Skin ADV
Articoli | 29 giugno 2011 16 commenti

Surf Esposimetro 2010
Bonomelli Sotto i Riflettori

Finalmente pronto il Surf Esposimetro 2010, che stila la classifica dei rider italiani più visti, dei fotografi più attivi e delle riviste più italiane della scena nazionale!

Si è vero, è quasi luglio e l’Esposimetro copre tutto il 2010, ma mettetevi nei nostri panni, immaginate cosa vuol dire misurare centimetro per centimetro tutte le foto apparse sulle riviste italiane di tutto il 2010 per catalogarle una ad una e classificarle… si fanno le nottate!

Ora l’esposimetro di tutto il 2010 è pronto! L’Esposimetro Surf consente di stabilire chi sono i surfisti italiani più fotografati e che hanno quindi ricevuto maggiore visibilità e, al tempo stesso, i fotografi più attivi, inoltre quali sono le riviste più “Italiane” e quali quelle più orientate alla scena internazionale. Il tutto è realizzato grazie al monitoraggio delle riviste italiane dedicate al surf.

Se sei editore di una rivista e vuoi inserirla nell’esposimetro inviala in redazione.

L’Esposimetro Surf 2010 ha preso a campione tutte le principali riviste di surf italiane uscite nell’arco del 2010 con almeno due numeri: Surf Latino (46, 47, 48, 49, 50), Surf News (79, 80, 81, 82, 83), Dreams Up Life (12, 13).

 

CATEGORIE INTERESSATE

Surfisti Italiani
Tutti i riders ricevono un punteggio per ogni foto pubblicata, per ogni pagina a loro dedicata, incluse le pagine pubblicitarie, in base ai criteri indicati nella sezione “PUNTEGGI”. Nella classifica, subito dopo il nome del rider è indicata la posizione che il rider aveva nella classifica dell’anno precedente e la nuova posizione ottenuta nel 2010.

Fotografi Italiani
I fotografi ricevono lo stesso punteggio attribuito ai rider per ogni foto pubblicata che li ritrae, incluse anche in questo caso le pagine pubblicitarie (se il nome del fotografo è indicato). Vengono inoltre conteggiate anche le foto che non ritraggono un rider, come per esempio le foto di onde e line up o altro.

Riviste e “Italian Ratio”
Questa categoria definisce l’italianità di una rivista, in base a quante foto/pagine sono state dedicate a rider italiani. L’Italian Ratio è appunto il rapporto fra il punteggio totale assegnato a tutti i rider italiani presenti in un singolo numero della rivista ed il numero di pagine della rivista stessa, espresso in percentuale. Una rivista con rider italiani dalla prima all’ultima pagina otterrebbe il 100% di italian ratio, per fare un esempio.

PUNTEGGI
Ogni foto o pagina dedicata a rider italiani riceve un punteggio variabile in base alla quantità di foto e contenuti redazionali, considerando equivalenti tutte le riviste prese in considerazione.

Copertina: 3 punti
Doppia pagina/ retro cover: 2 punti
Pagina intera: 1 punto
Mezza pagina: 0,5 punti
Foto piccole (inferiori alla mezza pagina): da 0,1 a 0,3 punti per ogni rider e fotografo a seconda della dimensione

Le pagine con contenuti redazionali dedicati ai rider generano punteggio per il solo rider, non per l’autore dell’articolo nè per il fotografo che ha contribuito (il quale invece riceve punteggio in base alle foto pubblicate).
Per es. un’intervista a un rider di 10 pagine, genera 10 punti per il rider. Il fotografo invece riceverà punti in base alle foto pubblicate e alla loro dimensione come descritto sopra.

Le pagine pubblicitarie danno punti sia al rider sia al fotografo, qualora i crediti siano indicati.

RISULTATI FINALI 2010

Rider
Angelo Bonomelli quest’anno ha raggiunto la vetta della classifica, grazie alle sue molteplici apparizioni su tutte le riviste prese a campione e qualche cover. Così, dal secondo posto del 2009, Angelo diventa il rider italiano con maggior visibilità nel 2010.

Al secondo posto Filippo Orso con un bel salto dalla nona posizione del 2009 alla seconda del 2010, anche lui con una cover e diverse pubblicazioni un pò su tutte le riviste analizzate.

Gran salto anche per Leonardo Fioravanti, dalla sedicesima posizione 2009 alla terza del 2010, grazie alla popolarità sempre crescente del giovanissimo rider che guadagna sempre più pubblicazioni.

Fotografi
Il più attivo tra i fotografi nell’arco del 2010 è Emiliano Mazzoni, senior photographer di SurfNews, che dal quinto posto dell’anno scorso risale direttamente al primo, espugnando il vertice a Fabio Palmerini, che passa al secondo posto rimanendo comunque nella top 3 grazie alle sue pubblicazioni su tutte le riviste in oggetto. Terzo posto per Roberto Montanari, editor e fotografo di Surf Latino che l’anno scorso era in sesta posizione.
Una menzione speciale per Alberto Maiorano, che l’anno scorso era fuori classifica e quest’anno piomba al quarto posto.

Riviste
Surf Latino si riconferma per il terzo anno consecutivo la rivista più italica tra i magazine nostrani, con il 35% di Italian Ratio del numero 49, seguita a ruota da SurfNews 83 con il 32% di ratio. Al Terzo posto ancora Surf Latino con il numero 47 e il 29% di ratio.

Da notare come la percentuale di Italian Ratio in generale si aumentata rispetto al 2009, con particolare riferimento a Surf Latino che ha incrementato l’italian ratio su tutti i numeri presi in considerazione, fatta eccezione per il numero 50 che conteneva l’ampio speciale dedicato a Kelly Slater ed Andy Irons. Anche SurfNews ha incrementato in particolare negli ultimi due numeri dell’anno, mentre Dreams rimane stabile rispetto al 2009.

Nota dolente per il numero di pagine totali esaminate, ulteriormente in ribasso rispetto al 2009 (1284 nel 2010 contro le 1436 del 2009, dopo che già erano state ridotte rispetto al 2008 per effetto della crisi mondiale). La nota positiva è che nonostante questo, la percentuale di Italian Ratio è aumentata di un punto percentuale rispetto al 2009, riattestandosi sui valori del 2008, segno che in generale è comunque aumentata la densità totale di surfisti italiani sulle pagine delle riviste nostrane. 

 

 

 

 

TAG:

Commenti

16 Commenti a Surf Esposimetro 2010
Bonomelli Sotto i Riflettori

  1. Salve,

    Vorrei maggiori spiegazioni sul vostro Esposimetro… come funziona? Come mai secondo le vostre statistiche Surfcultre non è nemmeno presente nelle riviste Italiane ??? Oltretutto Mediterranean SurfCulture parla esclusivamente del Mediterraneo e di conseguenza dovrebbe essere presa in considerazione…. Vorrei dei chiarimenti.. Grazie

  2. Ciao Nicola, la tua domanda è lecita, ma tranquillo non c’è nessuna malizia sotto e se avessi letto bene ti saresti già risposto da solo. Infatti abbiamo preso in considerazione le riviste con almeno due uscite nel 2010. Il motivo è che ci è sembrato il minimo sindacale perchè si potesse parlare di “periodicità”. Surfculture ci risulta che nel 2010 sia uscita con un solo numero di prova, il numero zero, in distribuzione limitata. Spero di aver chiarito i tuoi dubbi. A presto, Roberto.

  3. Capito Roberto….

    Purtroppo però devo informarti che SurfCulture esiste da 3 anni … infatti prima di essere in verione cartacea, era, e lo è tutt’ora in versione Digitale…

    SurfCulture è presente con 2 tipologie di formato ( Digitale e Cartacea ) quindi non una rivista ma bensì 2 e totalemtne differenti !

    Non penso che se una rivista è Digitale allora non deve essere considerata… oltretutto una rivist Digitale online ha di sicuro piu visibilità di una versione cartacea distribuita in Italia… perchè essendo online è visionabile in tutto il MONDO…

    A presto. NICOLA

  4. Nicola, l’esposimetro è nato con la comparazione delle riviste cartacee e per coerenza prosegue con l’analisi solo di esse. Questa scelta è stata fatta per mettere a confronto riviste della stessa tipologia, riviste che si trovano sullo stesso piano, e così non favorire nessuna rivista in particolare. Il magazine digitale appartiene a un’altra tipologia, richiede impegni diversi rispetto al cartaceo, che non dico siano inferiori, ma diversi. Quindi ci sembra giusto comparare riviste che operano sullo stesso livello. Del resto, tu stesso dici che un magazine digitale ha più visibilità, e sebbene questo non sia un parametro determinante, risponde da solo alla tua domanda. In ogni caso, avere più o meno visibilità o essere visionabili in tutto il mondo non sono parametri determinanti. Spero sia chiaro che il parametro è il medesimo ambito di operatività, ovvero la carta stampata. Chi sa, si potrebbe fare un Esposimetro parallelo per i magazine digitali in futuro, sempre che ne esistano almeno due distinti per poter giustificare una comparazione. Stai tranquillo che nell’esposimetro 2011 sarà inclusa anche la tua rivista, se usciranno più di due numeri cartacei, anzi ti rinnovo l’invito a inviarla in redazione nell’interesse di entrambi. Grazie mille, Roberto.

  5. Va bhè Roby…. tanto non si cava un ragno dal buco…non voglio fare la storia infinita e soprattuo qui sopra… spero di poter chiarire questa situazione tra di noi… quando ci incontriamo di persona… alla prossima

  6. secondo me le riviste digitali non contano come quelle stampate … se contate quelle, allora a quel punto dovreste contare anche le interviste sui siti internet o i video su youtube. oppure le tabbellate a parte.

  7. FATE RIDE !!!!!!! no comment

  8. più surf e meno riviste…

  9. ben detto! ;)

  10. Secondo me,cè da scrivere un libro su tutte le minchiate che la gente scrive in bacheca!
    Roby con tutto questo materiale ti consiglio di scriverci un libro comico intitolato la rivalsa del fallito avviene attraverso un avatar!(dove per avatar intendo il nik name usato per commentare)
    Quà c è un business incredibile, meglio del libro di totti!
    Anzi potresti fare una sorta di facebook alternativo per poveri surfisti rosiconi panzoni che non avendo voci in capitolo in materia di surf si fanno sentire a suon di minchiate gratuite sul surf immaginato!
    Mi chiedo ma certa gente prima di premere invio rilegge quello che ha
    scritto?
    Ma perchè siete così frustrati!
    Basta con le minchiate commentate in maniera intelligente!
    E con questo ho concluso

  11. contano anche le foto sulle riviste di “Caccia e Pesca” ???

  12. @Indignato….mi pare che anche tu stai usando un avatar, un nick name dietro cui nasconderti…e poi anche tu dovresti rileggerti prima di premere invio, dato che non si capiscono molto bene i tuoi commenti, nè a chi sono rivolti, nè tanto meno il motivo della tua reazione….sarebbe bello se tutto fosse scritto più chiaramente….

  13. sarebbe bello se ci fossero piu’ onde.

  14. più surf e meno minchiate…

  15. MA CHI SE NE FREGA DEI PRO DELLE GARE E DI TUTTA LA PUBBLICITA’ CHE CI INCULCATE… SOLITI RIDERS SEMPRE IN PRIMA PAGINA E TUTTI GLI ALTRI NEL DIMENTICATOIO ,DOVRESTE PUBBLICIZZARE E FARCI CONOSCERE LE NUOVE PROMESSE ,LOCATION CON INDICAZIONI BEN PRECISE E PRODOTTI TECNICI , NON I SOLITI 3 GIA ARCINOTI….. TANTO PER NOI ITALIANI NO C’E CONFRONTO IN GARE INTERNAZIONALI.. QUINDI C’E SOLO LA MAGRA CONSOLAZIONE DI AVERE UN OCCHIO IN UN PAESE DI CIECHI E SCIMMIOTTARE I VERI EVENTI OLTREOCEANO…. MA AVETE MAI VISTO UN EVENTO ?!? QUI A FORTE SI PENSA DI ESSERE IN CALIFORNIA… PIU’ REALTA’ MENO FINZIONE… IL SURF RENDE LIBERI , NON RICCHI E FAMOSI…

  16. boia quanto sei stupido matteo c’hai proprio la testa come il marmo di carrara!

Potrebbe interessarti anche...