Articoli

All’asta la Gestione della Spiaggia del Surf a Varazze

Il Comune mette all’asta la gestione della spiaggia del surf fino al 2022. 

Che Varazze sia ormai una delle capitali del surf italiane è un dato di fatto consolidato e riconosciuto dall’amministrazione, che ha sviluppato già diverse iniziative a sostegno dei surfisti. Ora il comune punta verso tutti gli sport all’aria aperta, mettendo all’asta la spiaggia che si trova di fronte alla “Secca” il main spot della cittadina ligure nata dal deposito dei materiali scavati per la costruzione delle gallerie autostradali tra gli anni Sessanta e Settanta.

Obiettivo dell’amministrazione comunale e delle associazioni di categoria è sfruttare il flusso del turismo sportivo aumentando l’offerta e attirando anche i cultori delle altre discipline, dal ciclismo allo skateboard, senza dimenticare gli sport acquatici. La spiaggia libera attrezzata di fianco al famoso molo rimarrà aperta tutto l’anno con l’installazione di nuove attrezzature.

Il bando di gara per affidare la nuova gestione dello stabilimento balneare a ponente della foce del Teiro è già stato pubblicato. Si prevede, oltre ad un restyling generale, una rampa da skate, una mini pista per biciclette e un chiosco bar. Anche il faro del surf che illumina la Secca passerà sotto al controllo dei nuovi titolari dello stabilimento balneare, che dovranno occuparsi di accensione e spegnimento, oltre che di regolare l’accesso.

 

Session notturna sotto il faro

 

La gestione non sarà assegnata all’offerta economica più vantaggiosa, ma al progetto che sarà giudicato migliore, anche nell’ottica di trasformare la spiaggia libera in un presidio votato allo sport che resti aperto anche nei mesi invernali. Il termine per la presentazione delle proposte scadrà il 15 marzo, il servizio verrà assegnato per cinque anni, fino al 31 dicembre 2022.

Da anni gli appassionati di surf che scelgono Varazze chiedono strutture per cambiarsi e fare la doccia. Oggi sono costretti a indossare le mute direttamente di fianco alle auto, nel parcheggio o per la strada. Il nuovo stabilimento dovrà offrire una serie di nuovi servizi, con magazzini e uno spazio adibito a ricovero per le tavole, docce, servizi igienici e spogliatoi, anche per disabili. Dalla prossima estate arriveranno nell’area retrostante della spiaggia anche strutture per sport diversi, come la rampa da skateboard e la pista per biciclette da “pump track”.

Per tutte le info sul bando segui questo link.

 

Cover foto di Nicola Trevisiol

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
8 + 28 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER