ArticoliFoto

L’ultimo saluto a Zio Leo

Mercoledì 28 agosto, sulla suggestiva spiaggia di Sant’Agostino, surfisti provenienti da tutta la Provincia di Latina, da Napoli e da Roma, si sono uniti agli storici local di Gaeta per dare l’ultimo saluto a Leonardo D’Angelo, per tutti “zio Leo”, fotografo freelance e maresciallo dell’Areonautica Militare, conosciuto in tutta Italia per le sue bellissime foto sportive e recentemente scomparso.

Un Paddle Out davvero commovente, quello organizzato dai ragazzi del vecchio MDC Surf Club, fondato e fortemente voluto proprio da Leonardo, e grazie al quale Gaeta è riuscita a farsi conoscere in ambito surfistico con i vari Surf Master, organizzati proprio sulla spiaggia scelta dai ragazzi per dargli l’ultimo saluto.

 

 

 

In mare si sono riunite tutte le tavole, come in un grande e amorevole abbraccio, attorno ai figli di zio Leo, Lucrezia e Nicolò, che hanno lasciato tra le onde tanto amate dal papà una corona di fiori, simbolo del grande affetto e della stima di tutti i surfisti partecipanti.

 

 

 

Attimi di grande commozione, lì, in mezzo al mare al tramonto, con le tavole che Leo ha sempre spronato ad usare. Un saluto che più gli si addiceva, perché il mare era la sua essenza. Leonardo è riuscito a creare una grande famiglia, imprimendo nei componenti semplici ideali di convivenza come l’umiltà, la collaborazione, la condivisione del reef, sempre nel pieno rispetto delle regole.

 

 

 

Assieme ai ragazzi di Gaeta, alle 19:00 di mercoledì 28 agosto, si sono uniti in un Paddle Out commemorativo in onore di zio Leo anche gli amici di Viareggio, di Fregene e di altri spot italiani. “Leonardo è stato capace di riunire tutti anche senza la sua presenza”. Queste le parole di Maurizio Rossi, storico surfista dell’MDC, in un commovente discorso sul reef durante il paddle out.

Niente di più vero. Buone onde Leo.

 

Tutte le foto sono di Flavia Fiengo

 

 

 

 

“A volte le notizie arrivano come una doccia gelata, improvvise, lasciandoti di sasso. Così è stato, per me, apprendere della scomparsa, quanto mai prematura, di Leonardo. ZIO LEO, per gli amici.

Il ricordo di lui mi riporta indietro negli anni, a quando lo conobbi, in occasione del “Gaeta Surf Masters” un evento che, a inizi anni duemila era già un fiore all’cchiello, nel panorama italiano. Una gara di surf, ma anche un omaggio alla sua amata città, della quale ci ha sempre fatto apprezzare le bellezze, da quelle paesaggistiche a quelle gastronomiche. Ogni edizione dell’evento che ebbi l’onore di coordinare era una festa, fatta di passione per lo sport e di amicizia e Zio Leo con il suo staff erano gli anfitrioni perfetti.

Ma Leonardo D’Angelo ha fatto tanto altro, anche all’interno del consiglio federale FISURF, negli anni, prodigandosi con generosità, per la crescita del nostro amato movimento. A volte possiamo avere avuto opinioni contrastanti, ma la passione era comunque una e sincera.
Voglio ricordarlo così, col sorriso e il suo accento partenopeo, il buonumore e lo spirito positivo, che resteranno per sempre, fino a che ci ritroveremo, ancora fra le onde, lassù.
R.I.P. Zio Leo.”

– Graziano Lai

 

 

Graziano Lai insieme a Zio Leo.

 

 

“Uno di noi che ci lascia. Uno che al nostro amato sport ha dato un grande contributo di crescita. Uno che che faceva parte del nostro mondo, che ci ha speso tempo, energia e passione. In tutta Italia, nell’arco di circa 40 anni di incessante attività in questo mondo, di gente che merita di essere annoverata tra quelle che veramente hanno dato coi fatti (e non con i socials), ne avrò conosciute si e no una trentina, e Leo è tra queste, di diritto. Le foto allegate le ho cercate tutta la notte e mi ricordano i bei momenti passati a Gaeta nel 2003 in occasione dell’ 8° edizione del Gaeta Surf Master che era un Memorial… Sono tornato a Gaeta l’anno dopo, nel 2004 per una iniziativa ecologica chiamata Surfapulito, e anche in quell’occasione ho avuto il pieno appoggio di Leonardo. Che dire, se non che sono contento di aver fatto parte (anche per una sola edizione) del Gaeta Surf Master 2003 e di aver conosciuto persone splendide come Leonardo, Peppe e molte altre. Sto collaborando con altri amici per organizzare il paddle out di mercoledì a Viareggio. Vi abbraccio tutti, amici di Gaeta. Viva Leo, viva il surf italiano, quello puro, fatto da surfisti veri… ALOHA! “

– Alessandro Dini

 

Un frammento del paddle out organizzato a Viareggio in memoria di Zio Leo

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER