.
COLLO

3) Stenditi sulla schiena incrociando le mani dietro la nuca e porta in avanti la nuca verso lo sterno fino a sentire la tensione dietro la nuca. Mantieni la posizione per 10 secondi, ripetendo l’esercizio per 2 volte.

GAMBE

4) Appoggiando le mani al muro assumi la posizione indicata nel disegno, una gamba tesa a formare una linea dritta con bacino e schiena, mantenendo il tallone saldamente ancorato a terra, l’altra gamba piegata a fare da appoggio. Una volta in tensione mantieni la posizione, rimanendo immobile e senza dondolare avanti e indietro, per 30 secondi. Ripeti con l’altra gamba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 ⁄ 2 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER