Report

Giannone, Folegani, Caniatti e Loriga vincono il Nesos king of Grommets

Concluso alla Marinedda il Nesos King of the Grommets, circa trenta partecipanti si sono dati appuntamento sulla north shore sarda.

 Sole, un leggero maestrale che ha rinfrescato la giornata e onde alte un metro. Si è svolta in queste condizioni un’altra bellissima edizione del Nesos king of grommets, la gara di surf juniores organizzata nella spiaggia della Marinedda. Alla competizione hanno partecipato 27 atleti, divisi in quattro categorie.  

È andata in archivio giovedì 27 luglio il Nesos king of grommets, l’evento organizzato dall’associazione Marinedda Bay. La gara, dedicata agli atleti juniores, ha visto la partecipazione di quasi 30 surfisti, di cui molti provenienti dalla Penisola e alcuni anche dall’estero.

A spuntarla e a vincere la coppa più ambita nella categoria Under 16 è stato il surfista originario di Nulvi Davide Giannone, che può vantare già un discreto palmares di successi. Al secondo posto Tom Beck e al terzo Mario Marciadri. Tra gli under 14 a vincere è stato un’altra giovane promessa del surf sardo: Jacopo Folegani si è sbarazzato in finale dell’atleta francese Norris, conquistando il gradino più alto del podio; al terzo posto Francesco Campra e al quarto Lorenzo Morelli. Durante la giornata c’è stato spazio anche per gli atleti più piccoli dell’Under 10 i due partecipanti Riccardo Morelli e Capula sono stati premiati a pari merito. Tra le donne, quattro partecipanti in tutto, si sono svolte due batterie. Nell’under 14 Loriga si è imposta su Piana, tra le Under 12 ha vinto Caniatti, seguita da Falcomer.

La competizione, quest’anno non valida per il campionato juniores ma patrocinata dalla Fisw-Surfing, ha visto la partecipazione dell’head judge Graziano Lai che ha capitanato la squadra dei giudici federali Bruno Piu, Luca Pilloni e Adriano Stangoni, ai quali si sono aggiunti gli esperti surfisti Andrea e Daniele Virdis.  I premi della gara sono stati offerti dal Nesos surf shop e dall’associazione Marinedda Bay.

“La gara è stata avvincente e combattuta, è stata una bellissima giornata di sport – hanno commentato dall’associazione Marinedda Bay – ringraziamo tutti lo staff dell’associazione, lo speaker Vittorio Casu, l’head judge Graziano Lai per aver permesso un corretto svolgimento della competizione e il Bulli surf club per non aver fatto mancare il proprio supporto. Aspettiamo il 14 agosto quando ci sarà lo Skate rock pool party”.

Le finali, inoltre, sono state riprese da un drone e il video è visibile sulla pagina Facebook ‘Marinedda Bay’. Adesso si attende lo svolgimento della gara dei grandi, il Marinedda Bay Surf Open: il periodo d’attesa della gara con il montepremi in denaro più alto d’Italia inizierà il 15 agosto.

Gli eventi dell’associazione Marinedda Bay sono supportati da Monster Energy, Nesos surf shop, Marineddabay, Il Sagittario Ristorante Pizzeria, Il Veliero Chiosco Bar, Bar Il Cormorano, Aquafantasy e con il patrocinio del Comune di Trinità d’Agultu.

 

Tutte le foto sono di Luca Benelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 ⁄ 10 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER